Menu

Tax policy

10/05/2017 - 16:15

- + Text size
Stampa

Nel Gruppo TIM la gestione e la condotta delle tematiche fiscali si ispirano ai principi contenuti nel Codice Etico e di Condotta del Gruppo.

La responsabilità fa capo alla Direzione Fiscale, che riporta al Chief Financial Officer, ed ha come principale compito la gestione delle tematiche fiscali.

Tale gestione comprende principalmente:

  • gli adempimenti fiscali, in termini di diretta esecuzione, o di supervisione
  • il supporto, in termini di consulenza fiscale, alle attività del Gruppo TIM
  • la difesa delle società del Gruppo TIM, nei casi di contenzioso fiscale
  • l’ottimizzazione del carico fiscale
  • l’attiva contribuzione alle discussioni di natura tecnica, a livello internazionale e nell’ambito degli organismi e delle istituzioni internazionali, su tematiche di politica fiscale (tanto generali, quanto legate allo specifico settore)


In termini generali, TIM ritiene che la piena trasparenza nei confronti delle amministrazioni finanziarie faccia parte dei propri doveri di contribuente, anche in termini di responsabilità sociale.
Nello stesso tempo, TIM ritiene che il pieno rispetto degli obblighi fiscali, da parte di tutte le imprese che competono sui vari mercati, costituisca non soltanto un dovere di tutti i contribuenti, ma anche una condizione necessaria per l’affermarsi di un contesto di fair competition,  tra imprese che si confrontano, e competono, sui medesimi mercati.

L’impegno alla trasparenza si riflette nell’operatività del Gruppo TIM in campo fiscale, nei termini sotto riportati.

Nel dettaglio, la Direzione Fiscale di TIM:

  • si caratterizza per un atteggiamento non aggressivo, mirato all’ottimizzazione del carico fiscale attraverso la piena cooperazione e trasparenza con le  amministrazioni finanziarie, anche con il ricorso ad accordi fiscali preventivi e l’adozione di piani di cooperazione rafforzata, o adempimento collaborativo con le amministrazione finanziarie (quando piani di questo tipo possono essere attivati)
  • si impegna a garantire una conformità totale a tutte le regole, e tutte le leggi in campo fiscale
  • si impegna a non costituire società localizzate in paradisi fiscali
  • si impegna a non adottare schemi, né piani finalizzati all’elusione fiscale
  • si impegna a prevenire il rischio  che una società del Gruppo possa essere involontariamente coinvolta in attività fraudolente svolte da soggetti terzi, con possibili conseguenze fiscali per le quali una società del Gruppo potrebbe essere considerata responsabile

In aggiunta, la Direzione Fiscale di TIM da un lato diffonde il contenuto dei propri principi all’interno del Gruppo, dall’altro lato monitora, e mitiga i rischi fiscali che potrebbero insorgere nell’ambito delle attività in campo fiscale.

In questo senso, le attività nel settore fiscale sono incluse nei sistemi, e nelle procedure generali di controllo del rischio, adottate dal Gruppo, così come nelle attività e nei programmi generali di Audit e di Compliance.

La Società indica regolarmente, nell’ambito dei bilanci annuali, le voci e le spese di natura fiscale.

TIM – Cash Out per imposte sul reddito 2013 - 2016 (Euro/milioni)
  2013 2014 2015 2016
TIM S.p.A. – Totale 759 352 253 144
Business Unit Brasil 112 60 60 52
Altre Società (*) -8 15 50 22
Gruppo TIM
863 427 363 218

* Per il 2016 la suddivisione è di circa 13,6 m.ni Euro in Olanda, 7,3 m.ni Euro in altri Paesi dell'Unione Europea e 1,4 m.ni Euro in altri Paesi non dell'Unione Europea

Codice Etico di TIM

Il Codice Etico rappresenta la nostra carta dei valori e fonda il corpus di principi cui ispiriamo il nostro agire per una conduzione degli affari eticamente orientata, trasparente, corretta e leale.

Codice Etico, scopri di più e scarica il documento