Menu

Il settore ICT è chiamato a fornire il suo contributo nella lotta ai cambiamenti climatici promuovendo digitalizzazione, dematerializzazione per ottenere risparmio energetico.

TIM ritiene che i suoi servizi di telecomunicazione costituiscano un’opportunità a favore della mitigazione dei cambiamenti climatici: oltre ad ottimizzazione i processi produttivi e i flussi logistici in vari settori, aiutano i clienti a ridurre le emissioni generate dagli spostamenti fisici. In particolare:

  • i servizi di audio/videoconferenza e il lavoro agile   riducono la necessità di spostamenti fisici delle persone;
  • la fatturazione e i pagamenti on line significano risparmio di carta, dell’energia per produrla, trasportarla e minori spostamenti fisici per effettuare i pagamenti;
  • i servizi di telemedicina riducono gli spostamenti per visite mediche;
  • i sistemi di infomobilità, consentono di ottimizzare i flussi di traffico, tempi di percorrenza ed emissioni di gas serra;
  • i sistemi di monitoraggio e analisi dei consumi consentono di ottimizzare l’efficienza energetica di uffici e abitazioni.

TIM si impegna a trovare soluzioni per ridurre gli spostamenti del personale e le trasferte. Oltre alla proposta giornate di lavoro agile, TIM mette a disposizione dei propri e dei dipendenti di tutte le aziende del Gruppo i suoi servizi di audio e videoconferenza “VAI On Line” e Smart On Line (lanciato nel 2017, il cui utilizzo ha registrato nel 2018 un incremento di del 13,5% rispetto al 2017. Di seguito il dettaglio:

  • VAI On Line: 33.205 videoconferenze effettuate da TIM e dalle aziende del Gruppo;
  • VAI On Line: 72.159 audioconferenze effettuate da TIM e dalle aziende del Gruppo;
  • Smart On Line: 55.634 audioconferenze/videoconferenze effettuate da TIM.