INWIT: ESAMINATA E APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2019

05/03/2020 - 20:15

- + Text size
Stampa

►    IL FATTURATO SI ATTESTA A 395,4 MILIONI DI EURO IN AUMENTO DEL 4,5% RISPETTO AL 2018. ESCLUDENDO ALCUNI RICAVI NON RICORRENTI (ONE-OFF) IL FATTURATO È PARI A 385 MILIONI (+2,9%).

►    L’ EBITDA CONFRONTABILE A PARITA’ DI PRINCIPI CONTABILI AMMONTA A 226,8 MILIONI DI EURO IN AUMENTO DEL 5,3% (4,9% AL NETTO DEI RICAVI ONE-OFF) RISPETTO ALL’ESERCIZIO 2018.

►    L’ EBITDA MARGIN CONFRONTABILE È PARI AL 57,4% (56,9% NEL 2018).

►    L’EBIT CONFRONTABILE AMMONTA A 209 MILIONI DI EURO IN AUMENTO DEL 4,4% (+4% AL NETTO DEI CITATI RICAVI ONE-OFF RISPETTO ALL’ESERCIZIO 2018).

►    L’ UTILE NETTO CONFRONTABILE AMMONTA A 146,4 MILIONI DI EURO CON UN INCREMENTO DEL 4% (+3,5% AL NETTO DEI ONE-OFF).

►    IL RECURRING FREE CASH FLOW: 156,6 MILIONI DI EURO (+1,5% RISPETTO AL 2018).

►    L’INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO (DA RACCOMANDAZIONI ESMA) È PARI A 712,1 MILIONI DI EURO (COMPRENDENDO IN PARTICOLARE L’INCREMENTO DI 640 MILIONI DERIVANTE DALL’APPLICAZIONE DELL’IFRS16). ESCLUDENDO TALE IMPATTO L’INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO CONFRONTABILE È PARI A 72,4 MILIONI DI EURO (48 MILIONI NEL 2018).

►    L’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONVOCATA PER IL 6 APRILE 2020 PER APPROVAZIONE BILANCIO 2019.

►    PROPOSTA DI DISTRIBUZIONE DIVIDENDO PER 126,746 MILIONI DI EURO.

►    APPROVATO PER LA PRIMA VOLTA IL PIANO DI SOSTENIBILITÀ 2020/2022.

 

 

Il Consiglio di Amministrazione di Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. (INWIT), riunitosi oggi 5 marzo 2020 sotto la presidenza di Enrico Maria Bignami, ha esaminato e approvato il progetto di Bilancio della Società al 31 dicembre 2019.

 

Risultati al 31 dicembre 2019

 

L’adozione del principio contabile IFRS16, come già evidenziato nei precedenti resoconti intermedi e dettagliatamente descritto nell’apposito paragrafo, ha modificato la composizione dei principali indicatori economici e patrimoniali.

 

Per l’esercizio 2019 si evidenzia quanto segue:

 

  • I RICAVI si attestano a 395,4milioni di euro, in aumento rispetto allo stesso periodo 2018 (378,5 milioni di euro) del 4,5%. Occorre precisare che nei periodi in oggetto sono presenti dei ricavi one-off. In particolare, per l’esercizio 2019, sono pari a 10,1 milioni di euro (quantificazione dell’indennizzo a favore di INWIT previsto dal meccanismo di manleva all’interno del contratto MSA per gli anni 2015/18), mentre per l’esercizio 2018 ammontano a 3,9 milioni di euro (penali per mancata ospitalità). Al netto di tali partite, il confronto con lo stesso periodo 2018 evidenzia una crescita che si attesta al 2,9%.

