APPROFONDIMENTO

Rimozione completa della regolamentazione sui servizi NGA

Rimozione completa della regolamentazione sui servizi NGA
 

Nel caso delle reti NGA, la regolamentazione vigente disciplina le condizioni d’uso:

  • delle infrastrutture di posa;
  • della fibra spenta;
  • dei collegamenti attivi a banda ultra larga;
  • per la condivisione degli investimenti in reti NGA.

La necessità di rimuovere la regolamentazione sull’uso delle risorse di rete NGA emerge chiaramente dall’attuale contesto in cui né il proprietario della rete locale tradizionale, né i concorrenti presentano inizialmente vantaggi o penalizzazioni che possano favorire o danneggiare taluni operatori rispetto ad altri nella realizzazione autonoma di nuove risorse di rete NGA. Fanno eccezione le infrastrutture di posa il cui uso - da normativa - deve essere assicurato a tutti i richiedenti, indipendentemente dal significativo potere di mercato del detentore dell’infrastruttura. Tuttavia, anche per le infrastrutture di posa, il regolatore dovrebbe ripensare il proprio approccio, rimuovendo gli attuali obblighi di controllo dei prezzi (orientati al costo) ed incoraggiando il raggiungimento di equilibri di mercato attraverso processi di negoziazione da realizzare nell’ambito di una consultazione pubblica gestita dal fornitore della rete. Il regolatore interverrebbe solo se il mancato accordo sia in contrasto con i principi di equità e ragionevolezza definiti ex ante all’interno di una cornice regolamentare finalizzata a tutelare preminentemente l’investitore e, in subordine, il soggetto richiedente l’uso delle infrastrutture di posa.

 

Torna all'articolo