Menu

L'assurance del nostro bilancio di sostenibilità

30/03/2018 - 15:45

- + Text size
Stampa

A partire dal 1999 i nostri bilanci di sostenibilità sono sottoposti al parere di revisori esterni.
Dal 2009 il Bilancio è redatto secondo i tre principi dell'AA1000 AccountAbility Principles Standard (APS) 2008:

  • inclusività: identificazione degli stakeholder e delle loro aspettative e sviluppo di strategie di coinvolgimento volte a migliorare la performance di sostenibilità dell'azienda;
  • materialità: individuazione delle tematiche significative per l'organizzazione e per i suoi stakeholder;
  • rispondenza: capacità dell’Azienda di tener conto e rispondere alle aspettative degli stakeholder nell’ottica di massimizzare la loro soddisfazione

Il Bilancio di Sostenibilità del 2017 risponde agli obblighi previsti dal D.Lgs. 254/2016 circa la comunicazione di informazioni non finanziarie.
Nel 2017 la società di revisione PricewaterhouseCoopers (PwC) ha verificato l’aderenza del Bilancio di Sostenibilità agli Standard del GRI (Global Reporting Initiative) e al suddetto standard AA1000.

Inoltre a fronte dello statement incluso nel Bilancio al paragrafo "Il Gruppo TIM - Corporate Governance - Riferimenti", con il quale il Gruppo informa sul fatto che il proprio sistema di gestione della sostenibilità prende in considerazione la norma ISO 26000:2010, PwC ha effettuato appositi approfondimenti seguendo il programma di lavoro contenuto nel documento Prassi di riferimento UNI "Responsabilità sociale delle organizzazioni - Indirizzi Applicativi alla UNI ISO 26000" UNI/PdR 18:2016

l lavoro dei revisori è consistito nello svolgimento di procedure, tra cui:

  • comparazione tra i dati e le informazioni di carattere economico-finanziario riportati nel Bilancio e i dati e le informazioni inclusi nel bilancio consolidato del Gruppo al 31 dicembre 2015 e 2016
  • analisi, tramite interviste, del sistema di governo e del processo di gestione dei temi connessi allo sviluppo sostenibile inerenti la strategia e l'operatività di TIM S.p.A.
  • analisi del processo di definizione degli aspetti significativi rendicontati in bilancio per le diverse categorie di stakeholder;
  • approfondimenti sulle pratiche e iniziative attualmente in corso nelle Società Italiane della Business Unit Domestic coerenti con quanto previsto dalle linee guida UNI ISO 26000:2010
  • analisi delle modalità di funzionamento dei processi che sottendono alla generazione, rilevazione e gestione dei dati quantitativi inclusi nel Bilancio.

In questo ambito sono state svolte:

  • interviste e discussioni con i delegati di TIM S.p.A., Sparkle, INWIT S.p.A., Persidera s.p.A., TIM Participações S.A., TIM S.A. e TIM Celular (TIM Brasil) al fine di raccogliere informazioni circa il sistema informativo, contabile e di reporting in essere per la predisposizione del Bilancio
  • analisi a campione della documentazione di supporto alla predisposizione del Bilancio, per la valutazione dei processi in atto e del funzionamento del sistema di controllo interno per il corretto trattamento dei dati;
  • analisi del processo di coinvolgimento degli stakeholder;
  • ottenimento della lettera di attestazione, sottoscritta dal legale rappresentante di TIM S.p.A., sulla conformità del Bilancio ai principi sopra citati.