RACCONTO

tweet
Sbucciati torniamo vivi #wehaveadream #libertà

ELISA BURATTI@elibu_elibu

 In sintesi

Nella dinamica dell'idea del capolavoro, a cinque anni, l'immagine che aveva era già chiara. La sua vita doveva essere il suo capolavoro come l'uovo della Madonna dell'uovo di Pier della Francesca. Inutile girarci intorno e prenderla da distante: era il caso di cominciare subito. Il tuorlo, teoricamente, avrebbe dovuto esserci già tutto, morbido, caldo, pastoso, pulsante di arancione arrossato. Beh certo, l'uovo dev'essere gallato, fecondo. Di giorno sembrava sopito ma di notte rivendicava il suo vivere e si faceva sentire nell'attimo dell'addormentamento. Proprio quando la griglia esterna si ritirava era finalmente possibile sentirlo forte e caldo come un'onda di lava che diventava man mano uno zabaglione accompagnandola nel sonno. Durò un po' di anni. Poi se lo dimenticò. Subdolamente ritornava nei dittonghi studiando Pirandello, nella geometria sacra scoperta ovunque, nella tavolozza dei colori di Goethe, nel ripetersi. Ma si era addormentata mentre l'uovo cominciava a crearsi. Ne fece, ne disse, ne creò per cinquant'anni vivendo dentro a tutto e mai fuori da tutto. Stanca, mentre creava un poncho a maglia, si ritrovò l'uovo tra le mani, caldo, suo. Lei. Sorridendo cominciò a capire che vivere era stato meraviglioso e che non avrebbe potuto raccontarlo se non a chi, come lei, avesse creduto nel capolavoro dell'uovo.

iovivoconnesso a #wehaveadream su telecomitalia.com