Menu

Comitato nomine e remunerazione

08/04/2019 - 16:30

- + Text size
Stampa

Ai sensi dei Principi di Autodisciplina di Telecom Italia il Comitato per le nomine e la remunerazione è composto da Amministratori non esecutivi, la maggioranza dei quali indipendenti, fra cui almeno un Consigliere tratto da una lista di minoranza presentata a norma di Statuto. Almeno un membro del Comitato possiede adeguate competenze in materia contabile e finanziaria o di politiche retributive.

Il Presidente del Collegio Sindacale o altro Sindaco di volta in volta da questi designato partecipa ai lavori del Comitato, ferma comunque la facoltà degli altri Sindaci di partecipare alla riunione.

Attribuzioni e responsabilità

Il Comitato, che assomma – in base a considerazioni di efficienza operativa – i compiti e le responsabilità attribuiti dal Codice di Borsa al comitato nomine e al comitato remunerazione, ai sensi dei documenti di governance in vigore inoltre:

  • presidia il piano di successione degli Amministratori Esecutivi e monitora l’aggiornamento delle tavole di rimpiazzo del management aziendale, a cura degli Amministratori Esecutivi;
  • condivide preventivamente con gli Amministratori Esecutivi le decisioni di competenza dei medesimi in ordine alla nomina dei managers a loro riporto diretto e alla designazione dei Chief Executive Officers delle controllate di maggiore rilievo;
  • definisce modalità e tempi di effettuazione della valutazione annuale del Consiglio di Amministrazione;
  • propone i criteri di riparto del compenso complessivo annuo stabilito dall’Assemblea per l’intero Consiglio;
  • esprime pareri sull’attribuzione di compensi ad Amministratori, Sindaci e dirigenti strategici, che non si configurino come operazioni con parti correlate escluse; 
  • svolge gli ulteriori compiti a esso attribuiti dal Consiglio di Amministrazione.

Nel corso del 2018 il Comitato ha definito la programmazione delle proprie attività, in funzione dello svolgimento dei compiti affidati, e le riunioni sono state 14 (di cui 10 a valle del rinnovo del Consiglio di Amministrazione), per una durata media di 1 ora, con un tasso di partecipazione complessivamente pari a circa il 97%.

Nel 2018 il Comitato, fra l’altro: ha definito il riparto del compenso del Consiglio di Amministrazione quale stabilito dall’Assemblea del 4 maggio 2018; ha istruito il trattamento economico del Presidente del Consiglio di Amministrazione; ha gestito il processo di successione dell’Amministratore Delegato Amos Genish e la proposta di trattamento economico del suo sostituto Luigi Gubitosi; ha definito le modalità realizzative e la selezione del consulente esterno per la board evaluation 2018. Per ulteriori informazioni sull’operatività del Comitato, si rinvia alla Relazione sulla Remunerazione.

Il Comitato (alle cui riunioni assiste il Presidente del Collegio Sindacale o altro Sindaco da questi delegato, ferma la possibilità di partecipazione di tutti i Sindaci) ha la possibilità di accedere alle informazioni e alle funzioni aziendali necessarie per lo svolgimento dei suoi compiti, invitando di volta in volta i manager responsabili delle tematiche oggetto di discussione. Non sono state assegnate al Comitato risorse finanziarie di ammontare predeterminato, ma lo stesso ha la possibilità di attivare autonomamente consulenti esterni. Avvalendosene, ha nominato quale proprio consulente generale Mercer Italia, dopo averne accertato l’indipendenza rispetto alla Società.

Per ulteriori informazioni sull’operatività del Comitato in relazione alla politica di remunerazione 2018, si rinvia alla Relazione sulla Remunerazione.

In data 4 maggio 2018 l'Assembela degli Azionisti ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione che nella riunione del 16 maggio 2018 ha ricostituito i Comitati interni.  

 

Per ulteriori informazioni contattare:
Telecom Italia S.p.A.
Corso d’Italia n. 41
00198 Roma
Tel. +39.06.36881
Email: corporate.affairs@telecomitalia.it