Menu

Numeri Solidali: Protocollo d’intesa tra Protezione Civile e Operatori

27/11/2014 - 13:00

- + Text size
Stampa

Telecom Italia, e  altri  operatori di telefonia e comunicazione come Rai, SKY Italia, Mediaset, La7, RCS, Telecom Italia, Vodafone, Wind, Fastweb, H3G, Tiscali, COOP, Postemobile, TWT, Uno Communications e Cloud Italia, hanno aderito senza fini di lucro al Protocollo di intesa con il Dipartimento della Protezione Civile per l’attivazione e diffusione dei numeri solidali per le raccolte fondi da destinare alle popolazioni colpite da calamità naturali.

Grazie a questo Protocollo, allo scattare dell’emergenza deliberata dal Consiglio dei Ministri, sarà possibile per gli operatori telefonici – su richiesta del Dipartimento di Protezione Civile e valutata l’opportunità con le Regioni interessate, - rendere disponibile nel più breve tempo possibile i numeri di telefono destinati alle donazioni e, per gli operatori della comunicazione,  darne diffusione con la massima tempestività, con una  campagna di comunicazione omogenea per contenuto e grafica, così da rendere più semplice ed efficace la raccolta fondi.

La durata della raccolta sarà determinata secondo le esigenze, fino ad un massimo di  45 giorni. 

Le  Regioni interessate, in base alle cifre raccolte, presenteranno  le proposte per l’utilizzo dei fondi a un Comitato dei Garanti, nominato ogni volta e composto da personalità di indiscussa moralità ed esperienza; le somme raccolte dagli operatori telefonici saranno versate su un conto infruttifero aperto presso la Tesoreria Centrale dello Stato in favore del Dipartimento che le trasferirà poi ai soggetti attuatori , dopo l’autorizzazione del Comitato dei Garanti.

I numeri solidali hanno reso possibile, grazie alla grande mobilitazione della società civile, di realizzare importanti interventi di assistenza e ristoro per le popolazioni colpite.