L

  • LAN (Local Area Network)
    Rete dati in ambito locale tipicamente con protocollo Ethernet
  • Layer
    Letteralmente strato, specifica una selezione di gamma radio, tecnologia radio, tipologia di cella o una combinazione di queste caratteristiche. Ad esempio: layer frequenziale GSM 900 e GSM 1800; oppure layer tecnologico UMTS o GSM, oppure layer a Macrocelle e layer a Microcelle
  • LB (Load Balancing)
    Azione di gestione delle risorse che serve a bilanciare il carico fra le celle (intra o intertecnologia) in grado di assicurare il servizio in una stessa zona
  • LBS (Location Based Services)
    Servizi basati sulla localizzazione
  • Legacy
    Letteralmente lascito: si può riferire alle reti radiomobili tuttora operanti
  • LI (Lawful Interception)
    Intercettazione e Localizzazione a seguito richiesta della Magistratura
  • Limite di esposizione
    Limite italiano di campo elettrico da non superare in zone accessibili alla popolazione (20 V/m), riconducibile con formule agevoli al limite di campo magnetico H(A/m) e di flusso di potenza P(W/m2)
  • Linearità
    Un sistema si dice lineare quando garantisce la fedeltà del segnale alla sua uscita; il segnale è dato soltanto dall’eventuale amplificazione/attenuazione e traslazione di quello di ingresso
  • LPP (LTE Positioning Protocol)
    Metodo di localizzazione per la Tecnologia LTE, tra eNodeB e E-SMLC
  • LTE (Long Term Evolution)
    Denominazione della componente di accesso radio della nuova rete ultrabroadband che fa seguito a UMTS/HSPA. La denominazione è equivalente a E-UTRA
  • LTE-Advanced (Long Term Evolution Advanced)
    Evoluzione di LTE (a partire dalla Release. 10 del 3GPP) in grado di soddisfare i requisiti ITU per i sistemi IMT-Advanced
 

M

  • M2M (Machine to Machine)
    Da “Macchina a Macchina”, applicazionecon molti punti di presenza e messaggi di pochi bit (es. distributori automatici di bibite che segnalano lo stato di disponibilità delle merci)
  • Macrocella
    Cella di grandi dimensione (centinaia o migliaia di metri) corrispondente ad un’antenna posizionata ad un’altezza superiore o paragonabile con quella degli ostacoli circostanti
  • Main
    Unità digitale che genera un segnale da trasmettere in fibra alla unità remota che lo converte a radio frequenza e lo adduce all’antenna; viceversa in ricezione
  • MB (Multi Band)
    Modalità di operazione della rete radio e dei terminali su varie gamme di frequenza
  • MBB (Mobile Broad Band)
    Banda Larga Mobile
  • Metro Aggregation

