Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Telecom Italia presentano PappanoinWeb

Guarda l'infografica

I PINI DI ROMA

Guarda le foto

Su #IOVIVOCONNESSO, Emanuele Santandrea ci racconta di nuove tecnologie e eventi culturali

PappanoinWeb

Il progetto

Antonio Pappano dirige l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

PappanoinWeb torna a grande richiesta per il quarto anno consecutivo dopo aver incantato migliaia di spettatori virtuali connessi in rete con l’esecuzione di grandi concerti di musica Sinfonica e da Camera, trasmessi in streaming live e on demand.

Una partnership consolidata, quella che unisce l’Accademia a Telecom Italia, che conferma il desiderio di “condividere valore” con il più vasto pubblico possibile anche grazie alla celeberrima capacità interpretativa del Maestro Antonio Pappano che divulga valori culturali ammirati da tutto il mondo.

PappanoinWeb rientra nell’ampio programma di attività che vede Telecom Italia protagonista nazionale della Corporate Social Responsibility, grazie al sostegno a numerosi progetti d’impresa che si profilano come un ulteriore impegno di responsabilità sociale per promuovere la cultura digitale nel Paese mettendola a disposizione ad un ampio pubblico.

L’edizione 2014 di PappanoinWeb prevede quattro appuntamenti, tutti preceduti da una guida all’ascolto curata dal musicologo Giovanni Bietti o dallo stesso Antonio Pappano, per fornire al pubblico informazioni indispensabili sui capolavori in programma.
Chiunque, collegato in rete, può “partecipare” all’evento condividendo impressioni ed emozioni con tutti gli altri appassionati, grazie alle conversazioni live sul web e sui social network di Telecom Italia.

Innovazione, condivisione di valore, tradizione orientata al futuro: questi gli elementi chiave di PappanoinWeb che, con gli oltre 150.000 spettatori virtuali delle scorse edizioni, ne hanno fatto il vincitore del Premio Cultura + Impresa dedicato alle migliori partnership culturali e assegnato a Telecom Italia e Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

La sola edizione 2013 di PappanoinWeb è stata seguita da oltre 50.000 utenti connessi in Rete, raggiungendo complessivamente oltre 1 milione di persone e generando una forte interazione sui social network dove sono state prodotte circa 800 conversazioni.

Venerdì 4 aprile - ore 20.30

Alexander Lonquich pianista
Solisti di Santa Cecilia

Brahms Trio op. 40 per violino, corno e pianoforte;
Klavierstücke op. 118;
Trio op. 114 per clarinetto, violoncello
e pianoforte

Lunedì 28 aprile - ore 20.30

Orchestra e Coro dell’Accademia di Santa Cecilia
Antonio Pappano direttore

Prigionia e Libertà
Beethoven
Fidelio: Scena dalla prigione
Dallapiccola
Il prigioniero, opera in un atto
Beethoven
Sinfonia n. 9: III e IV movimento

Venerdì 27 giugno - ore 20.30

Roma!
Orchestra e Coro dell’Accademia di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore
Markus Butter baritono
Maxwell Davies
Sinfonia n. 10: "Alla ricerca di Borromini"
Respighi
Fontane di Roma
Pini di Roma

Lunedì 6 ottobre - ore 20.30

Meyerbeer e il suo tempo
In occasione dei 150 anni dalla morte di Giacomo Meyerbeer (1791 -1864)
Orchestra e Coro dell’Accademia di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore
Diana Damrau soprano
Rossini, Semiramide: Sinfonia                                                                                            Meyerbeer, Il Crociato in Egitto: "D' una madre disperata ... Deh! Mira l'angelo … Con qual gioia le catene                                               
Berlioz, Waverly: Ouverture                                                                 Meyerbeer, Robert le Diable: "Robert, toi que j'aime"                                      
Wagner, Das Liebesverbot: Ouverture                                                                             
***
Meyerbeer, Dinorah: "Ombre legere"                                                        
Meyerbeer, L’Africaine: Marcia Indiana                                                     
Meyerbeer, Les Huguenots: "Au beau pays de la Touraine"                                    
Meyerbeer, Dinorah: Ouverture