O

  • Obiettivo di qualità
    Limite di legge massimo italiano di campo elettrico a cui tendere all’aperto, in zone altamente frequentate dalla popolazione (6 V/m)
  • OCSP (Online Certification Status Protocol)
    Protocollo per la verifica dello stato di validità di un certificato
  • OFDMA (Orthogonal Frequency Division Multiple Access)
    Accesso Multiplo a Divisione di Frequenza Ortogonale. La banda a disposizione viene suddivisa in canali molto stretti (FDMA) gli spettri in essi allocati sono fra di loro sovrapposti ma in maniera tale da non interferire reciprocamente (ortogonalità) in ricezioneaumentando così l’efficienza di utilizzo della banda assegnata
  • Offload
    Scaricamento di un accesso radio in congestione tramite un altro tipo di accesso radio, ad esempio da LTE congestionato a Wi-Fi
  • OMA (Open Mobile Alliance)
    Forum per la promozione di standard aperti nelle telecomunicazioni mobili
  • OPB (Optical Packet Backbone)
    Rete pubblica di dorsale IP/MPLS di Telecom Italia. Nell’accezione più stretta, la rete IP/MPLS di transito tra i PoP di Telecom Italia, basata su apparati di classe Terarouter e circuiti ad alta capacità e lunga distanza DWDM. In un’accezione più vasta tutta la rete pubblica IP/MPLS di Telecom Italia comprendente anche le reti di accesso e le sottostanti infrastrutture trasmissive
  • OPM (Optical Packet Metro)
    Rete ottica metropolitana che aggrega traffico proveniente da tutte le reti di accesso in tecnologia Ethernet
  • OSI (Open System Interconnection)
    Standard che stabilisce un’architettura protocollare gerarchica per espletare le funzionalità di rete. La pila OSI è suddivisa in sette strati ciascuno dei quali fornisce servizio allo strato inferiore
  • OSS (Operation Support System)
    Sistemi che vengono utilizzati dalle aziende fornitrici di servizi, in particolare di telecomunicazione, per il funzionamento delle reti
  • OTT (Over The Top)
    Aziende che forniscono contenuti (p.e voce su IP) utilizzando l’infrastruttura degli operatori di TLC, senza disporre di una propria rete
 

P

  • P2P (Peer to peer)
    Da Pari a Pari. Architettura o applicazione in cui si può operare in maniera paritaria fungendo sia da cliente che da servente
  • Paging
    Procedura di chiamata (paging) dell’utente in cui il messaggio di paging (che contiene l’identificativo dell’utente) viene inviato in tutte le celle della Location Area nel casodel circuito o della Routing Area nel caso del pacchetto. Il terminale, riconoscendo il paging invia il segnale di risposta (paging response) consentendo l’identificazione della cella attuale di appartenenza
  • Payload
    Zona dati di un pacchetto, in genere posta di seguito alla zona dell’intestazione (Header), che contiene il traffico (pagante) da trasferire
  • PC (Protocol Control)
    Controllo sull’esecuzione dei vari protocolli
  • PCC (Policy and Charging Control)
    Piattaforma di rete che abilita la configurazione dinamica di policy e di tassazione su base utente e servizio
  • PCRF (Policy and Charging Rule Function)
    Gestisce le politiche di servizio e la QoS
  • PDN Context (Packet Data Network Contest)
    Equivalente in LTE del PDP context 2G e 3G
  • PDP Context (Packet Data Processing Context)
    Contesto, instaurato all’avvio della connessione dati (2G, 3G), che raccoglie le informazioni: indirizzo IP, qualità di servizio, identificativo del terminale. In LTE la stessa funzione, con diversa teminologia, viene svolta dal PDN context (Packet Data Network)
  • Personal Hot Spot
    Dispositivo che si collega con la rete radiomobile geografica in 2G/3G/LTE e connettendosi poi localmente in wifi con i terminali di utente
  • PGW (Packet Data Network Gateway)
    Consente l’accesso IP verso le Packet Data Network
  • Picocella
    Cella di dimensioni ridotte corrispondente ad un’antenna installata all’interno di un edificio
  • PKI (Public Key Infrastructure)
    Insieme delle varie Certification Authority fra di loro in relazione gerarchica ad albero
  • PM (Performance Management)
    Gestione dei dati di prestazione (guasti, cadute, qualità)
  • PMN (Public Mobile Network)
    Rete Mobile Pubblica alla quale appartiene l’utente che ha sottoscritto un contratto con l’Operatore
  • Policy Enforcement
    Assicurazione da parte delle rete del rispetto di alcune politiche funzionali di servizio
  • PoP (Point of Presence)
    Punto di Presenza, ossia di punto accesso alla rete a lunga distanza
  • Portante Radio
    Oscillazione sinusoidale che trasporta l’informazione attraverso una variazione dei alcuni suoi parametri, nel caso digitale tipicamente ampiezza e fase
  • PRB (Physical Resource Block)
    Risorsa trasmissiva elementare dell’accesso OFDMA. È costituita da 7 simboli OFDM (1 slot) e da 12 sottoportanti adiacenti (12x15 kHz=180 kHz)
  • Pro Se (Proximity Service)
    Servizi basati sulla prossimità tra due o più dispositivi mobili, quali ad esempio abilitazione dell’accesso a uno stabile, micropagamenti ecc.
  • Protocollo
    Insieme di regole per la comunicazione fra varie entità
  • Provisioning
    Fornitura di un impianto o di una funzionalità
  • PS (Packet Switching)
    Commutazione a pacchetto per l’instradamento dell’informazione strutturata in datagrammi, da una sorgente a una destinazione attraverso l’attraversamento di vari nodi senza creare una connessione
  • PS HO (Packet Service Hand Over)
    È la procedura di handover che assicura la continuità di servizio per tutte le sessioni a pacchetto tra RAT 3GPP in maniera trasparente per l’utente
  • PSK (Phase Shift Keying)
    Modulazione digitale con assegnazione di fase all’oscillazione portante in funzione della sequenza di bit da trasmettere previo raggruppamento (simbolo) in aggregati di n bit. Con simboli di 3 bit la modulazione viene chiamata 8PSK e gli sfasamenti possibili sono 8 (0°, 45°,..., 315°)
  • PTN (Packet Transport Network)
    Rete ottica metropolitana e regionale di livello 2 ISO-OSI basata sulla tecnologia MPLSTP per il trasporto a pacchetto orientato alla connessione
  • Public Utilities
    Servizi di pubblica utilità di solito basati su monopoli naturali: acqua, gas, elettricità, illuminazione…
 

Q

  • QAM (Quadrature Amplitude Modulation)
    Modulazione di Ampiezza in Quadratura. Modulazione digitale mista di ampiezza e fase realizzata attraverso la somma di due portanti con la stessa frequenza ma sfasate di 90° (in quadratura) modulate in Ampiezza in funzione della sequenza di bit da trasmettere. In dipendenza del numero di bit per simbolo, ad es. 2, 4, 6 di definiscono 4QAM, 16QAM, 64QAM, impiegate in LTE
  • QCI (QoS Class Indicator)
    Indicatore di QoS
  • QoE (Quality of Experience)
    Qualità della Esperienza di utilizzo di un prodotto/servizio da parte dell’utente
  • QoS (Quality of Service)
    Termine che raggruppa i parametri prestazionali di rete associati a una qualità definita (p.es tasso di errore, variazione del ritardo, ecc.)