RACCONTO

tweet
@telecomitaliaTw #wehaveadream temo che la #libertà sia schiava delle sue troppe forme. Non esiste la #libertà. Esistono le #libertà.

ROBERTO FIDEL@robi_fidel

 La libertà non esiste

Avevo sempre pensato che fosse un uomo libero. Sembrava che tutto gli riuscisse naturale, che non avesse vincoli, che nessuna persona, circostanza o convinzione potessero costringerlo a dire ‘non posso’. C’era solo lui, la sua eterna sensazione di essere in sintonia: tutto facile, gli bastava non opporsi al naturale manifestarsi delle cose, gli bastava lasciarle libere. E così facendo si convinceva che era questo che voleva, che se avesse voluto scegliere diversamente, perché un uomo libero può scegliere, lo avrebbe fatto non per capriccio, ma solo per allentare una tensione nascosta, per ristabilire l’equilibrio libero e naturale del mondo. Se turbava qualcuno si convinceva che questo risolvesse un accordo più ampio. Se qualcuno lo turbava lo sapeva accettare, convinto che da qualche altra parte un freno si fosse allentato, una finestra fosse stata aperta, un coperchio sollevato, e che tutto andasse come doveva, senza altre regole. Lui comunque poteva scegliere, purché non si sentisse obbligato a farlo. Ma un uomo libero non ha figli, non ha madri né padri, non ha desideri. In questo non è libero. Anche un uomo libero, per essere tale, deve rinunciare a qualche libertà. Una libertà più piccola, certo, solo una delle tante libertà. Perché nemmeno la libertà è libera, schiava com’è di tutte le libertà, grandi e piccole, che la compongono: la libertà di non essere imprigionati, la libertà di godere dei propri diritti, la libertà economica, la libertà religiosa, la libertà sessuale, la libertà di pensiero. Se una di queste manca non c’è libertà. E’ per questo che la libertà non esiste. Esistono le libertà. L’universo che si liberamente espande non può scegliere di contrarsi. Avevo sempre pensato a lui come a un uomo libero e ora finalmente vedevo con più chiarezza da cosa era libero e di cosa invece era schiavo. Con gli anni siamo diventati amici, la mia ammirazione non è venuta meno, anzi la mia maggiore capacità di riconoscere anche le sue debolezze mi ha portato a riconoscerci alcuni sofferti aspetti comuni. Le cose del mondo continuano ad agitarsi, e gli uomini che si sentono liberi continuano a lasciarle andare, ma io temo che ogni cosa in realtà sia libera di fare solo quello che può e non quello che vuole.

iovivoconnesso a #wehaveadream su telecomitalia.com