G

  • Gamma di Frequenza
    Ordine di grandezza della frequenza centrale della banda di frequenza (esempio: gamma dei 900 MHz utilizzata per il GSM)
  • GCF (Global Certification Forum)
    È una parternership fra operatori, costruttori di terminali mobili, costruttori di apparecchiature di test
  • GERAN (GSM EDGE Radio Access Network)
    Evoluzione dell’accesso radio del Sistema GSM ed EDGE
  • GGSN (Gateway GPRS Support Node)
    Nodo di interfaccia con le altre reti a pacchetto (es Internet o Intranet aziendali). Il GGSN incapsula pacchetti IP diretti all’Utente nei pacchetti IP (Tunneling) diretti all’SGSN; alla sessione d’Utente è associatonei nodi GGSN ed SGSN un Packet Data Processing Context (PDP Context) instaurato all’avvio della connessione, che raccoglie le informazioni (indirizzo IP, qualità di servizio, identificativo del terminale) relative allo scambio di dati
  • GMLC (Gateway Mobile Location Center)
    Nodo che elabora la richiesta di localizzazione individuando il nodo di Core Network verso cui instradarla
  • GPRS (General Packet Radio Service)
    Primo servizio di trasmissione dati a pacchetto introdotto sulla rete GSM con velocità massima in Down Link di circa 40 kbit/s
  • GPS (Global Positioning System)
    Sistema che attraverso una costellazione di satelliti in orbita bassa invia segnali di riferimento di tempo molto accurati che consentono la localizzazione di un mobile
  • GSA (Global Supplier Association)
    Associazione mondiale di costruttori di terminali radiomobili
  • GSM (Global System for Mobile Communications, in precedenza Groupe Spécial Mobile)
    Sistema radiomobile digitale, inizialmente paneuropeo e poi mondiale, operante in Europa in banda 900 e 1800 MHz con roaming internazionale
  • GSMA (GSM Association)
    Associazione di operatori mobili che utilizzano il sistema GSM e sue evoluzioni (UMTS ed LTE)
 

H

  • Hash
    Dall’inglese sminuzzare, rappresenta una funzione che da una stringa di un numero arbitrario di caratteri produce una stringa di lunghezza definita (digest), il digest è diverso se la stringa di ingresso alla funzione hash è diversa
  • HDR (Header)
    Intestazione di un pacchetto dati con informazioni per instradamento e QoS richiesta alla rete; è collegato alla zona dati (Payload)
  • HDVC AS (High Definition Video Communication Application Suite)
    Suite di applicazioni per la videoconferenza ad alta definizione
  • Het Net (Heterogeneous Network)
    In generale, è una rete costituita da una numerosità di tecnologie (GSM, UMTS, LTE) operanti in varie gamme di frequenza e con vari tipi di copertura (macro, micro, pico, femto). In ambito 3GPP Het Net indica scenari ove sono dispiegate diverse tipologie di cella operanti anche su frequenze diverse
  • HLR (Home Location Register)
    Archivio contenente le caratteristiche anagrafiche e i profili di servizio associati a ogni SIM. Contiene anche la posizione attuale del cliente in termini di VLR Visitor Location Register, necessaria per inviare il segnale di paging nella LA opportuna
  • HO (Hand Over)
    Procedura automatizzata di rilascio della comunicazione con una cella e contestuale instaurazione di un nuovo collegamento con un’altra cella. Tipicamente l’handover serve a mantenere in piedi la comunicazione durante il movimento dell’utente ma può anche essere utilizzato per espletare azioni di gestione del traffico (es. load balancing) o di miglioramento della qualità
  • HOM (High Order Modulation)
    Modulazione complessa che sfrutta un elevato numero di configurazioni di segnale, consentendo un’alta efficienza spettrale. Tipicamente 16 e 64-QAM
  • Hot Spot
    Area, principalmente di piccole dimensioni, a elevato traffico
  • HR (Half Rate)
    Codificatore Vocale GSM che impiega un TS per la trasmissione di due canali vocali, raddoppiando così l’efficienza trasmissiva (spettrale). La qualità di HR è solo leggermente inferiore a quella di FR in condizioni di buona qualità del canale radio, mentre degrada in condizioni di canale avverse
  • HSDPA (High Speed Downlink Packet Access)
    In ambito UMTS indica la soluzione per trasmissione dati a pacchetto ad alta velocità su canale condiviso nella tratta dalla stazione al terminale
  • HSPA (High Speed Packet Access)
    Definisce la combinazione HSDPA e HSUPA per identificare con un unico acronimo la feature che permette trasmissioni a pacchetto ad alta velocità sulle due tratte UL e DL
  • HSPA+ (High Speed Packet Access +)
    Insieme di funzionalità radio che forniscono ulteriori miglioramenti di HSPA (ad es.in DL 21 Mbit/s con 64QAM o 42 Mbit/s con DC)
  • HSS (Home Subscriber Server)
    Data base che gestisce il profilo di utente LTE
  • HSUPA (High Speed Uplink Packet Access)
    In ambito UMTS indica la soluzione per trasmissione dati a pacchetto ad alta velocità nella tratta dal terminale alla stazione
  • Hub and Spoke
    Architettura di rete dove i nodi periferici afferiscono a un singolo centro stella. Le relazioni di scambio tra due nodi periferici avvengono solo tramite il nodo centro stella. È lo stesso meccanismo degli Hub delle compagnie aeree
  • Hybrid
    Tecnica di trasmissione ibrida fra pacchetto (IP) e circuito (TDM). E’ utilizzata nei ponti radio a microonde per 2G, 3G, LTE
 

