Tra Big Data e design Tra Big Data e design

#TIPOHack: riallacciare i giovani al circuito del lavoro

Stampa
- + Text size

NEET significa "Not (Engaged) in Education, Employment or Training". Un freddo acronimo che in Italia indica i giovani da 18 a 29 anni che sono tagliati fuori dal circuito del lavoro, ma che hanno perso ogni speranza nell'opportunità di rientrarvi. E' a loro che Fondazione TIM, in collaborazione con l'Associazione InnovaFiducia, InfoCamere e con il supporto della Camera di Commercio di Roma, ha dedicato la #TIPOhackathon che si è svolta lo scorso 18 Ottobre scorso presso il Tempio di Adriano.

I dati ISTAT (vedi figura) sono impietosi: con oltre il 24% l'Italia è il paese con la più alta percentuale di NEET nell'Unione Europea, anche se il trend è in leggera discesa. Per contrastare il fenomeno si possono percorrere varie strade: da un lato occorre ricucire, sul terreno concreto del nostro tessuto produttivo, la smagliatura che si è aperta tra giovani e mercato del lavoro, ed è questo un compito per quota parte delle istituzioni pubbliche e del sistema impresa. Dall'altro lato però, è anche importante appoggiarsi alla scuola e all'università per sviluppare campagne che non siano solo "informative", ma anche "ricostruttrici".

E' in questo solco che si inserisce TIPO, la piattaforma che rientra nel progetto pluriennale Net For Neet con il quale l’associazione InnovaFiducia ha vinto un bando di Fondazione TIM, che aveva come scopo proprio quello di considerare i giovani una risorsa ancora più preziosa in una società la cui età media è in costante aumento.  

La maratona brainstorming #TIPOHack, in cui 80 ragazzi e ragazze under 29 si sono organizzati in squadre per "riempire TIPO di idee", è stata quindi un primo momento di educazione, formazione e incrocio delle competenze realmente utili per orientarsi nella ricerca del lavoro. I partecipanti hanno dovuto seguire tre direttrici: a) come si immagina l’architettura della piattaforma, b) quali contenuti ci si aspetta di trovare c) come motivare l’engagement degli utilizzatori.

Per questo abbiamo immaginato #TIPOHack molto oltre la percezione comune del contest tra sviluppatori: è stato soprattutto un momento di costruzione di relazioni attraverso lo scambio di esperienze e contenuti. Il risultato è quindi anche quello di acquisire gli strumenti per conoscere più da vicino il mondo del lavoro e le opportunità legate a progetti di auto-imprenditorialità, come quelli realizzati dalle quasi 10mila startup innovative iscritte alle Camere di commercio. Un mondo, quello delle imprese, che oggi registra la presenza di quasi 400mila giovani ‘under’ 30 nelle posizioni di comando.

"La piattaforma TIPO è un progetto che guarda al contempo l'innovazione, l'inclusione sociale, l'utilizzo del digitale come leva abilitante: tutti elementi che in questo contesto socio-economico possono cambiare il corso del nostro destino".

Loredana Grimaldi, Fondazione TIM