Menu

La matrice di materialità e lo standard AA1000

30/05/2017 - 17:00

- + Text size
Stampa

Secondo la definizione dello AA1000 AccountAbility Principles Standard, la materialità è "l’identificazione dei temi importanti per un’organizzazione e i suoi stakeholder".

La matrice di materialità è un modo di rappresentare i temi che hanno impatto economico, reputazionale o ambientale sulla nostra azienda, incrociandoli con il livello di interesse che quei temi hanno per i nostri stakeholders.

La matrice di materialità che abbiamo adottato in TIM è stata sviluppata attraverso una metodologia che ha incluso:

  • l’analisi della percezione degli stakeholder
  • l’analisi della stampa e degli altri mezzi di informazione
  • interviste con i manager
  • considerazioni sviluppate all’interno della funzione di sostenibilità di TIM.

La matrice di materialità viene rivista e aggiornata su base annuale.


FILTRA PER TEMA:
Full matrix
Tutela ambientale
Persone
Digitalizzazione
Cultura digitale
FILTRA PER SDGs:

Clicca sul tema o SDG di tuo interesse per evidenziare le attività collegate

Il processo di analisi di materialità: come funziona

Anche nel 2016, TIM ha condotto il proprio processo di analisi di materialità seguendo i requisiti delle linee guida GRI G4 con lo scopo di individuare quei temi che più risultano rilevanti in relazione agli impatti socio-ambientali ed economici che il business del Gruppo genera all’interno e all’esterno dell’organizzazione.

Identificazione delle tematiche rilevanti

Attraverso una prima attività di analisi e confronto delle varie fonti informative nazionali ed internazionali, pubbliche e non pubbliche, interne ed esterne al Gruppo e un benchmark delle pratiche di settore, TIM ha verificato che le tematiche emerse nel 2015 fossero valide anche per il 2016.

Dopo questa prima fase di analisi, TIM è stata in grado di confermare la lista di tematiche rilevanti, rappresentative delle seguenti macro aree:

  • impatti economici diretti e indiretti;
  • business ethics e promozione dei Diritti Umani;
  • gestione responsabile della catena di fornitura;
  • gestione dei rischi e Public Policy;
  • posizionamento sul mercato e protezione dei clienti;
  • gestione responsabile delle risorse umane, promozione della diversity, delle pari opportunità e della salute e sicurezza dei lavoratori;
  • compliance con la normativa nazionale e internazionale;
  • iniziative a favore delle Comunità locali;
  • gestione responsabile delle risorse energetiche e dei rifiuti.

Assegnazione delle Priorità

La fase di assegnazione delle priorità delle tematiche emerse ha condotto a individuare le tematiche materiali oggetto di disclosure. In questa fase, TIM ha valutato l’importanza delle tematiche emerse sia dal punto di vista esterno sia dal punto di vista interno all’azienda. Quest’ultimo è stato fornito dalle principali funzioni aziendali grazie alla verifica puntuale delle tematiche oggetto di analisi.

Nel 2016, l’aggiornamento della valutazione di rilevanza dal punto di vista esterno è stato realizzato attraverso una specifica attività di ascolto degli stakeholder, il forum multi stakeholder, al fine di cogliere in modo diretto le percezioni di autorevoli rappresentanti dei portatori di interesse del Gruppo.
Durante il forum, che ha visto il coinvolgimento di quasi 40 rappresentanti delle principali categorie di stakeholder esterni, sono stati sottoposti ai partecipanti i temi materiali per la strategia dell’azienda al fine di individuarne un ordine di importanza. Gli stakeholder, suddivisi in tavoli di lavoro tematici sulla base dei loro interessi e competenze, hanno espresso il loro parere in relazione ai temi trattati nel tavolo di appartenenza; l’utilizzo di scale parametriche quali-quantitative ha garantito uniformità di valutazione.

L’analisi dei risultati ha prodotto i dati necessari per elaborare la dimensione "rilevanza degli stakeholder" della matrice di materialità. Il grafico sopra riportato rappresenta le sole tematiche rilevanti sia per gli stakeholder sia per TIM.
Per completezza di informazione, per l’azienda sono materiali anche i temi:

  • performance economica e finanziaria;
  • gestione delle risorse energetiche.

La salute e la sicurezza dei lavoratori, come la gestione dell’organico, possono in apparenza sembrare temi materiali solo per lo stakeholder dipendenti. Tali temi, in realtà, coinvolgono direttamente la PA e le comunità dove il Gruppo opera e indirettamente tutti gli stakeholder che vengono in contatto con i dipendenti del Gruppo.