  • L’EBITDA ammonta a 349,8 milioni di euro, in aumento del 62,4% rispetto all’esercizio 2018 (in crescita del 63,1% escludendo sia i già citati ricavi one-off sia i costi one-off relativi al progetto Daphne - integrazione con Vodafone Towers - pari a 5,3 milioni di euro). Tale valore beneficia, per un importo pari a 122,9 milioni di euro, dell’adozione del principio contabile IFRS 16 in applicazione del quale, con riferimento ai contratti di locazione passiva che non costituiscono prestazione di servizi, non si rilevano più i canoni di locazione fra i costi per acquisti di beni e servizi ma deve essere rilevata, nella situazione patrimoniale-finanziaria, una passività di natura finanziaria, rappresentata dal valore attuale dei canoni futuri, e nell’attivo il diritto d’uso dell’attività presa in locazione, ammortizzato lungo la probabile durata contrattuale. Inoltre, l’EBITDA di dicembre 2019 è influenzato dall’impatto negativo di oneri non ricorrenti per complessivi 0,6 milioni di euro (costituiti dagli oneri e dagli accantonamenti per esodi agevolati).

  • L’EBITDA confrontabile dell’esercizio 2019 – predisposto utilizzando i precedenti principi contabili - ammonta a 226,8 milioni di euro in aumento del 5,3% (4,9% al netto dei citati ricavi/costi one-off) rispetto all’esercizio 2018. L’incidenza sui ricavi (EBITDA MARGIN) è pari al 57,4% (56,9% nel 2018).

  • L’EBIT è pari a 219,8 milioni di euro con un incremento del 9,7% (+9,5% invece escludendo i citati ricavi/costi one-off) rispetto allo stesso periodo 2018; l’EBIT confrontabile del 2019 ammonta a 209 milioni di euro in aumento del 4,4% (+4% al netto dei citati ricavi/costi one-off) rispetto all’esercizio 2018.

  • L’UTILE si attesta a 139,3 milioni di euro, in diminuzione dell’1% rispetto allo stesso periodo 2018 (-1,7% invece escludendo i citati ricavi/costi on-off); il risultato del periodo confrontabile del 2019 ammonta a 146,5 milioni di euro in aumento del 4% (+3,5% al netto dei citati ricavi/costi one-off) rispetto al corrispondente 2018.

  • I dati del solo Quarto Trimestre 2019 evidenziano, a valori confrontabili rispetto al corrispondente periodo 2018, un rilevante incremento in tutti i suoi principali indicatori: +11,3% dell’EBITDA, +10,4% dell’EBIT, +8,6% del risultato di periodo.

  • Gli INVESTIMENTI INDUSTRIALI del periodo sono stati pari a 64,8 milioni di euro in aumento di 3 milioni di euro rispetto all’ esercizio 2018 (61,8 milioni di euro).

  • L’ INDEBITAMENTO FINAZIARIO NETTO è pari a 712,1 milioni di euro, comprendendo in particolare l’incremento di 640 milioni di euro derivante dall’applicazione del nuovo principio contabile IFRS 16 (Leasing). Escludendo tale impatto, l’Indebitamento Finanziario Netto risulta pari a 72,4 milioni di euro, in aumento rispetto al 31 dicembre 2018 (48,1 milioni di euro).

 

Si è registrato nel corso dell’anno anche un marcato incremento del numero dei tenants, grazie all’allargamento della base clienti non solo agli operatori mobili, ma a nuove realtà in grande espansione con un bisogno crescente di connettività (FWA e IoT): questo ha portato all’aumento del CO-TENANCY RATIO a 1.95x (numero cliente per sito).


                                                                    ******

 

“Con l’approvazione del Bilancio 2019 si chiude una fase della storia di INWIT. A quattro anni dalla nascita e dalla quotazione in Borsa, possiamo vantare risultati eccellenti – ha sottolineato l’Amministratore Delegato, Giovanni Ferigo -. La società non solo ha allargato la propria customer base attraverso le nuove ospitalità ad altri operatori e ai nuovi attori delle tlc che utilizzano tecnologie e applicazioni diverse come il Fixed Wireless Access (FWA) o i servizi dell’Internet of Things (IoT), ma via via ha saputo valorizzare ancor di più le proprie infrastrutture di elevata qualità cogliendo le diverse opportunità tecnologiche emergenti e quindi ponendosi come leader in Italia nella realizzazione di Small Cell e di Distributed Antenna System (DAS).

