TIM e Comune di Ascoli: al via i primi servizi per “Ascoli Smart City”

02/04/2019 - 13:15

- + Text size
Stampa

Presentati oggi servizi e applicazioni per lo sviluppo digitale del territorio attraverso il rilancio di settori-chiave quali sicurezza, turismo e cultura

Il Comune di Ascoli e TIM hanno presentato oggi i primi servizi di Smart City già disponibili in città, finalizzati a dare impulso allo sviluppo digitale del territorio.  L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto “Ascoli Connessa”, curato dall’Amministrazione, che ha come obiettivo lo sviluppo urbano sostenibile del territorio comunale, e all’interno della strategia di TIM di porsi quale partner tecnologico delle Pubbliche Amministrazioni mettendo a disposizione infrastrutture, applicazioni e soluzioni innovative per dare impulso al modello di “città intelligente”.

L’obiettivo del progetto è migliorare la qualità della vita delle persone e garantire all’Amministrazione un maggiore controllo del territorio grazie ad un sistema di videosorveglianza evoluto a copertura cittadina, sviluppando nell’ottica di smart city la secolare vocazione turistica di Ascoli con un accesso WiFi pubblico capillare ed un ambiente cloud open source in grado di ospitare e valorizzare il nuovo portale di promozione turistica, alimentato anche dai big data della rete mobile di TIM.

I servizi che danno impulso al modello di “città intelligente” e gli interventi realtivi all’infrastruttura in banda ultralarga necessaria alla loro implementazione sul territorio sono stati illustrati oggi  dal Sindaco  di Ascoli Guido Castelli, e dal Responsabile Sales Business Centro Italia di TIM, Gaspare Monastero.  

TIM ha messo a disposizione del Comune di Ascoli un sistema di videosorveglianza cittadina “chiavi in mano” composto da 85 telecamere distribuite all’interno del perimetro cittadino, di cui 68 già installate e 17 prossime all’installazione. Le telecamere sono state posizionate principalmente nel centro storico a tutela del patrimonio artistico, mentre in periferia sono stati selezionati due siti particolari: il quartiere popolare di Monticelli e la zona adiacente a Piazza Immacolata, importante crocevia stradale a ridosso dello stadio comunale. Il progetto prevede telecamere di ultima generazione protette da eventuali atti vandalici, che consentono di ottenere il massimo della qualità d’ immagine in qualsiasi condizione di illuminazione.
E’ stata inoltre realizzata una rete Wi-Fi outdoor a copertura cittadina, corredata della fornitura di uno specifico portale per la gestione del sistema e degli accessi di cittadini e turisti.
Nell’ottica dello sviluppo dell’offerta turistica, TIM ha fornito in collaborazione con Olivetti la soluzione di big data “TIM City Forecast”. Si tratta di un innovativo servizio che, avvalendosi dei dati rilevati dalla rete mobile, permette il monitoraggio delle presenze e delle dinamiche di spostamento degli abitanti e dei visitatori della città.
Queste informazioni consentono di ottimizzare le politiche dell’Amministrazione su settori-chiave della vita urbana quali trasporti pubblici, mobilità generale, attività produttive, accoglienza e promozione del turismo, difesa del territorio e governo di eventi di interesse pubblico.
Tali dati, raccolti in maniera anonima e aggregata, potranno anche essere utilizzati per l’analisi di eventi ludici, culturali e turistici che si terranno sul territorio comunale, andando ad alimentare il portale di promozione turistica.
La complessa gestione di questi grandi volumi di informazioni è resa possibile da uno specifico ambiente cloud open source mirato alle Pubbliche Amministrazioni, e finalizzato ad ospitare il nuovo portale di promozione turistica realizzato dal Comune di Ascoli ed eventuali altre applicazioni e servizi futuri.

Tutti i nuovi servizi che vanno ad alimentare il modello di città intelligente si fondano sull’infrastruttura in fibra ottica di TIM, già pienamente operativa, che si snoda su 45 chilometri di cavi per collegare 17.200 unità immobiliari attraverso una rete di oltre 120 armadi stradali offrendo a cittadini, imprese e P.A. collegamenti ultraveloci fino a 200 Megabit al secondo in download.

Il lancio e il progressivo sviluppo dei servizi in fibra ottica è il risultato dell’investimento di TIM, pari ad oltre 2 milioni di euro, e alla fattiva collaborazione dell’Amministrazione Comunale.

Grazie a questa infrastruttura a banda ultralarga e ai servizi che abilitano il modello di Smart City, è già oggi possibile favorire la crescita digitale di Ascoli, elemento cardine per lo sviluppo del territorio dal punto di vista economico, sociale e culturale.

Tra le nostre priorità quella di garantire la sicurezza dei cittadini è stata curata con particolare scrupolo – ha dichiarato il Sindaco di Ascoli Guido Castelli - In questo senso, il restyling e l’ampliamento dei sistemi di videosorveglianza hanno rappresentato un cardine del nostro programma finalizzato a rendere Ascoli più protetta. Inoltre, grazie alla collaborazione stretta con TIM, stiamo portando avanti una serie di progetti volti a migliorare i sistemi di comunicazione del territorio. Il sistema di monitoraggio TIM City Forecast consentirà infatti di ottimizzare la pianificazione urbanistica e commerciale semplificando la gestione di eventuali eventi critici, mentre la rete Wi-Fi gratuita che nei prossimi mesi verrà attivata nel centro storico di Ascoli è la prova del grande impegno profuso dall’Amministrazione per il bene di una città sempre più proiettata al futuro”.

“TIM continua ad investire e ad essere a fianco della Pubblica Amministrazione nel processo di trasformazione digitale - ha commentato Gaspare Monastero, Responsabile Sales Business Centro Italia di TIM - e siamo orgogliosi del fatto che il processo veda coinvolte non solo le grandi aree metropolitane, ma anche le città di medie dimensioni, come Ascoli: qui la tecnologia, oltre che agevolare ai ‘city user’ l’accesso al patrimonio della città, rende il territorio più fruibile, sicuro e moderno anche per i cittadini residenti e supporta l’Amministrazione Comunale nella sua gestione”.

 

Ascoli, 2 aprile 2019