Menu

Report di sostenibilità

09/06/2016 - 16:45

- + Text size
Stampa
GRI-2016

Anche quest'anno il Bilancio di Sostenibilità ha ottenuto dalla Global Reporting Initiative (GRI) l’attestazione di conformità ai principi dello Standard G4, “opzione Comprehensive” (che rappresenta il livello più esaustivo di disclosure previsto dalla linee guida GRI).

La Global Reporting Initiative, fondata nel 1997 dal CERES (Coalition for Environmentally Responsible Economy), è da anni il principale organismo mondiale per la definizione degli indicatori e dei contenuti per la rendicontazione della performance di sostenibilità.

Per conseguire questo importante risultato, TIM ha raccolto circa 500 indicatori (Key Performance Indicator – KPI) quantitativi e qualitativi.

Anche quest'anno il processo di analisi di materialità è stato condotto seguendo i requisiti richiesti dalla GRI G4 con lo scopo di individuare quei topic che più risultano rilevanti in relazione agli impatti socio-ambientali ed economici che le attività di business generano all’interno e all’esterno dell’organizzazione.
A tale scopo il processo di stakeholder engagement è stato arricchito con l’organizzazione di un forum multistakeholder per consentire a TIM di ricevere contributi che tenessero conto delle diverse prospettive e allo stesso tempo riportassero una visione già integrata e mediata delle diverse aspettative e priorità. L’assegnazione delle priorità delle tematiche emerse, ha condotto a individuare le tematiche materiali oggetto di disclosure.  

La strategia di Corporate Shared Value e le 3 aree strategiche

Nel corso del 2015 abbiamo fatto evolvere la Corporate Social Responsibility verso il concetto di Corporate Shared Value (CSV – valore condiviso d’impresa) con l’obiettivo di collegare i risultati economico-finanziari con il progresso sociale creato attraverso la risposta ai bisogni espressi dalle realtà in cui il Gruppo opera.

In particolare, tramite la definizione del modello di CSV - TIM Shared Value Model - sono state identificate tre aree di intervento e di misurazione, confermate dalle risultanze della matrice di materialità. La struttura del Bilancio è stata organizzata quindi sulle aree cosi definite:

  • digitalizzazione, connettività e innovazione sociale
  • tutela dell’ambiente
  • cultura digitale

All’interno delle tre aree sono stati inseriti i primi 17 progetti, misurati tramite il TIM Shared Value Model in Italia e in Brasile.