 

Oggi INWIT, forte di questa sua esperienza di successo – ha annunciato Ferigo - si appresta a intraprendere una nuova fase che la vedrà come big player del processo di consolidamento del settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni. La nostra società sarà l’abilitatore di soluzioni innovative, dalle smart cities, all’industria 4.0, alle coperture indoor nelle aree e negli edifici con grande affollamento accelerando la diffusione del 5G e contribuendo in questo modo allo sviluppo del Paese. Questo accresciuto ruolo di INWIT nel panorama industriale italiano ci impone anche una nuova e più accentuata attenzione alla sostenibilità ambientale delle nostre attività. Per la prima volta la società – ha concluso l’Amministratore Delegato - presenterà un Piano triennale di Sostenibilità con precisi obiettivi da raggiungere tra quelli fissati dall’ONU, con iniziative per il benessere dei dipendenti, per l’utilizzo di energie pulite e per l’acquisto di prodotti e servizi a basso impatto ambientale”.



                                                                    ******

 

EVENTI SUCCESSIVI AL 31 DICEMBRE 2019

 

Il Consiglio di Amministrazione, tenutosi in data 6 febbraio 2020, ha convocato in data 20 marzo 2020 l’Assemblea degli Azionisti per deliberare la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione di INWIT, che entrerà in carica alla data di efficacia dell’operazione di fusione con Vodafone Towers.

 

                                                                    ******

 

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE PER L’ESERCIZIO 2020

 

Il mercato delle infrastrutture wireless prosegue nel suo percorso di profonda trasformazione e di crescita della domanda di servizi da parte degli operatori mobili e di altri operatori di reti radio.

 

Gli operatori mobili devono aumentare i loro Punti di accesso ai Servizi per espandere la copertura del 4G e predisporsi al percorso dal 4G al 5G.

 

I provider di Accesso Fisso Wireless stanno inoltre ampliando le loro reti per espandere la copertura e migliorare la qualità del servizio offerto ai clienti.

 

Altri operatori di reti radio come i provider di IoT e di “Public Safety” sono già sul mercato e si prevede l’ingresso di nuovi soggetti specializzati su specifiche relazioni prodotto/mercato grazie agli innovativi modelli d’uso resi possibili dal 5G. Queste dinamiche di mercato, unite alla crescente disponibilità degli operatori a condividere elementi infrastrutturali di rete, portano INWIT a prevedere un’ulteriore crescita del business tradizionale e una forte accelerazione nei nuovi business.

 

Con riferimento all’operazione di integrazione con Vodafone Towers, l’Assemblea dei soci di Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. (“INWIT”), riunitasi il 19 dicembre scorso sotto la presidenza di Piergiorgio Peluso, ha approvato - nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 49, comma 1, lett. g), del Regolamento Emittenti ai fini dell’esenzione OPA (c.d. procedura di white-wash) - la fusione mediante incorporazione di Vodafone Towers S.r.l. (“VOD Towers”) in INWIT (“Fusione”) con il 99,9% dei voti degli azionisti di minoranza. Nella stessa data anche l’Assemblea dei soci di Vodafone Towers ha approvato la fusione.

 

La stipula dell’atto di fusione (“Atto di Fusione”) è sospensivamente condizionata all’avveramento (o alla rinuncia) di talune condizioni sospensive (ivi inclusa l’approvazione dell’operazione da parte della competente Autorità Antitrust).                                                                                                  

 

APPROVATO PIANO DI SOSTENIBILITA’ 2020/2022

 

Per la prima volta INWIT si è dotata di un Piano di Sostenibilità triennale, a testimonianza dell'impegno dell'azienda in materia di sviluppo sostenibile, confermando in tal modo il proprio contributo alla generazione di valore sostenibile nel medio-lungo termine per tutti gli stakeholders. Il Piano di Sostenibilità, allineato rispetto ai Sustainable Development Goals (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, si articola in obiettivi, azioni e target misurabili, e sarà progressivamente implementato nel corso dell’anno e in quelli successivi.

