RACCONTO

tweet
Fede? Dove sei? Sono ore che ti cerco! - Si era spento il cellulare, mami. Tra un'ora sono a casa. #abbifede #fede #wehaveadream

CINZIA CRAUS@cinzia_craus

 Fede (finché c’è).

- Fede? Dove sei? Sono ore che ti cerco!
- Si era spento il cellulare, mami. Tra un'ora sono a casa.


Tra un’ora sono a casa. Si era spento il cellulare, mami. Neanche scusa, non serve più neanche quello, e ci vuole tempo a digitare una parola in più. Di meno a dirla forse. Ma oggi telefonarsi, parlarsi, sentirsi, scambiarsi le voci, è difficile quasi quanto scambiarsi le mani, la pelle, gli odori. Messaggi. Messaggi, chat, social, mail, parole. Parole su parole la cui distanza temporale segna i confini dell’attenzione, o della disattenzione, della presenza o dell’assenza, dell’affetto o della dimenticanza. E della mancanza.

Fede. Tua figlia.

Ma anche Giulio.
Giulio lui. Lui che in pochi giorni o in poche ore ti è entrato nella testa, nell’anima, nei respiri.
Con una chat. Con delle parole. Con fiumi di parole a pioggia sopra di te e le tue giornate vuote e senza sogni, senza desideri, senza voli, senza speranza, senza fede. E senza Fede anche, che ormai è grande e non ha più bisogno della tua presenza, della tua costanza, di te.
Come non ne ha più bisogno Marco, suo padre.
Come non ha più bisogno nessuno.
“Non mi accadrà mai.”
Non mi accadrà mai dicevi, quando ascoltavi queste storie e inorridivi.
La pelle, dico, la pelle, l’odore, parte da qui l’amore, dai sensi, dagli occhi, dall’udito, non c’è altro modo, non può esserci.
E dall’altro lato di una chat può esserci chiunque, anche un muro, come fai a sentirlo, a volerlo, a sognarlo, a desiderarlo? Ad amarlo.
Un muro.
Giulio lo hai amato.
Lo hai amato così tanto da fare a pezzi il mondo, il tuo.
La tua famiglia, il tuo lavoro, i tuoi amici, te.
Contro quel muro ad aspettare quelle sue parole, la pioggia delle sue parole su di te.
Che non ci sono più adesso.
Adesso che tu non esisti più.

Fede tra un’ora è a casa.
Preparale la cena, finché c’è.

iovivoconnesso a #wehaveadream su telecomitalia.com