L’arte stampata in 3D: Il caso Rembrandt L’arte stampata in 3D: Il caso Rembrandt

City Forecast:
uno sciame di dati per governare le nostre città

Stampa
- + Text size

Abbiamo incontrato Laura Iovieno, Digital Services/ Marketing Data Monetization Solutions in Olivetti, per raccontarci gli sviluppi delle nostre soluzioni rivolte alle Pubbliche Amministrazioni per un miglior governo in tempo reale del territorio urbano.

Le nostra città si comportano sempre più come degli organismi viventi. La buona salute di alcuni indicatori critici può avere ricadute immediate sulla popolazione, e richiede spesso decisioni rapide e soprattutto tempestivamente informate. Uno degli sviluppi più interessanti della rivoluzione digitale,  grazie alla moltiplicazione dei sensori dislocati sul territorio e la capacità di una loro rapida elaborazione, è la crescente sofisticazione degli strumenti in grado di monitorare questi indicatori: i comportamenti sociali, il consumo di energià, gli spostamenti, eccetera.

Durante l'ultima edizione del Forum PA, svoltosi a Roma lo dal 14 al 16 Maggio, sono state presentate alcune soluzioni radicalmente innovative sviluppate da TIM e Olivetti per il governo del territorio, e in particolare delle aree urbane. Si tratta di strumenti definiti di City Forecast che consentono di svolgere analisi predittive a supporto delle decisioni delle Pubbliche Amministrazioni. Facendo leva sui dati continuamente raccolti dalla Rete Mobile TIM e elaborati su mappe real-time dai sistemi e applicativi di Olivetti, queste soluzioni rappresentano una delle più immediate applicazioni verticali del filone "Smart City". Il City Forecast infatti è un settore dove le capabilities di rete di un grande operatore di telecomunicazioni come TIM, insieme alla capacità di Olivetti di gestire rapidamente enormi quantità di dati, realizzano una delle più interessanti proposizioni di valore per le amministrazioni centrali e locali.

Ne abbiamo parlato con Laura Iovieno, Responsabile Digital Services - Marketing Data Monetization Solutions in Olivetti, che è intervenuta al Forum PA per raccontare le più recenti applicazioni di questi strumenti. 

Può descriverci cosa intendiamo per soluzioni di City Forecast?

“City Forecast” è uno dei servizi standard della famiglia Tim Big Data ed è rivolto principalmente alle Pubbliche Amministrazioni. Il servizio di basa sulla raccolta, l’analisi e la valorizzazione di uno dataset più ricchi del mercato globale: quello di TIM. 

I terminali mobili, infatti, data la loro pervasività, possono essere equiparati ad una rete capillare di sensori in grado di fornire dati accurati ed in tempo reale sulla distribuzione della popolazione sul territorio e sulle dinamiche di spostamento della stessa e data la numerosità del campione in esame, la distribuzione degli utenti TIM per cella è altamente correlata con la distribuzione della popolazione.

L’offerta prevede l’acquisto di informazioni in un’area determinata (per esempio una regione, una provincia o un comune) su cui sarà possibile effettuare analisi di presenza e mobilità. L’area minima di esplorazione del dato in termini geografici è 150mtx150mt per il dato di presenza e con un intervallo temporale di analisi di 15 minuti. Il dato, debitamente anonimizzato per le normative sulla privacy, è arricchito con informazioni socio anagrafiche quali sesso, fascia di età, tipologia di contratto (business/consumer) e nazionalità.

Può raccontarci le principali applicazioni della nostra soluzione per le Pubbliche Amministrazioni?

Le analisi ottenute dal servizio City Forecast sono state usate dal Comune di Firenze per descrivere e analizzare la presenza delle persone e la loro mobilità sul territorio nel periodo aprile-settembre 2017.

Lo strumento di TIM e Olivetti è stato anche usato dal Comune di Torino per uno studio sulla mobilità urbana e per la pianificazione dei trasporti.

Anche il comune di Novara, nell’ambito del progetto “Novara Smart City” ha siglato con TIM un accordo per l’utilizzo del servizio “City Forecast”, finalizzato a dare impulso allo sviluppo digitale del territorio e proiettare così la città verso il modello di Smart City, attraverso l’individuazione di servizi e soluzioni innovative adatte a soddisfare le sempre più specifiche necessità di tutti i soggetti, pubblici e privati.

La soluzione sviluppata di TIM Business e Olivetti riguarda solo eventi critici, che richiedono decisioni rapide, o anche la pianificazione a lungo termine? Può farci degli esempi concreti in materia?

Le soluzioni Olivetti permettono alle amministrazioni locali e centrali di governare in modo più efficace i fenomeni che avvengono sul territorio. L’obiettivo è infatti quello di offrire una piattaforma di governo di tutti i fenomeni che avvengono sul territorio, raccogliendo i dati provenienti dalle diverse fonti e rendendoli disponibili non solo per identificare le emergenze e gestirle tempestivamente ma soprattutto per monitorare territorio, eventi e persone e definire azioni di marketing mirate in funzione delle analisi e per pianificare le azioni di intervento a lungo respiro.

Un ruolo centrale in questo contesto è rivestito dai dati dai quali è possibile elaborare e analizzare informazioni importanti quali il comportamento (presenza e mobilità), i dati socio-demografici, i dati ambientali, i dati provenienti dalle piattaforme social. A seconda della natura e dell’utilizzo dei sensori e dei relativi dati trattati possono essere sviluppate diverse tipologie di servizi.

Data Tourism è uno dei profili della famiglia City Forecast  che permette di analizzare e correlare la presenza di persone e turisti in una certa area, per esempio in occasione di eventi  che generano online informazioni sul sentiment (positivo, negativo o neutro) della manifestazione, identificando i segnali di probabili emergenze e gestendole in maniera proattiva. Il profilo Data Vehicular Flow Analysis che include anche il relativo traffico veicolare è un servizio pensato per le amministrazioni locali che analizza il comportamento di una determinata area geografica dettagliando percorsi, tempi di percorrenza, frequenza dei viaggi, eccetera. Gli amministratori pubblici potranno quindi ottimizzare facilmente tutti i servizi orientati alla mobilità (ZTL, trasporti pubblici e parcheggi).

Quale sarà l’impatto del 5G su queste soluzioni?

Sicuramente gestiremo i dati provenienti dagli utenti attestati sulla rete 5G e quindi manterremo la continuità del servizio indipendentemente dal tipo di rete di accesso utilizzata dagli utenti. In alcune aree specifiche dove sarà prevista una copertura 5G dedicata con celle molto piccole potremmo migliorare l’accuratezza spaziale dei rilevamenti e di conseguenza dei dati prodotti.