Tenore

Brenden Gunnell

Brenden Gunnell

“Such a voice you might discover once in a century!” Daniel Kühnel, Intendant, Hamburger Symphoniker

Brenden Gunnell è cresciuto nel Michigan (USA) dove si è diplomato nel 2006.

Sotto la guida di Brigitte Fassbaender, ha fatto parte per quattro anni nell’ensemble di canto del Teatro di Innsbruck e, chiamato da Paul Curran, si è poi trasferito alla Norwegian Opera di Oslo.

Durante questi anni ha cantato in Arianna a Nasso (Brighella), Turn of the screw (Quint), Rheingold (Loge e Froh), Wozzeck (Andres), Arabella (Elemer e Matteo), Zauberflöte (Tamino e Armigero), Lucia di Lammermoor (Arturo), Sposa venduta (Hans), Dialoghi delle Carmelitane (Chevalier), Ritorno di Ulisse in patria (Eumete), Peter Grimes (Bob Boles), Macbeth (Malcolm), Tristan und Isolde (Marinaio), Rape of Lucretia (Male Chorus), Rake’s progress (Tom Rakewell) e Mahagonny (Jim).

Nell’autunno del 2012 il giovane tenore ha fatto sensazione sostituendo Toby Spence in Dream of Gerontius di Elgar con i Hamburger Symphoniker diretti da Jeffrey Tate alla Laeiszhalle di Amburgo.

Da allora ha avuto inizio una rapida ascesa di carriera coincisa con il passaggio a una vocalità più drammatica.

Riscritturato subito dai Hamburger Symphoniker per Königskinder, ha preso parte all’esecuzione della VIII Sinfonia di Mahler con l’Orchestra Verdi di Milano diretta da Riccardo Chailly al Mico.

La stagione 2015 lo ha visto in Sposa venduta all’Opera North di Leeds, in Königskinder alla Semperoper di Dresda, in Jenufa al Teatro Comunale di Bologna (dir. Juraj Valcuha, regia di Alvis Hermanis), in Ratto dal serraglio (regia di David McVicar) al Festival di Glyndebourne, in Mahagonny (dir.John Axelrod, regia di Graham Vick) al Teatro dell’Opera di Roma, in Idomeneo alla Fenice di Venezia (dir.Jeffrey Tate, regia di Alessandro Talevi).

Nel 2016 è stato acclamato protagonista in Oedipus Rex con l'Orchestra Sinfonica della Rai per la direzione di Juraj Valcuha in una tournée che ha toccato le città di Torino, Modena, Ferrara e Napol i ed è tronato a Torino per un concerto Strauss / Wagner diretto dal M° Jeffrey Tate.

Attivo in campo concertistico, annovera nel suo repertorio musiche di Beethoven, Schubert, Strauss,  Mahler e soprattutto Britten, di cui è profondo conoscitore.

Discografia: Lieder di Strauss con l’accompagnamento al pianoforte di Malcolm Martineau (2014, etichetta Two Pianist) ; Parsifal (Gralsritter) per la direzione di Jaap van Zweden e la Netherlands Radio Orchestra (2010, Challenge Classics); Miss Julie di Ned Rorem e la Curtis Student Orchestra con David Agler (2005, Albany Records)