Leo Gassmann si racconta su TIMMUSIC e presenta il suo nuovo album “Strike” in un podcast esclusivo

04/03/2020 - 15:15

- + Text size
Stampa

L’intervista sarà disponibile dal 5 marzo anche su TIMVISION

Leo Gassmann, arriva oggi su TIMMUSIC con un podcast esclusivo in cui racconta il suo album “Strike” uscito a febbraio per Universal anticipato dal primo singolo “Vai bene così” vincitore della Sezione Nuove Proposte della 70 edizione del Festival di Sanremo 2020.
Il giovane cantautore romano studia musica fin da quando era un bambino, ha frequentato il Conservatorio per cinque anni specializzandosi in chitarra classica e solfeggio, sostenuto dalla mamma che ha sempre creduto nel suo talento.
“Strike” è l’album di esordio di Leo Gassmann con cui conferma sia le sue doti di cantautore pop con sonorità anglo-americane, che una grande intensità interpretativa nonostante la sua giovane età.
Nel brano “Mr. Fonda” Leo Gassmann affronta anche il tema della morte omaggiando il celebre attore americano  e amico di famiglia che ha conosciuto negli ultimi otto anni della sua vita.

La musica è una passione, qualcosa di puro, è il modo di esprimere le mie emozioni” dice Leo Gassmann.

L’intervista sarà disponibile dal 5 marzo anche su TIMVISION, la tv on demand di TIM.

 

                                                                            ***

 

TIMMUSIC, la piattaforma di TIM dedicata alla musica in streaming, permette di ascoltare oltre 30 milioni di brani di tutti i generi, creare playlist personali o ascoltare quelle proposte dall’App, trovare podcast e contenuti esclusivi, album e singoli anche in anteprima, scoprire le classifiche settimanali e condividere tutto sui principali social network.  L’App TIMMUSIC è disponibile su tutti gli store per tutti, anche per clienti di altri operatori mobili. I clienti TIM, con un’offerta dati attiva, non consumano Giga e possono fruire del servizio fino ad esaurimento del bundle dati dell’offerta mobile, se il servizio è utilizzato su rete mobile TIM e su territorio italiano. In roaming il traffico dati associato all’utilizzo del servizio è addebitato in base al profilo tariffario dati.

 

 

Roma, 4 marzo 2020