Il contributo di Telecom Italia alla Smartainability® di Expo Milano 2015

Una smart city rappresenta un ambiente urbano in grado di conciliare e soddisfare le esigenze dei cittadini, delle imprese, delle istituzioni, mediante l’uso diffuso e innovativo delle ICT (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione), in particolare nei campi della comunicazione, della mobilità, dell’ambiente e dell’efficienza energetica.
Valutare l’efficacia delle misure e delle tecnologie che privati e pubbliche amministrazioni mettono in campo per raggiungere tali obiettivi vuol dire valutare la smartness e la sostenibilità di queste soluzioni. Partendo da questi presupposti, RSE (Ricerca sul Sistema Energetico Spa) ha sviluppato un nuovo paradigma di analisi: la Smartainability®3. L’obiettivo dell’approccio Smartainability® è quello di misurare con dati quali-quantitativi se e quanto le smart city siano più sostenibili grazie all’utilizzo di tecnologie smart e ai servizi da esse abilitati.
L’approccio Smartainability® si basa sulla metodologia Asset-Funzionalità-Benefici (e KPI), grazie alla quale è possibile operare un confronto tra le tecnologie smart utilizzate e le relative tecnologie tradizionali, che saranno da queste sostituite. Il metodo è strutturato come segue:

  • Si individuano gli asset (tecnologie) sviluppate.
  • Si identificano le funzionalità abilitate dagli assets e inserendo asset e funzionalità in una tabella a doppia entrata si individuano quali funzionalità sono attivate dagli assets che compongono il progetto.
  • Dopo aver identificato le funzionalità abilitate nel punto precedente, si procede a individuare i potenziali benefici generati da ciascuna di esse e, di nuovo, inserendo funzionalità e benefici in un’altra tabella a doppia entrata si procede come per il caso precedente: considerando singolarmente ogni funzionalità si deve comprendere come essa può contribuire a generare dei benefici.
  • I benefici vengono organizzati e classificati secondo gli ambiti di analisi tipici delle smart city (Ambiente, Economia, Energia Living…) e si realizza una tabella a doppia entrata con benefici e KPI adatti a descrivere i benefici in termini quali-quantitativi.
  • Si procede alla quantificazione dei KPI adottando ove possibile una Life Cycle Perspective.
 

Tabella 1 – Quantificazione dei KPI considerati per valutare la Smartainability® delle tecnologie di Telecom Italia per la trasmissione fissa e mobile di dati, video e voce

Il sito di Expo Milano 2015, per come è stato progettato, può essere assimilato facilmente ad un quartiere di una Smart city del futuro e si presta di conseguenza ad una valutazione della sua “Smartainability®” applicando la metodologia sopra esposta. Le tecnologie smart implementate all’interno del sito di Expo Milano 2015 e che saranno funzionali allo svolgimento della manifestazione, sono quindi state prese in considerazione ed analizzate partendo dalla rete di trasmissione dati che, assieme alla rete di distribuzione dell’energia (smart grid), costituisce l’ossatura della smartness del sito di Expo Milano 2015.
Telecom Italia, nel ruolo di Integrated Connectivity and Services Partner di Expo Milano 2015, fornirà tecnologie che garantiranno funzionalità di comunicazione e trasmissione di dati e informazioni all’interno della manifestazione e verso l’esterno della stessa. È in fase di realizzazione una vasta rete in fibra ottica con accessi FTTH GPON e GBE per raggiungere tutti gli edifici del sito espositivo, la quale garantirà connettività fissa ad altissima velocità su di un numero elevato di punti di accesso, elevata capacità di trasmissione per tutte le infrastrutture wireless installate all’interno del comprensorio, accesso diversificato dal comprensorio alla rete dati di Telecom Italia.
La realizzazione ad anello della fibra ottica in rete garantirà la protezione dalle interruzioni accidentali della fibra. La rete permette anche di effettuare un monitoraggio continuo di tutto ciò che è connesso ad essa in modo da poter intervenire tempestivamente in caso di necessità. La rete progettata è in grado di adattarsi in tempo reale al traffico dati e al numero di utenti connessi, minimizzando i tempi di attesa e i disservizi per gli utilizzatori. Telecom Italia fornisce anche la copertura mobile della manifestazione, grazie alla presenza della mobile banda ultra larga. Quest’ultima è dimensionata considerando il numero di visitatori giornalieri dell’evento esprimendo un livello di qualità del servizio in termini di utenti contemporanei serviti, throughput e capacità con valori di eccellenza assoluti. Le tecnologie di accesso alle quali si punta sono le evoluzioni di HSPA e di LTE, realizzando una copertura integrata di queste tecnologie per servizi voce e dati. Vi sarà inoltre un servizio cloud dedicato ad Expo Milano 2015: la soluzione proposta da Telecom Italia prevede l’utilizzo dei nodi di Nuvola Italiana di Rozzano e di Cesano Maderno.
Le tecnologie fornite, rispetto a dispositivi tradizionali in grado di produrre gli stessi servizi, permettono di ottenere numerosi benefici: una maggiore velocità di comunicazione di dati e informazioni in tempo reale (che renderà la qualità dei servizi web molto superiore alla media, in ragione anche delle densità di accessi), una riduzione dei consumi energetici (con conseguente risparmio economico e diminuzione di emissioni inquinanti), una maggiore sicurezza delle informazioni e della rete che saranno meno esposte ad attacchi cibernetici. La tabella seguente riporta i risultati ottenuti al termine dell’analisi Smartainability®. I valori riportati rappresentano la differenza di prestazione tra le tecnologie smart e le rispettive tecnologie tradizionali che andranno a sostituire.

 

Torna all'articolo