APPROFONDIMENTO

Un esempio di BigData e turismo

Un esempio di BigData e turismo
 

Dati provenienti dai social e dati GPS sono due delle numerosissime tipologie oggi esistenti che, se unite al patrimonio informativo tipicamente già posseduto dalle TELCO, possono apportare notevoli miglioramenti alla qualità di vita nonché offrire interessanti spunti di business. Un importante esempio è l’applicazione al campo del turismo, nodo cruciale nello sviluppo del nostro Paese.
In una sperimentazione in collaborazione con Nokia e l’Università di Bologna, TIM ha utilizzato misure radio e GPS raccolte near real time (una misura ogni 5 secondi) dai terminali connessi alla rete 3G e 4G nell’area di Venezia durante il Carnevale 2017, ottenendo così un campione rappresentativo e accurato delle presenze dei clienti connessi alla sua rete in quell’area.
Queste misure di geolocalizzazione, integrate con tweet e dati sociodemografici aggregati sono stati sintetizzati in una dashboard presentata all’evento TIM TECH, tenutosi a Torino, nel Dicembre 2017, così da presentare un quadro chiaro e definito di quanto accaduto nel capoluogo veneto durante quelle giornate così cruciali per il turismo. Il livello di precisione dei dati raccolti permette, tra le altre cose, di individuare i percorsi più battuti nei luoghi di interesse prescelti, l’ordine con cui le varie attrazioni sono state visitate e gli hashtag più twittati nelle varie aree.
Il cruscotto interattivo consente, infatti, di selezionare un’area della città e osservare le traiettorie della folla all’interno di quella zona durante la giornata o in un intervallo temporale specifico, la distribuzione di età e sesso nel perimetro scelto e i punti di interesse visitati prima e dopo.
I dati raccolti hanno permesso anche di avere un’idea di come si muovono le folle di turisti stranieri in visita. È possibile, inoltre, visualizzare sulla mappa di Venezia la distribuzione nei vari luoghi di interesse e i percorsi preferiti dai turisti di alcune specifiche nazionalità.
Le potenzialità di un servizio di questo tipo sono molteplici: dalla gestione di flussi per questioni di ordine pubblico, alla valorizzazione di aree poco visitate, alla creazione di campagne di marketing mirate secondo il target che più frequenta una determinata zona. Inoltre, conoscere gli spostamenti di abitanti e visitatori può essere un’opportunità per l’ottimizzazione di trasporti e mobilità urbana.

 
 
 

Emanuela Belmonte
Mariagrazia Davi'
 

Torna all'articolo