  • Livello della rete metropolitana (OPM) che aggrega il traffico proveniente dagli e-nodeB in località periferiche
  • Metro Core
    Livello della rete metropolitana (OPM) che aggrega ulteriormente il traffico proveniente dallo strato di Metro Aggregation
  • MGW e GW (MSC MSC Gateway)
    I Nodi GW MSC forniscono le funzioni di instradamento e commutazione ai nodi di livello gerarchico inferiore MGW
  • MHN (Mobile Home Network)
    Rete mobile di appartenenza dell’utente, ovvero rete dell’operatore di cui si è clienti
  • Microcella
    Cella di dimensione inferiore a quelle della macrocella corrispondente ad un’antenna posizionata ad un’altezza inferiore a quella degli ostacoli circostanti
  • MIMO (Multiple Input Multiple Output)
    Funzionalità che consente un aumento della capacità/throughput e/o copertura attraverso un sistema di antenne multiple installato sulla stazione e sul terminale e una opportuna elaborazione dei segnali
  • MISO (Input Single Output)
    Sistema di antenne multiple con due o più antenne in trasmissione alla stazione radio base (Tx Diversity) e una singola antenna sul terminale
  • Mission Critical
    Servizio di comunicazione il cui buon fine è critico per la corretta operatività di un’organizzazione o di un progetto (p.e. Vigili del fuoco, Protezione Civile, Forze dell’Ordine)
  • MM (Mobility Management)
    Gestione della mobilità (affiliazione, disconnessione, localizzazione)
  • MM (Multi Mode)
    Modalità di operazione della rete radio e dei terminali su varie tecnologie di accesso radio (RAT) (p.e. GSM, UMTS, LTE)
  • MMCS (Multi Media Communication Suite)
    Soluzione che facilita l’accesso e la personalizzazione di nuovi servizi
  • MME (Mobility Management Entity)
    Gestisce la segnalazione (p.e. Attach/Detach, Mobilità, Session Control, Lawful Interception, Sicurezza, etc)
  • MMTel (Multi Media Communication Suite)
    È uno standard globale basato su IMS che offre comunicazione convergente fisso e mobile di tipo multimediale attraverso voce, video, testo, trasferimento file e condivisione di immagini, audio e video clip
  • Mobile Router
    Dispositivo di trasmissione collegato verso la rete radiomobile con un link radio 2G, 3G, LTE e attraverso link wi-fi con i dispositivi (PC, Tablet, smartphone)
  • Modulazione
    La modulazione serve per associare il contenuto informativo di un segnale detto modulante, ad un altro segnale detto portante ottenendo così un segnale modulato adatto alle caratteristiche del canale trasmissivo. Si consideri ad esempio un sistema di trasmissione radio; visto che le antenne di trasmissione e ricezione hanno dimensioni inversamente proporzionali alla frequenza del segnale che le attraversa, per contenere l’ingombro è necessario utilizzare segnali a frequenza elevata. Per allocare in alta frequenza il contenuto informativo di base si utilizza come portante una sinusoide a frequenza elevata di cui si variano uno o più parametri (ampiezza, fase) in funzione del segnale modulante. Nelle trasmissioni numeriche binarie il segnale informativo è costituito da una sequenza di bit (0.1) che vengono raggruppati in insiemi di n bit detti simboli di numerosità m=2n questi m simboli sono associati a uno stato di ampiezza e/o fase della sinusoide portante; la modulazione mQAM. Ad esempio utilizzando simboli con n=6 bit si ottiene m=64 e la modulazione prende il nome di 64 QAM
  • Modulazione Adattiva
    Modulazione il cui tipo (ad es. 4,16, 64 QAM) varia in maniera da adeguarsi alla qualità del canale propagativo. In un canale a bassa qualità si usa una modulazione robusta, ma meno efficiente (es 4QAM), in un canale ad alta qualità una modulazione complessa, più efficiente (es. 64 QAM). In assenza di questa adattività si sarebbe costretti ad utilizzare sempre la sola modulazione inefficiente per non perdere informazione
  • Monitoring
    Operazione di supervisione di parametri rilevanti per il funzionamento dei vari nodi di rete e di caratteristiche essenziali della qualità del servizio ( ad esempio nel caso di servizio le cadute di conversazione)
  • MPLS TP (MPLS Transport Profile)
    Denominazione in linea con i requisiti definiti da IETF e ITU-T di un profilo MPLS appositamente progettato che prevede, oltre l’applicazione del MPLS al piano di forwarding, la specifica di un set di funzioni e protocolli per il supporto al modello operazionale e alle capability tipiche delle reti di trasporto. È la tecnologia utilizzata sulle reti PTN
  • MRF (Multimedia Resource Function)
    Ha funzioni di IVR (Interactive Voice Response) per annunci in fonia con interazione da tastiera mediante toni in banda fonica (DTMF)
  • MS (Mobile Station)
    Il terminale mobile (MS in terminologia 2G) è composto da un ricetrasmettitore radio e da una smart card asportabile SIM (Subscriber Identity Module) che contiene i dati identificativi dell’Utente, utilizzati per l’accesso al servizio e per l’autenticazione
  • MSC-S (Mobile Switching Center-Server)
    Gestisce, per la componente a circuito, la mobilità su macro aree dette Location Area (nel numero di qualche unità per MSC). È coinvolto nelle procedure cosiddette AAA (Authentication - Authorization -Accounting) per l’accesso alla rete ed ai servizi e per la tassazione. L’MSC è anche responsabile per l’handover tra BSC diversi
  • MSRP (Message Session Relay Protocol)
    Protocollo usato nel contesto RCS (Rich Communication Suite) soprattutto per Instant Messaging, File Transfer e Image Sharing
  • MTAS (Mobile Telephony Application Server)
    Server della rete IMS per i servizi telefonici supplementari
  • MUBB (Mobile Ultra Broad Band)
    Banda Ultra Larga Mobile
  • Multi Layer Switch
    Dispositivo di rete a pacchetto che opera lo switch a livello OSI 2 (livello di link) e svolge altre funzioni agli altri livelli protocollari OSI
  • Multiband
    Multibanda: solitamente si usa per un terminale in grado di lavorare sulla stessa tecnologia di accesso radio, ma su gamme diverse (p.es. LTE 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz)
  • Multicast
    Con il termine multicast, nelle reti di calcolatori, si indica la distribuzione simultanea di informazione verso un gruppo di destinatari
  • Multimode
    Multimodo: solitamente si usa per un terminale capace di operare con varie tecnologie di accesso radio (ad es GSM; UMTS, LTE)
  • MU-MIMO (Multi User MIMO)
    Estensione della tecnica MIMO che permette di trasmettere con utenti multipli nella stessa banda e nello stesso tempo
  • MVN (Mobile Visited Network)
    Rete mobile visitata di un operatore diverso da quello di appartenenza, presso la quale ci si è affiliati a seguito del Roaming
  • mVoIP (Mobile Voice over IP)
    Estensione del VoIP alle reti mobili
 

N

  • NAS (Non Access Stratum)
    L’insieme dei protocolli per instradare e trasmettere i dati generati da utenti o dalla rete e necessari per le funzioni di autenticazione e di localizzazione
  • Network initiated
    Procedura di localizzazione iniziata da Rete
  • Network Services
    Servizi di rete per il trasferimento e l’eleborazione dell’informazione
  • NFC (Near Field Communication)
    Tecnologia radio che consente una comunicazione bidirezionale a corto raggio (10 cm)
  • NGMN (Next Generation Mobile Networks)
    Alleanza di operatori nata per definire i requisiti dei sistemi radiomobili di quarta generazione
  • Node B
    Stazione radio 3G con funzioni analoghe alla BTS 2G
  • Non Linearità
    Un sistema non lineare genera all’uscita un segnale diverso dalla semplice amplificazione/ attenuazione/traslazione di quello di uscita. Ad esempio, nel caso della distorsione armonica, adducendo a un sistema non lineare una sinusoide a frequenza assegnata si trova all’uscita questa sinusoide (fondamentale) accompagnata da sinusoidi (armoniche) a frequenze multiple intere di quella della fondamentale e di ampiezza relativa rispetto alla fondamentale decrescente all’aumentare della frequenza della armonica in oggetto. Con più frequenze all’ingresso (cfr.”intermodulazione” in questo glossario)
  • NUE GW (Gateway per servizio NUE (numero unico emergenza))
    Nodo di intermediazione per il positioning verso i sistemi del Centro Elaborazione Dati- Interforze per la gestione dei servizi di emergenza (Numero Unico Emergenza)