Menu

Stakeholder engagement

30/05/2019 - 10:00

- + Text size
Stampa
Abbiamo raggruppato le persone e le entità che sono coinvolte nelle nostre attività (i nostri "stakeholder") in 8 categorie principali:
- clienti
- fornitori
- istituzioni
- concorrenti
- ambiente
- comunità
- risorse umane
- azionisti


Con ognuno dei nostri stakeholder abbiamo un modo differente di dialogare.

La consultazione riguarda iniziative come i sondaggi o gli osservatori con cui chiediamo ai nostri  stakeholder l’opinione e/o il gradimento su determinate iniziative.

Il dialogo invece è rappresentato da quelle iniziative di collaborazione e dialogo continuativo e stabile, ad esempio tavoli di lavoro su un tema di comune interesse, tra la nostra azienda e gli stakeholder.

Per "informazione" si intende le comunicazioni unidirezionali da TIM agli stakeholder, comprese le iniziative di formazione.
In "partnership" sono inclusi i progetti specifici che gestiamo insieme ai nostri stakeholder.

consultazione multistakeholder 2017

A fine 2017 abbiamo aggiornato e approfondito la visione esterna sulla rilevanza dei topic materiali consultando 50 autorevoli rappresentanti degli stakeholder di TIM attraverso la piattaforma collaborativa Re2N(*).
23 stakeholder hanno risposto in rappresentanza di istituzioni, fornitori, clienti, concorrenti, ambiente, comunità fornendo la loro visione rispetto ai topic più rilevanti per la strategia di TIM. Sulla stessa piattaforma nel corso del 2018 intendiamo sviluppare iniziative di stakeholder engagement e collaboration con il duplice obiettivo di rendere più fluido e continuativo il confronto e il coinvolgimento degli stakeholder, sistematizzando al contempo le iniziative che con essi vengono intraprese e di alimentare in “tempo reale” il processo di aggiornamento dell’analisi di materialità con le risultanze del confronto svolto sulla piattaforma.

(*) Società che sviluppa strumenti innovativi per la sostenibilità e il Valore Condiviso

AZIONISTI

azionisti-1000x229
Informazione-IT-300x150
AZIONE
Comunicazione finanziaria on line, attraverso il sito web del Gruppo http://www.telecomitalia.com/tit/it/investors.html ) e  Il club degli azionisti “TI Alw@ys ON”. (http://www.telecomitalia.com/tit/it/investors/shareholders/individual-shareholders/club-tialwayson.html)  fornisce importanti informazioni agli investitori individuali e al pubblico in generale (6.145 soci attivi nel 2018). (Il Gruppo TIM/Stakeholder engagement).

KEY ISSUE. Informazioni aggiornate, finanziarie e non, sul Gruppo, con la massima attenzione alle esigenze di tutte le diverse categorie di interlocutori: main stream, SRI, azionisti retail.

Dialogo-IT-300x150
AZIONE
Nel 2018 la funzione Investor Relations ha gestito oltre 500 incontri tra: conference call (4 eventi in occasione dei risultati annuali e trimestrali), road show, incontri presso le sedi istituzionali del Gruppo (reverse road show), incontri (di gruppo e individuali) principalmente con shareholder, partecipazioni alle principali conferenze di settore TLC. Il Gruppo. (Il Gruppo TIM/Stakeholder engagement e presentazioni agli investitori nel 2018)

IMPEGNO.  Ampliare la base degli investitori.

KEY ISSUE.

  • L’evoluzione del contesto competitivo Domestic, a fronte dei nuovi operatori nel mobile e nel wholesale fisso;
  • Il piano di separazione della rete di accesso fissa, e il suo potenziale impatto sulle dinamiche operative e finanziarie;
  • La disciplina finanziaria nella gestione dei costi e verso l’acquisto di contenuti video;
  • L’evoluzione della regolamentazione, a fronte di una crescente concorrenza infrastrutturale e di una conseguente differenziazione geografica del posizionamento di TIM;
  • L’asta 5G, i suoi risultati e le possibilità di gestire i costi di roll-out della nuova tecnologia;
  • La crescita dei clienti serviti con tecnologia FTTx, dei servizi convergenti e della penetrazione nella clientela Business dei servizi ICT;
  • La digitalizzazione come elemento di efficienza operativa, di miglioramento nei servizi e di sostegno del fatturato;
  • Le importanti opportunità di riduzione dei costi totali offerte dal decommissioning di componenti legacy della rete;
  • L’andamento dei CAPEX e del loro corretto dimensionamento, offrendo importanti spazi di crescita alla generazione di cassa netta;
  • Il continuo sviluppo di TIM Participações e i suoi positivi risultati;
  • Possibile sostegno al percorso di deleverage del Gruppo da opzioni inorganiche;
  • Sempre molto alto il livello di attenzione sugli argomenti di governance, e sulla possibile composizione dei contrasti emersi tra i principali soci.