Menu
Il Consorzio Dono Per, costituito nel marzo 2015 per volontà dei tre maggiori operatori telefonici, TIM, Vodafone e Wind Tre al fine di semplificare ed ottimizzare la raccolta solidale via sms o tramite chiamate in fonia da telefono fisso, dal 30 Maggio 2017 è stato posto in liquidazione e cesserà la propria attività entro la fine dell’anno.
Dal primo giugno 2017, quindi,  tutte le connesse attività sono progressivamente riportate in seno a detti operatori, a partire dalle nuove richieste.
Dono Per… ha svolto un ruolo importante, evidenziando la necessità di servizi aggiuntivi da parte delle Organizzazioni destinatarie per sostenere e favorire la raccolta. Inoltre ha stimolato il dibattito aprendo un tavolo di lavoro con l’Autorità.
Questo dibattito ha reso possibile l’emanazione della nuova delibera 17 17 CIR che riconosce la possibilità, per gli operatori, di un eventuale ristoro dei costi e che porterà all’implementazione di quei servizi moderni ed aggiuntivi spesso richiesti dalle Organizzazioni destinatarie.
In recepimento di tale Delibera, Agcom sta per pubblicare una nuova versione del “Codice di Autoregolamentazione per la gestione delle numerazioni utilizzate per le raccolte fondi telefoniche non profit” , controfirmato da tutti gli Operatori telefonici.

Da oltre 15 anni, il Gruppo Telecom Italia svolge un ruolo fondamentale nella catena di solidarietà, a sostegno di  progetti con finalità umanitarie, scientifiche e ambientali, e delle emergenze e calamità nazionali e internazionali.  

In questi anni, inizialmente con SMS dei clienti TIM e, dal 2006, anche con chiamate da rete fissa, il Gruppo ha supportato ben più di mille campagne promosse dalle Associazioni italiane del Terzo Settore.

Attraverso le campagne di raccolta fondi, è possibile effettuare  una donazione del valore di 1 o 2 euro mediante l’invio di un SMS e di 2, 5 o 10 euro tramite una telefonata da rete fissa a un numero dedicato.

terremoto agosto 2016: Un aiuto subito

Per raccogliere donazioni a favore dei luoghi raggiunti dal terremoto che ha colpito l’Italia centrale è stato creato il sito www.unaiutosubito.org

Accedi al sito