Menu

progetti di inclusione sociale

Gli impegni di TIM, in termini di agevolazioni economiche e misure specifiche, hanno riguardato sostanzialmente le seguenti categorie di clienti:

•          disabili (sordi, ciechi e ciechi parziali). In ottemperanza alla delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazione (AGCom) n. 46/2017, TIM ha riconosciuto – ai clienti disabili - le agevolazioni riguardanti sia le offerte internet di rete fissa sia di telefonia mobile. Queste agevolazioni non hanno scadenza e, una volta attivate, non necessitano di alcuna domanda di rinnovo; per ulteriori informazioni sulle agevolazioni si può contattare il servizio clienti TIM 187 e 119. Per l’assistenza i non udenti possono interagire con il servizio clienti TIM 187 e 119 anche grazie all'app Pedius, disponibile per Apple e Android, la quale utilizza le tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale, trasformando la voce dell’operatore in testo scritto per il cliente;

•          che si trovano in una situazione di “disagio economico e sociale”. TIM riserva le suddette agevolazioni - che hanno validità annuale e possono essere stabilite dall’AGCom o dall’Azienda su propria iniziativa - alla clientela, per l’utilizzo del servizio telefonico in prima abitazione (su rete tradizionale RTG e ISDN);

•          residenti nell’Italia centrale, colpiti dagli eventi sismici dell’agosto ed ottobre 2016 e gennaio 2017. Oltre ad aver immediatamente partecipato a numerose iniziative di solidarietà, TIM ha adottato volontariamente diverse agevolazioni per i clienti residenti in tali zone, attraverso una serie di azioni a supporto degli stessi clienti. Tali agevolazioni hanno contribuito a sostenere la popolazione colpita sia nella fase della gestione dell’emergenza, sia nella gestione del medio/lungo periodo per tutelare le esigenze della clientela interessata. L’AGCom ha stabilito con successive delibere le agevolazioni a carico di tutti gli operatori.


 

 

progetti di cultura digitale

In modo coordinato e complementare rispetto al percorso di infrastrutturazione tecnologica del Paese, TIM si propone di aumentare l’alfabetizzazione digitale della popolazione e la valorizzazione delle eccellenze del Paese attraverso le potenzialità offerte dalla rete.  

Le competenze digitali hanno un ruolo cruciale nella nostra società e rappresentano uno dei principali fattori di vantaggio competitivo delle economie degli ultimi due decenni, come evidenziato in molti lavori realizzati dall’OCSE o promossi dalla CE. Anche su questo tema l’Agenda Digitale chiede ai Paesi membri di intervenire per ampliare la conoscenza degli strumenti digitali e aumentare il numero di persone in possesso di competenze digitali evolute anche attraverso la diffusione di tecnologie ICT nelle scuole. In questa prospettiva, gli istituti scolastici devono compiere un cambiamento radicale sia del modo di progettare e proporre l’offerta formativa, sia del modo di rapportare alunni, insegnanti e famiglie. Proprio per l’importanza data al tema, la CE monitora costantemente la velocità dell’introduzione delle tecnologie digitali nelle scuole e nei processi didattici.

TIM partecipa dal 2015 in qualità di partner fondatore mecenate, oggi benefattore, a Programma il Futuro, un’iniziativa del MIUR che favorisce l’introduzione del pensiero computazionale e del coding nei programmi didattici delle scuole di ogni ordine e grado. Il progetto è attuato dal CINI[1] e TIM supporta tutte le attività attraverso diverse tipologie di intervento: sostegno economico, supporto tecnologico attraverso la piattaforma di crowdfunding, comunicazione e volontariato d’impresa.

Dall’anno scolastico 2016/2017, TIM promuove A scuola di Digitale con TIM, progetto in collaborazione con il MIUR per avvicinare i docenti agli strumenti digitali, per offrire loro una visione d’insieme sulle applicazioni tecnologiche che aggiungono valore e nuove opportunità alla didattica. Si tratta di un progetto di durata biennale che coinvolge i docenti delle scuole di ogni ordine e grado in 18 regioni italiane. Nell’anno 2017 il progetto ha coinvolto circa 3.350 docenti.

La sicurezza in rete è promossa attraverso il progetto Navigare Sicuri, un’App, disponibile su IOS e Android, strutturata in 3 macro aree: una sezione bambini, il cui obiettivo è sensibilizzare i giovanissimi (target 8-12 anni) ai rischi del digitale ed in particolare veicolare le dieci regole da seguire nella navigazione in rete in maniera ludica ed accattivante; una sezione genitori, il cui obiettivo è sensibilizzare i genitori sui pericoli del web seguendo le raccomandazioni del FOSI[2] e una  sezione educatori che offre spunti didattici sui temi della sicurezza in rete.

WithYouWeDo è la piattaforma di crowdfunding che promuove e sostiene il finanziamento di iniziative, idee e progetti digitali nei campi dell’innovazione sociale, della cultura digitale e della tutela ambientale, e al tempo stesso si propone di facilitare l'incontro tra domanda e offerta di fondi da parte sia dei singoli cittadini che di imprese e/o istituzioni del mondo profit e no-profit. Oltre a mettere a disposizione la piattaforma tecnologica, TIM si impegna a contribuire al finanziamento dei progetti di maggior successo fino ad un massimo di 10.000 euro ciascuno. Dal lancio della piattaforma a inizio 2015 fino a dicembre 2017 sono oltre 700 i progetti ricevuti, 72 quelli pubblicati, e 35 quelli che hanno raggiunto il proprio obiettivo economico. In totale WithYouWeDo ha raccolto, per i progetti pubblicati, più di 1,9 milioni di euro da oltre 4.000 donatori.

L’innovazione sociale è protagonista anche della seconda edizione di Start!, un programma televisivo in 5 puntate andato in onda su Rai2. La seconda edizione del programma si focalizza su come la tecnologia, le reti e le piattaforme digitali possono contribuire allo sviluppo della società in cui viviamo, soprattutto in termini di creazione di valore sociale.

Inoltre, TIM mette a disposizione di Dynamo Camp, che ospita gratuitamente ogni anno 200 famiglie 1.200 ragazzi dai 6 ai 17 anni, affetti da gravi patologie, alcuni dei propri asset (tecnologia, spazi fisici, project management e risorse umane) per il progetto di rilancio di Radio Dynamo, una web radio (radiodynamo.org) che rappresenta una delle più apprezzate attività di animazione dentro al Camp, e anche una delle maggiori attività del programma di outreach, cioè Dynamo fuori dal Camp, che consente di raggiungere tutto l’anno moltissimi ragazzi che, per diverse ragioni, non possono andare al Camp. Da febbraio 2017 lo studio e la redazione di Radio Dynamo sono ospitati all’interno della sede TIM di Milano piazza Einaudi.

 

 

 

[1] Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica

[2] Family Safety Online Institute