I

  • ICE (In Case of Emergency)
    Insieme di parametri (anagrafico, gruppo sanguigno, numero da chiamare…) memorizzati nella UICC (SIM evoluta)
  • Idle
    È lo stato in cui si trova il terminale mobile quando è acceso e non ha chiamate in corso. In questo stato il terminale si limita ad ascoltare i canali di controllo comuni (diffusivo o di chiamata) trasmessi sul canale beacon e a inviare informazioni utili per la sua localizzazione
  • IETF (Internet Engineering Task Force)
    Organismo internazionale per l’evoluzione tecnica e tecnologica di Internet
  • IF (Intermediate Frequency)
    Frequenza Intermedia: frequenza abbastanza inferiore alla RF alla quale si possono svolgere elaborazioni di segnale in modo più agevole. In genere i ricetrasmettitori traslano in ricezione l’informazione da RF a IF e in trasmissione da IF a RF
  • IKE (Integrity Key Exchange)
    Protocollo appartenente alla suite IPSec utilizzato per l’autenticazione mutua delle parti, la negoziazione dei parametri di sicurezza e la distribuzione delle chiavi utilizzate per la messa in piedi del tunnel IPSec
  • IM (Intermodulazione)
    Inserendo un segnale in un sistema non lineare questo risulta distorto all’uscita. A fronte di due sinusoidi di ingresso all’uscita se ne trovano moltissime a frequenze generate dalla somma e sottrazione delle frequenze multiple della prima e seconda frequenza di ingresso dette prodotti di intermodulazione; le ampiezze di queste sinusoidi decresce all’aumentare della loro frequenza. Un caso importante è il PIM del terzo ordine generato dalla non linearità a frequenza pari a 2f1 - 1xf2
  • IMEI (International Mobile Equipment Identity)
    Identità Internazionale Terminale Mobile
  • IMS (IP Multimedia Subsystem)
    Architettura standardizzata della NGN (Next Generation Networking) per fornire servizi multimediali, fissi e mobili. Usa una implementazione VoIP (Voice-over-IP) basata sulla segnalazione di tipo SIP (Session Initiation Protocol) e si basa sul IP (Internet Protocol)
  • IMS/MMTEL (IMS (IP Multimedia Subsystem) MMTel (Multi Media TELephony service)
    È uno standard basato su IMS che offre servizi, mobili, fissi, multimedia usando voce, video real time, testo, trasferimento file, condivisione di immagini, video, audio
  • IMSI (International Mobile Subscriber Identity)
    Identità Internazionale Utente Mobile (SIM)
  • IMT-2000 (International Mobile Telecommunications - 2000)
    Acronimo utilizzato da ITU per identificare le interfacce radio elencate nella Raccomandazione ITU-R M.1457
  • IMT-Advanced (International Mobile Telecommunication - Advanced)
    Acronimo utilizzato da ITU per identificare le interfacce radio elencate nella Raccomandazione ITU-R M.2012
  • IoT (Internet of Things)
    Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla rete (ad esempio la sveglia suona prima se riceve l’informazione di alto traffico stradale)
  • IP (Internet Protocol)
    Protocollo di rete su cui si fonda Internet
  • IP/MPLS (Multi Protocol Label Switching)
    Tecnica utilizzata sulle reti IP che si basa sull’instradamento dei flussi di traffico, indipendentemente dal protocollo, tra nodo origine (egress) e destinazione (ingress) utilizzando etichette identificative (label) tra le coppie di nodi (router) adiacenti nel cammino di instradamento. Il passaggio tra i due nodi adiacenti (switching) avviene tramite semplici operazioni con le etichette
  • IPSec (IP Security)
    Suite di protocolli che consentono la creazione di un canale sicuro a livelllo IP. IPsec usa due differenti protocolli - AH ed ESP - per fornire l’autenticazione, l’integrità e la confidenzialità della comunicazione. Prevede due modelli di funzionamento: tunnel mode e transport mode. Nel tunnel mode il datagramma IP viene completamente incapsulato in un nuovo datagramma IP utilizzando IPsec. In transport mode solo il payload del datagramma IP viene trattato da IPsec che inserisce il proprio header tra l’header IP ed i livelli superiori
  • IP-SM-GW (IP Short Message Gateway)
    Nodo per la trasmissione di SMS su una rete IP
  • Isolamento
    Attenuazione fra un trasmettitore e un ricevitore dopo filtraggio e puntamento delle antenne
  • ITU (International Telecommunication Union)
    Agenzia delle Nazioni Unite per l’ICT (Information & Communication Technology). ITU-R (Radiocommunication Sector) è il settore di riferimento per le radiocomunicazioni
  • IVR (Interactive Voice Response)
    Dispositivo per la fornitura di servizi attraverso interazione vocale (sintesi e analisi)
 

K

  • KPI (Key Performance Indicator)
    Grandezza definita in funzione di altre grandezze elementari che stabilisce un parametro rilevante per le prestazioni