RACCONTO

tweet
“#wehaveadream #felicità E' condividere una coperta sul divano. Quando fuori piove. E quando dentro il cuore hai l'amore.

MARIA ANTONIETTA GATTO@widgetball

 Una coperta per due

Che giornata! Una riunione sulla previsione del costo del personale, il completamento della richiesta di cassa integrazione straordinaria e, tanto per gradire, una testimonianza come terzo convenuto in tribunale.

E il solito mal di testa di tensione era in agguato con l'aura luminosa pulsante all'occhio destro.

“Casa, casa, voglio andare a casa” pensava mentre guidava nervosamente.

A cena non aveva parlato dell'ufficio ma Luca, suo marito, sapeva leggere i segni non verbali del suo corpo e aveva notato quel modo ripetuto di stringere le labbra .

“Ti piacerebbe andare al cinema?” le aveva proposto mentre sparecchiava.

La risposta della donna fu un sorriso stanco, pieno di gratitudine, accompagnata da:”Grazie, caro, devo ricontrollare un report...”

Più tardi, mentre Elena era intenta al suo lavoro, Luca la chiamò.

“Vieni, Elena, basta lavoro,vieni a sederti sul divano vicino a me”

La prima risposta che le era salita alle labbra era stata “Ma non capisci?

Devo...” poi, alzando lo sguardo, aveva visto il plaid sul divano.

E un ricordo le tornò prepotentemente in mente.

Lei e Luca, tanti anni prima, quando erano due ragazzi innamorati, fermi a guardare la pubblicità della Somma.

Un uomo e una donna, con gli occhi chiusi e un sorriso di beatitudine, si tenevano abbracciati sotto una coperta a quadri rossi.

Quante volte l'avevano guardata, quella pubblicità! E sempre con il desiderio di poter stare, un giorno, abbracciati allo stesso modo, sotto una coperta, a condividere tepore e progetti di vita.

Il ricordo, la coperta a quadri, Luca.

“Ma stupida donna” si disse, “che ti serve la carriera, il successo, se...”

“ Eccomi, Luca” rispose, prendendo il plaid per andare ad abbracciare il suo amore sul divano.

E fuori pioveva.

iovivoconnesso a #wehaveadream su telecomitalia.com