Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

I big data per governare la città

Gli strumenti di City Forecast consentono di svolgere analisi predittive a supporto delle decisioni delle Pubbliche Amministrazioni. Leggi di più

Lettera dell'AD agli stakeholder
Bilancio di Sostenibilità 2019

Le reti di telecomunicazioni rappresentano il sistema nervoso delle società moderne, un sistema complesso e capillare, sensibile ai progressi digitali di un’intera economia. Per questo le imprese di telecomunicazioni giocano un ruolo fondamentale nella crescita del tessuto economico e sociale di un Paese.
Su reti e servizi digitali sostenibili, inclusivi, attenti all’ambiente, cresce un sistema economico e sociale sostenibile.

Come azienda leader del Paese possiamo fare la differenza, agendo sull’ambiente, sul sociale e sui sistemi di governance per contribuire concretamente con il nostro operato a rendere la società, le famiglie e le aziende più solide. Dalla consapevolezza di questo, e dalla responsabilità che ne deriva, è nato un piano industriale triennale che mette al centro i temi della sostenibilità.

I punti cardine del piano, individuati in coerenza con i Sustainable Development Goals, gli obiettivi prioritari scelti dall’Assemblea Generale dell’ONU, sono tre: sviluppo di infrastrutture sostenibili; servizi per migliorare la sostenibilità delle imprese e semplificare la vita dei cittadini; valorizzazione e sviluppo del capitale umano.
Lavoreremo ad ammodernare le reti e offrire data center sempre più efficienti perché questo porterà a un notevole risparmio energetico, non solo per il Gruppo ma anche per i clienti che usufruiscono delle nostre piattaforme e dei nostri servizi. Potenzieremo il ricorso a fonti di energia più pulite che in prospettiva permetterà una stabilizzazione dei costi sottostanti. In sintesi, meno energia e anche energia più pulita; una politica energetica che coinvolgerà l’Azienda e i clienti. Il nostro obiettivo è ambizioso: raggiungere la carbon neutrality nel 2030.

Innovazione e sostenibilità insieme ci orienteranno nella scelta e nello sviluppo di nuovi servizi. L’internet delle cose cambierà sempre di più il modo di operare delle aziende consentendo una maggiore automazione di processi a rischio, e il controllo per l’utilizzo efficiente di risorse come l’acqua, il gas e l’energia. Continueremo a sviluppare servizi legati alla mobilità, con l’obiettivo di fornire alle amministrazioni e ai cittadini informazioni rilevanti per migliorare la mobilità.
Il 5G darà un ulteriore importante contributo a nuovi servizi di localizzazione, manutenzione e assistenza, anche grazie alla robotica e ai Big Data. I servizi di security e di data protection dei nostri clienti, insieme ai servizi “cloud”, renderanno più solide le aziende italiane.

Per lo sviluppo del capitale umano, punteremo ancora di più sulla formazione con iniziative per coinvolgere giovani e talenti, job rotation, percorsi di crescita professionale, acquisizione di nuove competenze, valorizzazione delle diversità.
Il nostro sforzo non guarda solo alle persone TIM ma a tutti componenti della società: cittadini, imprese ed istituzioni. In questa direzione si muove Operazione Risorgimento Digitale, un grande programma di formazione aperto a tutti gli Italiani. Nato come una scuola digitale itinerante per toccare le 107 province, a seguito dell’emergenza Coronavirus, è stato ripensato e arricchito con una serie di iniziative per permettere a tutti sfruttare le potenzialità del digitale in risposta alla crisi.
Perché il valore di TIM crescerà quanto più il nostro Gruppo saprà influire positivamente nella vita dei cittadini, nell’organizzazione delle nostre città e nella relazione tra le Istituzioni e i cittadini.

Il nostro impegno verso i temi della responsabilità d’impresa, vissuti come parte integrante delle nostre strategie, ha trovato conferma anche quest’anno, per il sedicesimo anno consecutivo, nell’inserimento nel Dow Jones Sustainability Index Europe, che si affianca alla presenza in altri importanti indici mondiali, tra cui il FTSE4Good e Euronext Vigeo Eiris. Come ulteriore importante dimostrazione del lavoro svolto il Gruppo TIM, per il secondo anno consecutivo, è stato confermato nell’indice Refinitiv, riconoscimento che attesta l’impegno del Gruppo sul fronte dell’inclusione.
Continuiamo a credere, dopo quasi vent’anni dalla firma del Global Compact delle Nazioni Unite, che per crescere in modo responsabile sia fondamentale allineare le proprie strategie a principi universali quali la salvaguardia dei Diritti Umani, la valorizzazione del lavoro, la protezione dell’ambiente e la lotta alla corruzione.

Il ruolo che abbiamo sempre ricoperto e vogliamo continuare a svolgere per lo sviluppo economico e sociale, non può prescindere dalle difficoltà che il nostro Paese sta affrontando in questo momento. La crisi sanitaria ci coinvolge e ci tocca tutti da vicino. Lo stato di emergenza impone importanti cambiamenti e trasformazioni al nostro modo di vivere quotidiano.
È ancora troppo presto per valutare con precisione gli impatti economici e sociali di quanto sta accadendo, ma è indubbio che le conseguenze si faranno sentire. L’unica cosa di cui possiamo essere certi è che TIM c’è e ci sarà.
Continueremo a intervenire in modo assolutamente tempestivo e proattivo, con le nostre infrastrutture, i nostri tecnici, i servizi, per combattere insieme ai cittadini e al Paese.

   

Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato