APPROFONDIMENTO

Il monitoriaggio dei microservizi

 

Per verificare lo stato di salute della Service Delivery Platform e consentire alle funzioni di GA di intervenire prontamente sia per risolvere guasti che per incrementare le prestazioni del sistema in caso di necessità, è stato progettato un modulo funzionale di monitoraggio che controlla costantemente lo stato di salute di tutte le componenti. Tale modulo è  basato su prodotti open source, ampiamente descritti in letteratura e largamente utilizzati: lo stack tecnologico ELK costituito da un database NoSql (Elasticsearch), un collettore real time (Logstash) e un motore grafico (Kibana). E’ un componente funzionale preso oramai come riferimento dai più importanti player di tecnologie digitali; diventato uno standard de facto per chi non vuole abbracciare soluzioni basate completamente o in parte su prodotti commerciali.   
Specifici “agent” attivati sui server di SDP, ogni giorno scambiano con il modulo di monitoraggio, centinaia di milioni di informazioni riguardanti il funzionamento delle componenti hardware e software come memoria, cpu,   stato delle code del   message broker, stato dei processi e dei microservizi, etc. Tali dati subiscono processi di elaborazione  real time (filtraggio, normalizzazione, correlazione e aggregazione) e vengono memorizzati sul database Elasticsearch, un database specializzato per ricerche testuali.
Grazie al motore grafico di  Kibana, il modulo di monitoring è stato arricchito con dashboard specifiche per visualizzare le metriche ed i KPI definiti per SDP. Tali dashboard si aggiornano di continuo per fornire costantemente la fotografia dello stato corrente di SDP. Una  componente di alerting  genera eventuali allarmi e li notifica agli operatori di esercizio via email ed sms. In futuro tali notifiche verranno inviate su una mobile app dedicata, al fine di consentire una maggiore inte razione uomo-macchina.
I dati elaborati dal modulo di monitoraggio di SDP serviranno inoltre a ricostruire una visione più ampia della corretta erogazione dei servizi di business in cui SDP è coinvolta e questo verrà effettuato attraverso la standardizzazione di tracciati record compliant con gli standard più recenti (es. openTracing) e l’integrazione con piattaforme di monitoraggio dedicate all’E2E.

 

Francesco Fusco
Patrizia Pisano
 

Torna all'articolo