 

Tra gli obiettivi del piano triennale figurano:

 

  • L’inserimento dei target del Piano di Sostenibilità nel sistema di valutazione, assicurando che tutti i dipendenti partecipino ad iniziative di formazione e sviluppo delle competenze, con iniziative volte a promuovere il benessere dei dipendenti, la conciliazione tra vita privata e vita lavorativa e la salute e sicurezza;

 

  • Contributo all'ammodernamento delle infrastrutture del Paese e all'adozione di tecnologie abilitanti strategiche, sostenibili e resilienti: INWIT sviluppa un’infrastruttura tecnologicamente avanzata e di qualità: DAS, Small Cell, fibra e sensoristica in una prospettiva di riduzione degli impatti ambientali, garantendo l'affidabilità e la resilienza della propria infrastruttura.

  • Energia “pulita”: INWIT si impegna a migliorare l'efficienza energetica dei siti e degli apparati, inizialmente con progetti pilota, attivando meccanismi di compensazione delle emissioni dirette di Gas Serra, assicurando la corretta gestione dei rifiuti prodotti.

  • INWIT acquista prodotti e servizi a basso impatto ambientale, verificando le certificazioni di prodotto, impiegando una fornitura dell'energia elettrica (industriale, civile) ottenuta da fonti rinnovabili certificate.

 

                                                                    ******

 

AUTORIZZAZIONE EMISSIONE PRESTITI OBBLIGAZIONARI

 

Il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato la costituzione di un Programma di emissione di Euro Medium Term Notes (Programma EMTN) per un ammontare complessivo fino a 3 miliardi di euro. Il Programma consiste in una piattaforma documentale e contrattuale per l’emissione di obbligazioni, scaglionate nel tempo, secondo i programmi di finanziamento della Società e le opportunità di mercato, da collocare presso investitori qualificati.

 

Inoltre il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato l'emissione di uno o più prestiti obbligazionari non convertibili (anche in più tranches) a valere sul Programma EMTN, per un nozionale complessivo di 2 miliardi di euro o l'equivalente in altre divise, da collocare presso investitori istituzionali operanti principalmente in Europa. I titoli emessi potranno essere quotati presso uno o più mercati regolamentati e non regolamentati (c.d. sistemi multilaterali di negoziazione). Entrambe le iniziative sono rivolte alla preparazione del rifinanziamento sul mercato dei capitali, in tutto o in parte, del debito bancario approntato per il servizio dell’integrazione con Vodafone Towers.

 

                                                                    ******

 

PIANO LTI 2018/2020: CESSAZIONE ANTICIPATA

 

In relazione al Piano di azionariato di lungo termine (LTI 2018/2020) approvato dall’Assemblea degli Azionisti in data 13 aprile 2018 e alla luce del progetto di fusione con Vodafone Towers, il Consiglio di Amministrazione, in coerenza con quanto previsto dal Regolamento del Piano, ha deliberato di procedere all’attribuzione delle Azioni ai Beneficiari al perfezionamento della citata fusione, in via anticipata rispetto alla scadenza naturale.

 

                                                                    ******

 

TEMATICHE DI CORPORATE GOVERNANCE

Il Consiglio di Amministrazione ha accertato la permanenza dei requisiti di composizione dell’organo nella sua collegialità, oltre che dei requisiti d’indipendenza ai sensi del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana e dell’art. 148 del Testo Unico della Finanza in capo a sei degli undici Consiglieri (Francesca Balzani, Enrico Maria Bignami, Laura Cavatorta, Luca Aurelio Guarna, Filomena Passeggio e Secondina Giulia Ravera).

 

Il Consiglio ha altresì ricevuto informazione da parte del Collegio Sindacale che lo stesso ha verificato, nella riunione del 2 marzo 2020, la permanenza dei requisiti per la carica e accertato l’indipendenza di ciascuno dei suoi componenti, anche in base ai criteri previsti dal Codice di Autodisciplina delle società quotate e ha completato il proprio processo di autovalutazione circa il funzionamento dello stesso Organo.

 

                                                                    ******

 

CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

 

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di convocare l’Assemblea degli azionisti per il giorno 6 aprile 2020 h. 15:00 (unica convocazione) presso l’auditorium di Rozzano (Milano), viale Toscana n. 3, per deliberare in merito al Bilancio al 31 dicembre 2019, alla destinazione dell’utile e alla Relazione sulla remunerazione. In seguito alle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione viene modificato il Calendario Finanziario limitatamente alla data di svolgimento dell’Assemblea dei soci per l’approvazione del Bilancio 2019.

