Menu

Assemblea azionisti Telecom Italia - 12 aprile 2011

11/03/2011 - 11:15

- + Text size
Stampa

Intervento e voto in Assemblea:

1) in proprio
2) per delega
3) voto per corrispondenza


1) Intervento e voto in proprio


E’ legittimato all’intervento in Assemblea e al voto colui per il quale l’intermediario di riferimento abbia trasmesso alla Società la comunicazione attestante il suo diritto alla data del 31 marzo 2011 (record date).

Chi risulterà titolare delle azioni solo successivamente a tale data non potrà partecipare e votare in Assemblea. L’eventuale cessione delle azioni successivamente alla record date non ha effetto ai fini della legittimazione all’intervento in Assemblea.

La comunicazione alla Società è effettuata dall’intermediario su iniziativa del soggetto a cui spetta il diritto. Ai titolari del diritto di voto è richiesto di impartire istruzioni all’intermediario, affinché effettui la suddetta comunicazione a Telecom Italia. Eventuali richieste di preavviso od oneri economici per il compimento degli adempimenti di competenza dell’intermediario non possono essere imputati alla Società.

Gli azionisti aventi azioni in deposito presso la Società debbono utilizzare gli usuali canali di comunicazione telefonica e indirizzi intranet e internet a loro disposizione.

I possessori di ADRs quotati alla Borsa di New York e rappresentativi di azioni Telecom Italia ordinarie debbono rivolgersi alla JP Morgan Chase Bank, emittente dei predetti ADRs (indirizzo postale del servizio clienti P.O. Box 64504 St. Paul, MN 55164-0504; telefono +1 651 453 2128 per chiamate da paese diverso dagli Stati Uniti; 1 800 990 1135 per chiamate dagli Stati Uniti; indirizzo e-mail: jpmorgan.adr@wellsfargo.com).

Per la partecipazione ai lavori i soci sono invitati a presentarsi in anticipo rispetto all’orario di convocazione della riunione, muniti di un documento d’identità; le attività di accreditamento avranno inizio a partire dalle ore 8.30 del giorno 12 aprile 2011.

Per agevolare l’accertamento della legittimazione, gli aventi diritto sono invitati a esibire, il giorno della riunione, la copia della comunicazione effettuata alla Società che l'intermediario è tenuto a mettere a loro disposizione.

Ai partecipanti alla riunione assembleare sarà messo a disposizione  un servizio di trasporto gratuito a mezzo navetta, con partenze alle ore 8.00, 8.30 e 9.00 del 12 aprile 2011 dalla sede legale di Telecom Italia (Milano, Piazza Affari 2) al luogo di tenuta dell’Assemblea e viceversa, al termine dei lavori assembleari.

Il servizio navetta sarà fruibile su prenotazione, da effettuare non oltre l’8 aprile 2011, avvalendosi del numero verde 800899389 o tramite e-mail (navette.assemblee@telecomitalia.it).

Per eventuali ulteriori richieste ed informazioni sono attivi:

Normativa di riferimento
- art. 83-sexies del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58
(“Testo unico della Finanza” o “TUF”)

2) Intervento e voto per delega

a) INFORMAZIONI GENERALI
Il titolare del diritto di voto può farsi rappresentare in Assemblea mediante delega scritta, nei limiti stabiliti dalla legge (di norma: un unico rappresentante per ciascun conto su cui sono registrate le azioni oggetto di comunicazione per l’intervento in riunione).

Il delegante ha facoltà di impartire istruzioni al delegato, di revocare la delega conferita, d’indicare uno o più sostituti, di attribuire al rappresentante la possibilità di farsi sostituire da terzi.

Nelle more dell’emanazione del regolamento del Ministero della Giustizia previsto dall’art. 135-novies, comma 6, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (“Testo unico della Finanza” o “TUF”), la delega non può essere conferita in via elettronica.

Un modello di delega in lingua italiana e inglese è disponibile presso la Sede Legale della Società (dove potrà essere richiesto nei giorni feriali dalle ore 10.00 alle ore 13.00 o rivolgendosi ai seguenti recapiti: numero verde 800020220, per chiamate dall’Italia, numero +390112293603, per chiamate dall’estero, o indirizzo e-mail assemblea.azionisti@telecomitalia.it), e può essere scaricato qui in versione stampabile.

Le deleghe di voto possono essere notificate alla Società a mezzo posta all’indirizzo seguente:

TELECOM ITALIA S.p.A.
Corporate Affairs - Rif. Delega
Piazza degli Affari n. 2
20123 MILANO - Italia

nonché a mezzo fax al numero +390691864337, a mezzo e-mail all’indirizzo assemblea.azionisti@telecomitalia.it, ovvero ancora tramite il sito internet www.telecomitalia.com/assemblea.

L’inoltro della delega di voto alla Società non deve ricomprendere le eventuali istruzioni di voto impartite al delegato.

L’eventuale notifica preventiva non esime il delegato, in sede di accreditamento per l’accesso ai lavori assembleari, dall’obbligo di attestare la conformità all’originale della copia notificata e l’identità del delegante.

