Menu

Il nostro impegno

30/03/2018 - 17:00

- + Text size
Stampa
Customer promise

I punti di attenzione relativi alla tutela ambientale sono esplicitati negli assunti dei Sustainable Development Goals (Sustainable Development Goals): prevenzione e controllo del cambiamento climatico, vita terrestre e marina, progettazione di smart cities, sono target a cui le aziende sono tenute a puntare con azioni concrete e misurabili. La rilevanza della tutela dell’ambiente è infatti evidente nella matrice di materialità TIM 2017. 

Anche in tema di lotta al cambiamento climatico, TIM ha risposto con quattro livelli sinergici di azione:

  • riduzione delle proprie emissioni dirette e indirette di gas serra;
  • contenimento delle emissioni degli altri settori dell’economia e dei clienti in generale attraverso il supporto alla dematerializzazione e all’offerta di servizi e soluzioni che promuovano nuovi modi sostenibili di lavorare, apprendere, viaggiare e, più in generale, di vivere;
  • adozione di politiche di acquisto che tengano in considerazione l’impatto dei cambiamenti climatici lungo tutta la catena del valore;
  • diffusione - all’interno e all’esterno dell’Azienda - di una cultura che crei consapevolezza dell’importanza del tema e delle azioni che ciascuno può mettere in atto per contribuire alla diminuzione delle emissioni di gas ad effetto serra.

Questo tema rilevante viene gestito all’interno del Gruppo con il fine di mitigare e/o rimediare agli impatti negativi legati in particolare all’utilizzo delle risorse energetiche.

In particolare i principi su cui si fonda la strategia TIM per l’Ambiente sono:

  • ottimizzazione dell’utilizzo di fonti energetiche e altre risorse naturali;
  • ricerca continua del miglioramento della performance energetica e ambientale attraverso minimizzazione degli impatti negativi e massimizzazione degli impatti positivi;
  • adozione di politiche di acquisto sensibili alle tematiche ambientali;
  • diffusione di un corretto approccio alle tematiche ambientali.

Da tempo TIM, in maniera volontaria, si è dotata di linee guida ambientali[1] e di policy per la qualità e l’ambiente in vigore presso alcune specifiche realtà del Gruppo, cioè la Direzione Technology e la funzione Open Access, (ultime revisioni rilasciate a luglio 2017). Inoltre è in vigore presso TIM Sparkle una policy per la qualità, la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro e l’ambiente rilasciata anch’essa a luglio 2017.

Già nel 2012, in Italia, TIM ha sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) un accordo volontario volto alla promozione di progetti comuni finalizzati a misurazione, contenimento e neutralizzazione dell’impatto del settore delle telecomunicazioni sul clima. Sono state definite in questo contesto le metodologie relative all’analisi per i servizi tipici delle attività di telecomunicazioni con l’obiettivo di fornire gli indicatori di carbon footprint per i servizi erogati da TIM sull’intero territorio nazionale: rete fissa (chiamate telefoniche), rete mobile (SMS, dati trasferiti, chiamate), dati trasferiti (inclusi MMS)[2].

Per gestire in modo efficace e sostenibile i propri processi operativi, le aree di TIM caratterizzate da un impatto ambientale potenzialmente significativo si sono dotate di un Sistema di Gestione Ambientale (SGA) certificato in conformità alla norma ISO 14001. In alcune realtà il SGA è integrato con il Sistema per la Gestione della Qualità basato sulla norma ISO 9001, per il quale è stata ottenuta la relativa certificazione. Presso alcuni siti particolarmente rappresentativi è stato sviluppato un Sistema per la Gestione dell’Energia certificato in conformità alla norma ISO 50001[3].

 

[1] www.telecomitalia.com/tit/it/sustainability.html

[2] In accordo con la metodologia descritta nel Capitolo due del “GHG Protocol Product Life Cycle Accounting and Reporting Standard ICT Sector Guidance”

[3] Si tratta delle sedi aziendali di Roma Parco de’ Medici, Bologna, via Stendhal, e Rozzano (MI) 1 e 2

Case study

GAS EFFICIENCY PER IL RISCALDAMENTO DEGLI UFFICI

Leggi l'intervista

E' la storia di un caso di successo: ce la racconta Eliana Tius, Project Manager TIM.

Archimede: il risparmio energetico in crowdsourcing

Leggi l'articolo

Un progetto che vede coinvolti donne e uomini in prima linea nei processi interni più rilevanti in ottica efficientamento energetico. In tutto 28.000 persone unite nella stessa iniziativa.

TIM e l'efficienza energetica

Leggi l'articolo

Un esempio un molto efficace di come le attività portate avanti da TIM possano creare valore condiviso per l'azienda e la comunità in cui opera.