L’OPEN AIR LAB di Telecom Italia

L’Expo Milano 2015 è un ambito di attualità e di interesse per Telecom Italia, in quanto costituisce un’occasione per la messa in campo di soluzioni innovative, abilitate dalle tecnologie digitali.
In Expo Milano 2015 le tecnologie digitali verranno messe al servizio del visitatore per migliorare la sua esperienza di visita: servizi dedicati, fruibili attraverso totem multimediali o attraverso lo smartphone, che renderanno più facile, per esempio, orientarsi, evitando le code, e che offriranno itinerari personalizzati in base agli interessi specifici, alle aspettative, al tempo che si ha a disposizione [14].
Questo tipo di esperienza ad alto contenuto tecnologico non si limiterà al solo sito espositivo, ma uscirà dai confini dei padiglioni, per proseguire all’esterno, incontrando altri ambiti urbani, e permettendo al visitatore/cittadino di  muoversi in autonomia e di interagire con la città.
Le soluzioni innovative messe in campo costituiscono, dunque, una spinta verso un modello urbano di città intelligente, di Smart City, e sono un esempio di elementi abilitanti per la Digital Life.
È proprio dei servizi che contribuiscono a creare il modello urbano di Smart City, che si vuole dare rappresentazione nello spazio dell’Open Air Lab,il  nuovo laboratorio torinese di Telecom Italia dedicato alla Digital Life,  rappresentativo delle trasformazioni che le ICT e la dimensione dell’always connected stanno determinando sugli scenari urbani.
Gli ambiti rappresentati in Open Air Lab sono diversi, dalla smart mobility alla sosta intelligente, dalla gestione efficiente dei rifiuti alla service robotics, dalla sicurezza urbana alla capillary network di sensori, dallo smart metering ai servizi dell’Isola Digitale: tutti service concepts in cui le infrastrutture materiali delle città entrano in relazione con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi le abita, per migliorare la qualità della vita quotidiana e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni.

 

Mappa dell’Open Air Lab - Fonte: Telecom Italia

 

Torna all'articolo