EDITORIALE

La nostra Azienda è leader riconosciuta a livello internazionale nello sviluppo degli Standard per il mondo ICT; abbiamo infatti 120 colleghi coinvolti in queste attività e occupiamo oltre 20 posizioni nei Board e nei Comitati esecutivi dei vari Enti di standardizzazione mondiali.
In questo numero del Notiziario Tecnico “Speciale Standard”, oltre a dettagliare lo status quo e il “working in progress”  per la definizione dei nuovi scenari tecnologici e di servizio, ospitando anche diverse interviste  ai Chairman dei vari Gruppi di lavoro, ribadiamo l’importanza del legame sinergico tra standard e brevetti, che di fatto rappresentano il valore industriale e competitivo delle nostre attività su scala internazionale.
3GPP, GSMA, One M2M, NGMN, OPNFV, ETSI, ITU… sono solo alcuni degli Enti preposti a definire i requisiti delle nuove soluzioni, che poi riconosciute come standard, abilitano nuovi scenari di business, in cui operano come attori di primo piano i Telco, le manifatturiere, i centri di ricerca e altre industry (come l’automotive).
L’ambito della standardizzazione è infatti da sempre un contesto favorevole al confronto tra tutti per la definizione non solo di nuove tecnologie, ma di nuovi scenari abilitanti la “New Connected Life” , il che spiega il nostro investimento in queste attività.
Certo serve fare di più ed è per questo che nei vari tavoli sugli standard favoriamo l’estensione dell’Ecosistema ITC ai settori adiacenti, che sono fondamentali per la pervasività della Connected Life; mi riferisco ai Content provider, inclusi gli OTT, al mondo delle Banche e della Finanza, alle Amministrazioni, alla Sanità, al Wellness,  all’Energia…perché  sono convinto che solo insieme e nel rispetto di regole condivise si possa dare luogo ad una vera rivoluzione-innovazione del nostro modo di comunicare e vivere.

Giuseppe Roberto Opilio