Baritono

Thomas Tatzl

Thomas Tatzl

Il baritono austriaco Thomas Tatzl ha studiato all’Universität für Musik und Darstellende Kunst di Graz e di Vienna e si è perfezionato con Thomas Quasthoff, Helena Lazarska e Tom Krause.

Finalista e vincitore di vari concorsi internazionali, ha intrapreso una rapida carriera per approdare all’Opera di Zurigo, dove ha cantato La Fanciulla del West (Happy), Ballo in maschera (Silvano), Elektra (Diener), Flauto magico (Papageno).

Ha partecipato nell’estate 2012 con grandissimo successo personale al Festival di Salisburgo in Labyrinth di Peter Winter (la seconda parte del Flauto magico, Papageno) sotto la direzione di Ivor Bolton.

In qualità di concertista, Thomas Tatzl si è fatto un’ottima reputazione cantando la Creazione di Haydn in Norvegia, la Passione secondo Giovanni e la 9.Sinfonia di Beethoven a Milano, Lucerna, Zurigo, Missa Solemnis a Tokyo, l’Oratorio di Spohr The last things alla Philharmonia di Berlino, l’Oratorio di Natale, Elias, Erste Walpurgisnacht, Requiem di Mozart, Magnificat di Bach e Messias a Vienna.

Ha debuttato al Maggio Musicale Fiorentino in Rape of Lucretia (Collatinus) diretto da Johnatan Webb e per la regia di Daniele Abbado.

Uno dei suoi cavalli di battaglia è diventato il ruolo di Papageno che ha cantato con successo al Palau de les Arts a Valencia (dir. Ottavio Dantone / regia di Stephen Medcalf), al Teatro Regio di Torino (dir. Christian Arming / regia Roberto Andò), a Colonia (dir. Will Humburg) e alla Fenice di Venezia ( dir. Antonello Mancorda / regia Damiano Michieletto).

È del 2015 la partecipazione all’opera contemporanea El Publico di Mauricio Sotelo al Teatro Real di Madrid sotto la direzione di Pablo Heras-Casado, in  Nozze di Figaro (Figaro) al Teatro dell’Opera di Roma. Diretto dal M° Riccardo Muti ha cantato La Creazione con l’Orchestra Cherubini a Ravenna e a Otranto. Il concerto è stato registrato per la radio e televisione italiana.