Menu

Salute e sicurezza

18/04/2019 - 08:48

- + Text size
Stampa

Il modello relazionale aziendale in tema di safety, da sempre ispirato a logiche partecipative, prevede oltre 100 Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza distribuiti sull’intero territorio nazionale a cui si affiancano 5 Comitati a partecipazione mista Azienda/sindacato con funzioni specifiche in materia di salute e sicurezza dei lavoratori. Tali organismi, presenti a livello nazionale e territoriale, hanno un ruolo partecipativo e collaborativo atto a garantire analisi e confronto congiunto tra parte aziendale e parte sindacale su tutte le tematiche relative la tutela della salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

In tale contesto la funzione "Health, Safety & Environment” (HSE) supporta l’organizzazione aziendale nella gestione delle tematiche di salute, sicurezza e ambiente attraverso la valutazione dei rischi e l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione più appropriate ed in linea con lo sviluppo tecnologico.

L’individuazione e valutazione dei rischi presenti in Azienda, che rappresenta l’attività preminente dell’azione di prevenzione, è garantita attraverso il costante presidio dei processi aziendali e delle loro evoluzioni in stretto raccordo con le strutture di line. Per lo svolgimento di tale attività operano risorse interne specializzate, in grado inoltre di effettuare analisi e rilevazioni di tipo strumentale in materia di sicurezza sul lavoro (campi elettromagnetici ad alta e bassa frequenza, rumore, vibrazioni, radioattività naturale, illuminotecnica, microclima, movimentazione manuale dei carichi, ecc.).

Tra le misure di controllo applicate per l’eliminazione o il contenimento dei rischi rientrano:

  • i numerosi programmi di training in materia di salute e sicurezza, differenziati in funzione dei rischi e dei profili professionali presenti in Azienda;
  • le attrezzature e i dispositivi di protezione e/o collettivi di ultima generazione spesso progettati ad-hoc in collaborazione con le più rilevanti multinazionali presenti sul mercato;
  • le eventuali disposizioni organizzative necessarie realizzate in collaborazione con le linee che possano garantire un livello di rischio accettabile là dove questo non sia eliminabile.

Tra gli indicatori di performance maggiormente significativi per misurare l’efficacia delle azioni adottate rientrano gli esiti dell’analisi del fenomeno infortunistico, da cui si generano piani di miglioramento definititi sulla base delle cause che hanno determinato gli eventi e che possono portare all’aggiornamento della Valutazione dei Rischi aziendale.

Infortuni 2018-2016
  2018 2017 2016
Numero infortuni (esclusi in itinere) 424 481 524
Indice di gravità(*) 0,18 0,20 0,23
Indice di frequenza(*) 6,72 7,67 8,66
Durata media in ore 145,07 139,81 145,51
Indice di improduttività(*) 1,13 1,26 1,52
Infortuni x 100 lavoratori 0,98 1,08
1,21
(*) Gli indici di gravità, di frequenza e di improduttività rappresentano rispettivamente:
- i giorni convenzionali perduti nell’anno ogni mille ore lavorate;
- gli infortuni per ogni milione di ore lavorate;
- le ore perdute per infortuni ogni mille ore lavorate.
I