> Scarica il modulo di delega
(file .pdf)


Normativa di riferimento

- art. 135-novies
e art. 135-decies del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (“Testo unico della Finanza” o “TUF”)


b) RAPPRESENTANTE DESIGNATO DALLA SOCIETA'

Per l’Assemblea convocata nei giorni 9, 11 e 12 aprile 2011, Telecom Italia ha designato l’Avv. Dario Trevisan (di seguito il “Rappresentante Designato”) quale soggetto a cui l’avente diritto di voto può gratuitamente conferire delega. La delega al Rappresentante Designato ha effetto per le sole proposte in relazione alle quali siano impartite istruzioni di voto.

La delega al Rappresentante Designato è conferita mediante compilazione e sottoscrizione dell’apposito modulo, che sarà disponibile a partire dal 4 marzo 2011

  • presso la Sede Legale della Società, dove potrà essere richiesto nei giorni feriali dalle 10.00 alle 13.00;
  • nella presente sezione del sito internet, in versione stampabile (file .pdf)

Copia del modulo per il rilascio di delega al Rappresentante Designato potrà altresì essere richiesta rivolgendosi ai seguenti recapiti:

Il modulo di delega debitamente compilato e firmato dovrà pervenire all’indirizzo:

Avv. Dario Trevisan
Passaggio degli Osii n. 2
20123 - Milano

entro il 7 aprile 2011.

Entro lo stesso termine delega e istruzioni di voto sono revocabili.

A partire dal 7 marzo 2011 il Rappresentante Designato metterà a disposizione per informazioni e chiarimenti il numero verde 800134679 e la casella e-mail info@rappresentante-designato.it.

Normativa di riferimento
- art. 135-undecies del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58
(“Testo unico della Finanza”, TUF)
- art. 134 del Regolamento Emittenti Consob
(delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni)

c) SOLLECITAZIONE DI DELEGHE

Eventuali avvisi relativi a sollecitazioni di deleghe per l’Assemblea convocata nei giorni 9, 11 e 12 aprile 2011, promosse da soggetti terzi, saranno pubblicati nella presente sezione del sito internet www.telecomitalia.com/assemblea.

Ai sensi dell’art. 136 del Regolamento Emittenti Consob (n. 11971/1999 e successive modificazioni), la Società si riserva di valutare ed eventualmente pubblicare nella presente sezione del sito internet www.telecomitalia.com/assemblea eventuali prospetti e moduli di delega predisposti dai soggetti terzi che hanno promosso la sollecitazione di deleghe di voto.

La Società non è responsabile dei contenuti della suddetta documentazione.

Normativa di riferimento
- artt. 136
, 137, 138, 141, 142, 143 e 144 del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (“Testo unico della Finanza” o “TUF”)
- artt. 135, 136, 137, 138 e 139 del Regolamento Emittenti Consob
(delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni)

3) Voto per corrispondenza

Il titolare del diritto di voto nell’Assemblea degli azionisti ordinari può esercitare il voto anche per corrispondenza.

Il modulo per l’esercizio del voto per corrispondenza sarà disponibile a partire dall’11 marzo 2011 presso la Sede Legale della Società, dove potrà essere richiesto nei giorni feriali dalle ore 10.00 alle ore 13.00 oppure scaricabile di seguito, in versione stampabile.

> Scarica e stampa la scheda di voto per corrispondenza (file .pdf, 156 KB)

Copia del modulo per l’esercizio del voto per corrispondenza potrà altresì essere richiesta direttamente alla Società ai seguenti recapiti:

Nel modulo, dovrà essere indicato il numero delle azioni per cui viene esercitato il diritto di voto.

Il voto per corrispondenza è incompatibile con il rilascio di delega e deve essere esercitato direttamente dal titolare del diritto di voto.

La scheda di voto per corrispondenza contiene, per ciascuno degli argomenti all’ordine del giorno, la possibilità di indicare il voto “favorevole”, “contrario” o “astenuto”, rispetto alle proposte presentate dal Consiglio di Amministrazione, o eventualmente da altri azionisti, barrando la relativa casella. In caso di eventuale mancata espressione del voto, le relative azioni, pur rilevando ai fini della regolare costituzione dell’assemblea, non vengono computate ai fini del calcolo della maggioranza e della quota di capitale richiesta per l’approvazione delle delibere.

La busta contenente la scheda di voto debitamente compilata e firmata (da includere in una ulteriore busta chiusa, a tutela della riservatezza del voto fino allo scrutinio, come previsto dalla disciplina vigente), copia del documento d’identità di chi sottoscrive la scheda, l’eventuale documentazione idonea ad attestare la legittimazione alla sottoscrizione della medesima, la copia della comunicazione rilasciata dall’intermediario, dovrà pervenire al seguente indirizzo:

TELECOM ITALIA S.p.A.
Corporate Affairs -Rif. Voto
Piazza degli Affari n. 2
20123 MILANO - Italia

entro il giorno precedente la data di effettiva tenuta dell’Assemblea.

Nel caso ciò non avvenga, la scheda di voto non potrà essere presa in considerazione ai fini dell’Assemblea.

Con dichiarazione scritta portata all’attenzione della Società allo stesso indirizzo ed entro lo stesso termine, il voto esercitato per corrispondenza può essere revocato; il voto è revocabile altresì mediante dichiarazione espressa resa dall’interessato nel corso dell’Assemblea.

Normativa di riferimento

- art. 127 del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58
(“Testo unico della Finanza” o “TUF”)
- artt. 140, 141, 142 e 143 del Regolamento Emittenti Consob
(delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni)