Vertice esecutivo e key managers - politica di remunerazione

27/03/2019 - 14:00

- + Text size
Stampa

Amministratori Esecutivi - Presidente 

Si riporta di seguito la descrizione del pacchetto retributivo stabilito dal Consiglio di Amministrazione in data 24 luglio 2018 e 20 febbraio 2019:

  • Componente fissa
    Per le funzioni di Presidente è determinata su base annua in 600.000 euro lordi. Il Presidente non è destinatario dei compensi per la carica di Consigliere di Amministrazione né per quella di componente il Comitato Strategico (ex art. 2389 I comma c.c.)
  • Componente variabile 
    Al Presidente è attribuito un trattamento di fine mandato, di importo pari a 400.000 euro lordi, condizionato alla valutazione della sua efficacia nella carica, qualora per ciascuno degli esercizi 2019 e 2020 in sede di Board Review venga espressa una valutazione positiva di almeno 4 su 5. Tale componente non è pertanto legata ai risultati economici conseguiti dalla Società e non è soggetta a clawback. Inoltre, il Presidente non è destinatario di piani di incentivazione azionari.
  • Trattamento di severance
    Non è stato contrattualizzato alcuno specifico trattamento di severance 
  • Benefit
    Il Presidente non usufruisce dei benefici previsti per la generalità della dirigenza top della Società; è previsto solo il rimborso delle spese sostenute per lo svolgimento della carica, ai sensi dello Statuto.                    

Amministratori Esecutivi - Amministratore Delegato

Si riporta di seguito la descrizione del pacchetto retributivo stabilito dal Consiglio di Amministrazione (su proposta e parere conforme del Comitato per le nomine e la remunerazione) in data 18 novembre 2018, all’atto dell’assunzione con qualifica di Direttore Generale e del conferimento dell’incarico di Amministratore Delegato al Dottor Luigi Gubitosi:

  • Componente fissa

Remunerazione Annua Lorda fissa

Per il rapporto dirigenziale, con mansione di Direttore Generale, è fissato un importo annuo lordo pari a € 1.000.000.

Emolumento fisso (ex art. 2389 I comma c.c.)

Per le funzioni di Amministratore Delegato è determinato su base annua in 400.000 € lordi. L’Amministratore Delegato non è destinatario dei compensi per la carica di Consigliere di Amministrazione, né di componente il Comitato Strategico (ex art. 2389 I comma c.c.).

  • Componente variabile a breve termine
    Per ciascun esercizio di carica, è assegnata all’amministratore Delegato una componente variabile di breve periodo, correlata al raggiungimento degli obiettivi fissati annualmente dal Consiglio di Amministrazione, nella misura target (100%) di € 1.400.000 lordi; è applicata una scala parametrale che riconosce un premio pari al 50% del target in caso di raggiungimento del livello minimo, fino ad un premio pari al 150% del target in caso di raggiungimento dell’obiettivo al livello massimo.

Il Consiglio di Amministrazione in data 21 febbraio 2019 ha elaborato – su proposta del Comitato per le nomine e la remunerazione, e in coerenza con l’architettura generale, - i seguenti obiettivi d’incentivazione per l’MBO 2019:

Obiettivi

Peso Min (% tgt) Tgt

Max (% tgt)

TIM Group EBITDA GATE

30% 95% Bdg 105%
TIM Group Operating Free Cash Flow 30% -12% Bdg +12%

TIM Group Services Revenues

15% -2% Bdg

+2%

TIM Group Net Financial Position Adj

15% +2,5% Bdg -2,5%

Progetto di massimizzazione del valore

dell’infrastruttura di rete fissa di TIM

10%

Valutazione delle milestone di avanzamento del

Progetto a cura del Consiglio di Amministrazione

Per il 2019 si conferma l’obiettivo gate EBITDA TIM Group, il cui raggiungimento a livello minimo costituisce condizione di accesso a tutti gli obiettivi incentivati, con l’effetto che il suo mancato conseguimento non consente l’erogazione del bonus. Per l’Amministratore Delegato il livello minimo dell’obiettivo gate è fissato al 95% del valore posto a livello target.


Nei tre anni successivi al pagamento del premio potrà essere attivata la clausola di clawback delle somme
erogate, come da policy.

  • Componente variabile di lungo termine
    Per il biennio 2019-2020 è stato assegnato all’Amministratore Delegato il Piano Long Term 2018-2020. Il target annuale di partecipazione al Piano è pari al 200% della componente fissa; in funzione del grado di raggiungimento degli obiettivi di performance, il premio maturato può traguardare il 350% della componente fissa per ciascun anno di partecipazione al Piano. La corresponsione di tale forma di remunerazione è soggetta ad un differimento (lock up) di due anni successivi alla maturazione delle azioni, correlata al raggiungimento dei parametri di performance. Tale forma di remunerazione è soggetta a clausola di  clawback. Per maggiori dettagli relativi al Piano LTI 2018-2020 si rinvia al documento informativo dell’iniziativa consultabile all’indirizzo internet www.telecomitalia.com
  • Trattamento di severance
    Come da policy, in caso di cessazione del rapporto di Amministrazione senza giusta causa è prevista la corresponsione di un’indennità pari ai compensi spettanti sino alla naturale scadenza del mandato, con un massimo di 24 mensilità. Lo stesso limite, in aggiunta al preavviso, trova applicazione rispetto al recesso dal contratto di lavoro dipendente.
  • Benefit
    In relazione al rapporto di lavoro dirigenziale l’Amministratore Delegato usufruisce dei benefici previsti per la dirigenza della Società (copertura sanitaria attraverso l’assistenza sanitaria integrativa dei dirigenti del Gruppo Telecom Italia; copertura previdenziale integrativa attraverso l’adesione al Fondo Pensione Complementare Dirigenti Gruppo Telecom Italia; coperture assicurative per infortuni professionali/extraprofessionali, vita e invalidità da malattia; autovettura aziendale ad uso promiscuo; check up). L’Azienda è inoltre coperta da una “polizza per rischi professionali” per tutti i propri Directors & Officers.

Remunerazione dei Dirigenti con Responsabilità Strategiche

I Dirigenti con Responsabilità Strategiche, ossia coloro che hanno il potere e la responsabilità, direttamente o indirettamente, della pianificazione, della direzione e del controllo delle attività del Gruppo Telecom Italia, compresi gli Amministratori, alla data del 21 febbraio sono così individuati:

 

Amministratori:

Luigi Gubitosi Amministratore Delegato e Chief Executive Officer di Telecom Italia S.p.A. (1)
Direttore Generale (1)

Dirigenti:

Sami Foguel

Chief Executive Officer Tim Brasil

Mario Di Mauro

Responsabile Innovation & Customer Experience (2)

Lorenzo Forina

Chief Revenue Office (3)

Carlo Nardello Chief Strategic Development & Transformation Office (4)
Agostino Nuzzolo Responsabile Legal and Tax (5)

Piergiorgio Peluso

Responsabile Administration, Finance and Control

Elisabetta Romano

Chief Technology Office (6)

Luciano Sale

Responsabile Human Resources & Organizational Development (7)

Stefano Siragusa

Chief Wholesale Infrastructures Network & Systems Office (8)

Anna Spinelli

Responsabile Procurement Unit & Real Estate (9)

[1] Dal 18 novembre 2018

2 dal 7 gennaio 2019; fino al 6 gennaio Responsabile di Strategy, Innovation & Quality

3 dal 18 gennaio 2019, data in cui le preesistenti funzioni Chief Business & Top Clients Office – affidata a Lorenzo Forina - e Chief Consumer Office – affidata a Stefano Azzi – vengono superate.

4dal 20 febbraio 2019

5 dal 7 gennaio 2019; fino al 6 gennaio Responsabile di Legal, Regulatory & Tax

6dal 1° luglio  2018

7dal 5 febbraio 2019; precedentemente la responsabilità della funzione era attribuita a Riccardo Meloni

8dal 12 Aprile 2018; fino all’11 Aprile Chief TIM Infrastrucures Office

9 dal 3 settembre 2018

La struttura del pacchetto retributivo dei Dirigenti con Responsabilità Strategiche, ad esclusione di Presidente e Amministratore Delegato, per il 2019 è così costituito:

  • Componente fissa

L’indirizzo per il 2019 è di mantenere tendenzialmente le retribuzioni in linea con le prassi di mercato, prevedendo criteri selettivi di adeguamento della remunerazione fissa.

  • Componente Variabile a Breve Termine (MBO)

Il piano di incentivazione annuale per il 2019 è collegato al raggiungimento di una combinazione di obiettivi predefiniti:

a) obiettivi aziendali di natura economico-finanziaria;

b) obiettivi strategici correlati al Piano Industriale.

 

La ripartizione degli obiettivi aviene descritta nella tabella seguente:

Obiettivi Peso
TIM GROUP EBITDA (GATE)

30%

TIM GROUP SERVICES REVENUES

 

TIM GROUP OPERATING FREE CASH FLOW

 

TIM GROUP NET FINANCIAL POSITION

20%

 

 

20%

 

10%

1 STRATEGIC OBJECTIVE 20%

Anche per il 2019 è previsto un obiettivo gate che -  al livello minimo - costituisce condizione di accesso all’intero sistema incentivante. Per i Dirigenti con Responsabilità Strategica il livello minimo dell’obietto gate è fissato al 95% del valore posto a livello target.

La scala parametrale di apprezzamento degli obiettivi riconosce un premio pari al 50% del valore target assegnato in caso di raggiungimento del livello minimo, fino ad un premio pari al 150% del target assegnato in caso di raggiungimento pari o superiore al livello obiettivo massimo.

Ogni obiettivo viene misurato singolarmente, quindi sono possibili combinazioni diverse dei livelli di raggiungimento degli obiettivi, per l’apprezzamento dei quali si utilizzerà il meccanismo di interpolazione lineare.

Il sistema MBO dei Dirigenti con Responsabilità Strategiche prevede un valore target annuo fino ad un massimo del 50 % della retribuzione fissa.

Nei tre anni successivi al pagamento potrà essere attivata la clausola di clawback delle somme erogate, come da apposito Regolamento aziendale.

  • Componente Variabile a Lungo Termine

Ai Dirigenti con Responsabilità Strategica è stato assegnato il Piano Long Term 2018-2020, descritto a pag. 9, con un target  annuale di partecipazione pari al 75% della componente fissa; in funzione del grado di raggiungimento degli obiettivi di performance, il premio maturato può traguardare il 112,5% della componente fissa per ciascun anno di partecipazione al Piano.

La corresponsione di tale forma di remunerazione è soggetta ad un differimento di due anni (lock up) successivi alla maturazione delle azioni, correlata al raggiungimento dei parametri di performance. 

Tale forma di remunerazione è soggetta a clausola di  claw-back.

  • Special Award

Lo Special Award 2016-2019 è stato superato nel 2017. 

Alcuni Dirigenti con Responsabilità Strategiche sono stati destinatari dello Special Award e riceveranno il bonus maturato nel 2016, a seguito dell’approvazione del Bilancio 2019. 

Lo Special Award è soggetto a clausola di  claw-back. 

  • Trattamento di severance

Sono previsti i trattamenti applicabili in virtù di norme di legge, CCNL e accordi individuali (escluso sempre i casi di licenziamento per giusta causa). Tale trattamento può raggiungere, includendo l’eventuale indennità di mancato preavviso, un numero massimo di 36 mensilità di Retribuzione Globale (Retribuzione Annua Lorda + MBO). 

Sarà cura dell’Amministratore Delegato individuare le risorse che – per rilevanza e strategicità del ruolo ricoperto – possono essere destinatarie del trattamento di severance, alla quale – di volta in volta – potrà associarsi un patto di non competition.

  • Benefit

Sono riconosciuti benefit analoghi a quelli previsti per la generalità della dirigenza aziendale: autoveicolo ad uso promiscuo, polizze assicurative (infortuni professionali, vita e invalidità da malattia), copertura sanitaria integrativa, fondo pensionistico integrativo e Check Up. L’Azienda è inoltre coperta da una “polizza per rischi professionali” di tutti i propri Directors & Officers.