I servizi di prossimità in standard

Lo standard 3GPP di Release 12 ha studiato come realizzare sull’attuale rete LTE i servizi di prossimità che possono essere di interesse per le applicazioni consumer e di pubblica sicurezza. È previsto che l’architettura EPS possa essere integrata per consentire l’identificazione di cellulari in prossimità fisica (ProSe Discovery) e la loro comunicazione diretta (Prose Communication). La comunicazione diretta, al momento prevista solo per i casi di pubblica sicurezza, significa che viene stabilita una connessione radio D2D (device to device) tra utenti mobili senza transitare attraverso la rete; ciò consente di risparmiare risorse di rete e può anche consentire la comunicazione di pubblica sicurezza nelle aree al di fuori della copertura di rete (ad esempio in caso di guasto ad un’antenna). È previsto inoltre che gli utenti di pubblica sicurezza possano comunicare nell’ambito di gruppi che potrebbero coinvolgere sia utenti di telefonia mobile sul campo che utenti fissi che lavorano in un centro di controllo.
L’architettura dei servizi di prossimità è stata già definita nella specifica 3GPP TS 23.303 “Proximity-based services (ProSe)” (Figura A), è ancora in corso la definizione dei protocolli (sia radio che di rete)  la cui conclusione è prevista per Dicembre 2014, data di congelamento della Release 12 del 3GPP. In Release 13 del 3GPP verranno studiate ulteriori funzionalità tra cui il Relay con la quale un terminale mobile rimasto in copertura può fare da ponte (Relay) tra le UE fuori copertura, o tra una delle UE fuori copertura e la rete mobile.

 

Figura A - Architettura servizi di prossimità

 

Torna all'articolo