 

Bilancio

All’Assemblea sarà proposta l’approvazione del bilancio d’esercizio di INWIT S.p.A. che evidenzia un utile netto di 139,3 milioni di Euro.

 

Destinazione dell’utile
All’Assemblea sarà proposto di destinare l’utile netto dell’esercizio 2019 alla distribuzione in favore degli Azionisti, a titolo di dividendo, di un importo complessivo di 126.746.400 euro riportando a nuovo la parte residua. Il dividendo sarà pari a 0,132 euro per ognuna delle 960.200.000 azioni ordinarie in circolazione dopo il perfezionamento della fusione di VOD Towers in INWIT, fermo restando che ove la fusione si dovesse perfezionare dopo la record date, il dividendo sarà pari a 0,211 euro per ognuna delle n. 599.777.882 azioni ordinarie in circolazione a quella data (al netto delle n. 222.118 azioni ordinarie detenute dalla Società). Al riguardo si precisa che non saranno acquistate dalla Società ulteriori azioni ordinarie prima della payment date. Il “pay out ratio”, del 91%, risulta sostanzialmente in linea con quello relativo all’esercizio 2018. Gli importi saranno messi in pagamento a favore degli aventi diritto a partire dal 20 maggio (payment date), sulla scorta delle evidenze dei conti di deposito titoli al termine della giornata contabile del 19 maggio (record date); la data di stacco cedola sarà il 18 maggio.

Relazione sulla Politica in Materia di Remunerazione 2020 e sui Compensi Corrisposti
Agli Azionisti verrà presentata la relazione sulla Politica in materia di Remunerazione 2020 e sui Compensi Corrisposti ai sensi dell’art. 123-ter del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58. L’Assemblea sarà chiamata ad esprimersi con deliberazione vincolante sulla prima sezione della relazione relativa alla politica della Società in materia di remunerazione dei componenti gli organi di amministrazione e dei dirigenti con responsabilità strategiche per l’esercizio 2020. Si precisa che la Politica descritta in materia di remunerazione 2020 potrebbe subire modifiche in conseguenza del perfezionamento della predetta operazione di fusione e quindi dell’adozione e implementazione del “piano combined” di INWIT e Vodafone Towers; tali eventuali modifiche, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 123-ter del TUF, saranno sottoposte al voto dei soci.



                                                                    ******


CONFERENCE CALL COMUNITA’ FINANZIARIA

 

I risultati economici e finanziari di INWIT al 31 dicembre 2019 verranno illustrati alla comunità finanziaria durante una conference call che si svolgerà il 9 marzo alle ore 14 (ora italiana). I giornalisti potranno seguire telefonicamente lo svolgimento della presentazione, senza facoltà di effettuare domande, collegandosi al numero: +39 06 33444.

La presentazione a supporto della conference call sarà preventivamente resa disponibile sul sito della Società www.inwit.it nella sezione Investitori.

 

                                                                    ******

 

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili-societari, Rafael Giorgio Perrino, dichiara, ai sensi del comma 2, art. 154 - bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

 

Disclaimer

 

Il presente comunicato contiene elementi previsionali su eventi e risultati futuri di INWIT che sono basati sulle attuali aspettative, stime e proiezioni circa il settore in cui INWIT opera e sulle attuali opinioni del management. Tali elementi hanno per loro natura una componente di rischio ed incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. Si evidenzia che i risultati effettivi potranno differire in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori tra cui: condizioni economiche globali, impatto della concorrenza, sviluppi politici, economici e regolatori in Italia.

INWIT utilizza, in aggiunta agli indicatori finanziari convenzionali previsti dagli IFRS, alcuni indicatori alternativi di performance, al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economica e della situazione patrimoniale e finanziaria. In particolare, gli indicatori alternativi di performance si riferiscono all’ EBITDA e all’indebitamento finanziario netto ESMA. Il significato è illustrato nella Relazione sulla gestione al 31 dicembre 2019.

 

 

Milano, 5 marzo 2020