Menu

Tutela della privacy e protezione dei dati personali

23/05/2017 - 15:30

- + Text size
Stampa
Customer promise

Per assicurare la protezione dei dati personali nello svolgimento delle attività d’impresa, TIM si è dotata dal 2003 di un modello organizzativo articolato, nel quale si colloca la funzione Privacy che presidia, a livello di Gruppo, la corretta applicazione della normativa di settore (D.Lgs. 196/03, c.d. “Codice Privacy”). In questo contesto, in occasione della costituzione o dell’acquisizione di nuove società, la Capogruppo assicura anche il supporto necessario per individuare e realizzare gli adempimenti necessari.

Il recepimento delle disposizioni di legge e delle indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali è assicurato tramite il costante aggiornamento delle normative e policy di Gruppo. Tra queste è particolarmente significativo il “Sistema delle regole per l’applicazione della normativa privacy nel Gruppo TIM” che definisce le disposizioni e le indicazioni operative per ogni adempimento di interesse e che nel corso del 2015 è stato completamente rivisto ed aggiornato, in funzione della evoluzione normativa e della introduzione di nuovi servizi per la clientela.

Un'importante evoluzione del quadro normativo di riferimento è rappresentata dalla pubblicazione del Regolamento UE n. 2016/679, il 4 maggio 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali (c.d. “General Data Protection Regulation” o GDPR), che diventerà efficace negli Stati membri a partire dal 25 maggio 2018.

Tale Regolamento apporterà diverse innovazioni, ad esempio:

  • armonizzazione della normativa, con regole comuni direttamente applicabili in tutta la UE;
  • applicabilità anche a soggetti extra-UE che trattano, per determinate finalità, i dati di persone nella UE;
  • accountability dei soggetti che trattano i dati (adempimenti in materia di privacy impact assessment, privacy by design, documentazione delle attività, ecc.);
  • introduzione del concetto di pseudonimizzazione dei dati e regole relative;
  • introduzione della figura del Data Protection Officer;
  • rilevanza economica delle sanzioni previste in caso di violazioni.

Nella seconda metà del 2016, TIM ha avviato la pianificazione delle azioni di adeguamento, al fine di realizzare i nuovi adempimenti e garantire la conformità dei trattamenti di dati personali entro il termine previsto di maggio 2018. In particolare, è previsto l’avvio di un gruppo di lavoro interfunzionale per definire le iniziative di adeguamento nel dettaglio, tenendo conto del contesto tecnologico ed organizzativo e delle attività di business; inoltre, TIM partecipa attivamente alle task force dedicate in ambito GSMA e Confindustria.

 

Nel rispetto di quanto previsto dal Garante per la protezione dei dati personali, TIM ottempera anche all’obbligo prescritto dall’art.96 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche di fornire le prestazioni di giustizia all’Autorità Giudiziaria o alla Polizia Giudiziaria da essa delegata. 

Nel corso del 2016 sono state acquisite ed evase 584.613 richieste di questa tipologia.