Validazione

La validazione dei temi e dell’intero processo di analisi di materialità è stata effettuata dalla Direzione CSV che si è avvalsa del supporto di SCS Consulting per la rilevazione delle percezioni attraverso la partecipazione ai tavoli di lavoro e alla condivisione dei risultati tra i partecipanti al forum. La Governance della Direzione CSV è esposta nel paragrafo Governance della Sostenibilità del Bilancio.

Review

È previsto che la fase di review venga svolta come attività preparatoria al prossimo ciclo di rendicontazione, con l’obiettivo anche di sottoporre i risultati delle analisi condotte, aggiornate nell’anno successivo, a specifiche attività di stakeholder engagement.
Il Gruppo ha predisposto le "Linee guida per l’aggiornamento dell’analisi di materialità di TIM" ai sensi del GRI G4 al fine di strutturare in maniera trasparente il processo di analisi. Il documento stabilisce le modalità per lo svolgimento delle attività, descrivendo tempistiche e ruoli coinvolti nel processo.

Boundaries

Tutti i temi (e quindi gli "aspetti" dello standard G4 del GRI) risultati materiali hanno importanti ricadute sia all’interno sia all’esterno dell’azienda.
Da un lato, ci sono i temi trasversali su tutte le consolidate del Gruppo, ovunque esse si trovino senza eccezione alcuna, e che hanno rilevanza su tutti gli stakeholder esterni e interni, ovvero:

  • Correttezza della corporate conduct
  • Promozione del rispetto dei Diritti Umani fuori e dentro l’azienda
  • Qualità del servizio e soddisfazione del cliente
  • Soluzioni per una low carbon & circular economy
  • Impatto economico sul territorio e la comunità
  • Gestione della salute e sicurezza dei lavoratori
  • Gestione dell’organico, rinnovo generazionale e valorizzazione dei talenti

D’altro lato, ci sono i temi che interessano soprattutto le società del Gruppo che operano come operatori di telefonia, che comunque rappresentano di gran lunga la principale parte del Gruppo in termini di fatturato, dipendenti, e anche in termini di impatto sugli stakeholder esterni:

  • Sicurezza in rete in particolare per i minori
  • Soluzioni per l’evoluzione digitale della PA, imprese e terzo settore
  • Investimenti in infrastrutture
  • Tutela della privacy e della sicurezza dei dati
  • "Disaster response" e business continuity
  • Inclusione sociale digitale

Questi ultimi temi sono sicuramente più rilevanti per tutti gli stakeholder che vivono in Italia, dove TIM è il maggiore operatore e quindi è l’azienda su cui gli stakeholder ripongono le loro maggiori aspettative.
In Brasile, dove il Gruppo è presente con uno dei maggiori operatori mobili, sicuramente i temi toccano importanti interessi degli stakeholder, ma con un livello di intensità minore rispetto all’Italia.

Più in generale alcuni spunti emersi dal forum multistakeholder evidenziano come il Gruppo si caratterizzi per essere un:

  • polo per lo sviluppo di competenze e cultura digitale; i partecipanti hanno rilevato la necessità di accrescere le competenze digitali di cittadini, imprese e PA in maniera strutturata, individuando in TIM un soggetto attivo per il miglioramento della realtà domestica.
  • promotore di progetti in grado di generare valore condiviso; i rappresentanti delle Istituzioni e della comunità hanno valorizzato il possibile ruolo di promotore diretto di iniziative di ricerca e sviluppo di soluzioni digitali, mentre dal mondo delle aziende si è proposto un ruolo di supporto e promozione delle realtà imprenditoriali che autonomamente realizzano innovazione digitale, da individuare mediante un processo di scouting attivo.

La matrice di materialità riflette, oltre agli ambiti di impegno prioritari per TIM, anche i SDGs su cui l’azienda ritiene di poter contribuire in misura maggiore. Nello specifico i Goals rilevanti sono:

  • n. 4: Istruzione e qualità
  • n. 5: Uguaglianza di genere
  • n. 8: Lavoro dignitoso e crescita economica
  • n. 9: Industria, innovazione e infrastrutture
  • n. 11: Città e comunità sostenibili
  • n. 12: Consumo e produzione responsabili
  • n. 16: Pace, Giustizia e Istituzioni forti

oltre al n. 3 "Buona salute" per gli impatti positivi delle soluzioni di e-health e al n. 13 "Combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze", per l’ineluttabilità e rilevanza del tema a livello mondiale.

Non si sono registrate variazioni significative nel perimetro di attività, e quindi di rilevanza di boundary, nel corso degli ultimi anni, ad eccezione di quanto menzionato nel capitolo Il Gruppo TIM, paragrafo Il profilo del Gruppo del Bilancio di Sostenibilità.