Futuro sostenibile

Contribuiamo allo sviluppo sostenibile dei Paesi in cui operiamo, con infrastrutture di rete e servizi digitali innovativi, condividendo le nostre competenze e know how. Approfondisci

Ultimi Comunicati Stampa

Leggi gli ultimi comunicati stampa e naviga nell'archivio dell'Ufficio Stampa del Gruppo TIM

TIM e le persone LGBT+: le vie dell'inclusione

La presenza ai Pride, la collaborazione con Parks, la storia di Valentina, prima moglie LGBT+ e poi mamma. Leggi di più

La vita sulla nuvola di TIM

Il cloud permette a chiunque di accedere alla massima capacità informatica. Una tecnologia che apre la strada a infinite soluzioni e applicazioni. Leggi di più

TI Sparkle: esito udienza del 2 marzo 2010


02/03/2010 - 17:43

Con riferimento alle indagini in corso da parte della Procura di Roma, Telecom Italia Sparkle informa che si è conclusa con un rinvio l’udienza in camera di consiglio avanti al GIP Aldo Morgigni per decidere sulla richiesta di nomina di un commissario giudiziale, ai sensi del D.lgs 231/01.

Il Consiglio di Amministrazione della Società ha già deliberato di conferire ad un terzo indipendente, dotato dei necessari requisiti di competenza e professionalità, l’incarico, tra l’altro, di svolgere una verifica del sistema di controllo interno e del Modello Organizzativo 231.

La Società comunica inoltre che, in coerenza con quanto previsto nel citato Modello Organizzativo, i dipendenti indagati sono stati tutti cautelativamente sospesi; gli indagati che all’epoca dei fatti ricoprivano la carica di amministratori in Telecom Italia Sparkle hanno, nel frattempo, lasciato il Gruppo.  

La Società ha prestato e continuerà a prestare la più ampia collaborazione all’Autorità Giudiziaria per la ricostruzione della vicenda, verificando puntualmente e senza indugio eventuali responsabilità.

Roma, 2 marzo 2010

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008

In relazione a dichiarazioni apparse su alcune agenzie di stampa in seguito ad un incontro tenuto oggi con le rappresentanze sindacali dall’Amministratore Delegato Franco Bernabé, Telecom Italia smentisce fermamente che nel corso dell’incontro sia stato fatto alcun riferimento da parte dello stesso Amministratore Delegato alla politica dei dividendi, ad aumenti di capitale o alla sostenibilità del debito.


15 febbraio 2008