Menu

Junior TIM Cup: palla al centro, il 1° giugno si è svolta la finale

06/06/2017 - 09:00

- + Text size
Stampa

La “Junior TIM Cup - Il Calcio negli Oratori” è un progetto concreto nel lungo rapporto di sponsorizzazione che ci lega alla Serie A.

Ogni volta che un bambino prende a calci qualcosa per la strada, lì ricomincia la storia del calcio

Jorge Luis Borges

Ragazzi che giocano a palla per la strada, nei giardini abbandonati o nei campetti degli oratori è parte del nostro immaginario collettivo. Sa forse di antico, ma in realtà non troppo.
ragazzi_per_strada
Gli oratori delle 16 città che hanno una squadra nel campionato di calcio di Serie A possono partecipare a una iniziativa che, come scriveva Borges, riporta il calcio alle sue vere origini.
L’iniziativa - dal nome chiaro e semplice “Junior TIM Cup - Il Calcio negli Oratori” – si svolge da 5 anni,  con adesioni crescenti come mostrano i numeri, ed è promossa da noi, la Lega Serie A e il Centro sportivo Italiano.
Nei campetti e negli spazi degli oratori che vi aderiscono si formano e  si allenano squadre di 7 giocatori, ragazzi sotto i 14 anni, per partecipare alla Junior TIM Cup.
Da novembre a aprile, seguendo il calendario della Serie A, nelle città coinvolte le squadre degli oratori si incontrano per giocare il loro campionato.
Le 16 squadre vanno alle fasi finali della Junior TIM Cup, che, quest'anno, si sono svolte il 1° giugno, allo Stadio Olimpico di Roma.
E' stata una giornata piena: le squadre si sono incontrate per concludere la V Edizione del torneo. Dopo Cagliari, Udine, Firenze, Bologna, è stata Napoli a vincere la coppa.
Su FacebookInstagram e Twitter  durante l’intera giornata del 1° giugno è stato possibile seguire le fasi finali del torneo. E per tutte le storie e gli eventi della Junior TIM Cup puoi sempre andare  sul sito www.juniortimcup.it

Junior TIM Cup - Il Calcio negli Oratori

I numeri

Oltre 50mila Ragazzi  
4mila Oratori
25mila Partite
5 Campi dell’Amicizia

 

I premi

2014: Premio Sport e Cultura - gli Oscar dello Sport
2013: Golden Best Practice Award nella categoria «Social Responsibility» - European Professional Football League

Junior TIM Cup - Il Calcio negli Oratori: le iniziative a contorno

Ma c’è di più. Il torneo dei ragazzi degli oratori si intreccia con eventi, incontri, altre attività che lo rendono emozionante, premiano valori di partecipazione sociale, riportano l’attenzione su situazioni difficili. Per esempio:
A inizio torneo vengono sorteggiate due squadre in ciascuna città  per giocare una partita amichevole sotto i riflettori della stadio cittadino, prima di una partita ufficiale di campionato, con lo scambio delle fasce tra i capitani «piccoli» e i «grandi».
Nella settimana precedente il pre-gara, alcuni giocatori della squadra di casa della Serie A si recano in un oratorio per passare un paio d’ore con i ragazzi, giocando con loro e firmando una maglietta. Sulla maglia oggi ci sono oltre 30 autografi di campioni, inclusi i capitani e gli allenatori di Juventus e Lazio, finaliste della recente TIM Cup.
Al percorso è collegato il premio “Campioni nella Vita”  che guarda alle  attività sociali e di volontariato promosse dalle società sportive oratoriali. Quest’anno il premio è stato consegnato ai ragazzi di un oratorio di Torino capaci di coinvolgere nel gioco di squadra i loro coetanei con disabilità di una associazione di Grugliasco.
Recentemente, durante l’udienza in Vaticano per i finalisti di TIM Cup, Juventus e Lazio, una delegazione dei giovani giocatori ha donato a Papa Francesco una maglia con la scritta “Francesco 1 di Noi”.
Un fondo, creato con le ammende del Giudice Sportivo ai tesserati e alle società e da un contributo di TIM, serve per realizzare dei campetti in situazioni particolarmente difficili. Nel 2013 è stato realizzato il primo “Campo dell’Amicizia” a Scampia; negli anni seguenti a  Monserrato in provincia di Cagliari; a Genova, devastata dalle piogge; nel quartiere Brancaccio di Palermo; nel quartiere Corvetto di Milano.