I nostri principali partner tecnologici: CISCO e SAMSUNG

In questo articolo si evidenzia il valore della collaborazione tra il Gruppo Telecom Italia e, fra i suoi principali partner tecnologici, Cisco per la creazione del primo evento globale “Full IP” e Samsung per la realizzazione di innovative soluzioni che garantiscono un’interazione immersiva tra l'ambiete le persone e la tecnologica presente in Expo 2015.

 

1 - Cisco: Official Partner for IP Network & Solutions

Expo Milano 2015 si contraddistingue anche perché è il primo evento di scala globale “Full IP”, cioè totalmente basato su rete IP.
L’area espositiva infatti è strutturata come una Digital Smart City in cui sono implementate soluzioni avveniristiche, per consentire ai visitatori di vivere un’esperienza unica e senza precedenti, usufruendo di servizi innovativi in un contesto altamente sicuro e performante.
L’organizzazione di Expo 2015 e gli espositori possono servirsi di soluzioni di comunicazione e collaborazione evolute, oltre che gestire la propria operatività attraverso una piattaforma Cloud e servizi di rete dedicati, sfruttando le opportunità di strumenti che consentono di realizzare nuove forme di interazione con i visitatori; il tutto in un framework che va oltre i confini di Expo 2015 per raggiungere anche la città di Milano.
Tutte le esigenze, le attività, le soluzioni, i servizi, implementati dagli altri partner della manifestazione che si occupano di altri aspetti – dalla security all’energia, dall’illuminazione ai pagamenti…, poggiano su una infrastruttura di rete innovativa realizzata da Telecom Italia e Cisco, che riveste il ruolo di Official Partner for IP Network & Solutions.
L’infrastruttura è fondata sulla rete in fibra realizzata da Telecom a copertura dell’intero sito espositivo: essa abilita tecnologicamente la connessione in Cloud, tramite cui sono erogate applicazioni e servizi; consente la convergenza di tutti i dati provenienti dai processi gestiti da organizzatori, espositori, altri partner in un “motore” per gestire, analizzare e utilizzare i big data; ed infine una infrastruttura che converge in un Centro di Monitoraggio e Controllo, che costituisce il “centro di gestione dell’evento" per il monitoraggio ed il controllo end to end di tutte le operation della manifestazione.
Nel dettaglio Cisco integra nella rete Telecom Italia i componenti di infrastruttura, gestione e comunicazione wired e wireless, fondamentali per l’erogazione di servizi a visitatori ed espositori; i componenti di comunicazione, audio e video, e di collaborazione unificata anche in modalità Cloud con soluzioni HCS; le soluzioni Smart City sperimentate già in progetti di caratura globale come le Olimpiadi di Londra; i servizi di localizzazione; la sicurezza di rete; la connessione garantita a tutti i presenti nell’area espositiva; l'intelligenza e i sistemi di digital signage, che consente ai visitatori di orientarsi e scoprire gli eventi previsti e viene utilizzata per la comunicazione informativa, pubblicitaria, di sicurezza.

 

Figura 1 - La Control Room di Cisco

1.1 - Il valore dell’Internet of Everything

La partnership di Cisco con Expo Milano 2015 si basa su una profonda consonanza d’intenti, di focus strategico, di visione tecnologica, mirata a fare del sito, in cui si svolgerà l’evento, un modello per la Digital Smart City del futuro, una comunità a basso impatto ambientale, più vivibile, in grado di svilupparsi in modo sostenibile per l’economia e per la società.
Il modello si fonda su una visione di comunità costruita attorno alle persone, al fine di dare loro la possibilità di contribuire con le proprie idee alla trasformazione della società.
Cisco infatti ritiene che la reale evoluzione tecnologica non si misuri sul numero di oggetti e canali tecnologici che popolano le vite delle persone, bensì sulla capacità di utilizzare la tecnologia in modo razionale e intelligente, per migliorare la sostenibilità e garantire a tutti una migliore qualità della vita. Questa evoluzione si chiama Internet of Everything.
Internet of Everything è quindi la connessione intelligente di persone, processi, dati e oggetti.
Si fonda su un insieme di connessioni di rete distribuite e su evolute piattaforme di elaborazione e storage per connettere persone, processi, dati e oggetti in modi che non erano possibili in precedenza.
L’esplosione di nuove connessioni è generata dalla sempre maggiore disponibilità di dispositivi IP, dall’inarrestabile diffusione di reti a banda ultra larga e dall’avvento del protocollo IPv6. La rete ha quindi un ruolo strategico all’interno di Internet of Everything: ascoltare, riconoscere e colloquiare in modo adeguato con miliardi di dispositivi.
E tutto questo a Expo 2015 diventa realtà.

 

Figura 2 - Il mix dell’Internet of Everyting

2 - L’ExpoHub di Samsung

Tra i principali obiettivi che Samsung ha in Expo Milano 2015 c’è quello di fornire servizi e soluzioni d’avanguardia per rendere più personalizzata e coinvolgente l’esperienza dei visitatori all’Esposizione Universale. In questa logica Samsung ha lavorato secondo tre diversi dimensioni spaziali e temporali:

  • quando i visitatori pianificano la visita;
  • quando i visitatori raggiungono Milano ed Expo 2015;
  • quando i visitatori accedono al sito espositivo vero e proprio.

Per queste tre dimensioni Samsung ha realizzato un Hub, denominato ExpoHub, che fornisce ausilio in questi contesti rendendo disponibili servizi utili ai visitatori come ad esempio informazioni logistiche o “modalità” per vivere al meglio l’evento.
Inoltre attraverso ExpoHub gli utenti Samsung possono usufruire di benefici ad essi dedicati che i partner coinvolti mettono a disposizione di volta in volta.
Samsung, in qualità di Official Sponsor, ha contribuito alla comunicazione dell’evento attraverso la finalizzazione e la divulgazione dell’app ufficiale di Expo 2015 sugli Smartphone, Tablet e SmartTV Samsung, quest’ultima sviluppata in collaborazione con Telecom Italia. Samsung è anche proattivamente impegnata per arricchire l’esperienza del visitatore sul sito Expo. Grazie a varie tecnologie di prossimità, come ad esempio i beacon, vengono abilitate numerose interazioni tra lo smartphone del visitatore e i padiglioni, alcune aree specifiche e numerosi strumenti di comunicazione presenti sul sito.

 

Figura 3 - App Expo 2015 per SmartTV

2.1 - Presenza tecnologica presso Expo

Samsung installerà diversi dispositivi all’interno del sito espositivo quali monitor videowall, totem, ecc., ma sicuramente di rilievo e di forte impatto sarà l’installazione presso il padiglione zero un unico videowall curvo composto da 457 monitor LCD con uno sviluppo orizzontale di circa 30 metri e un’altezza totale di circa 10 metri.

 

Figura 4 - I Point Of Interest di Expo 2015 arricchiti di informazioni aggiuntive

2.2 - Oltre la realtà con il Gear VR

Inoltre ad Expo 2015 i visitatori potranno andare “oltre” ciò che vedono e questo grazie ad un sistema in realtà virtuale realizzato da Samsung: il Gear VR attraverso il quale sarà possibile vivere un’esperienza di visita unica e coinvolgente, percependo il mondo oltre la naturale vista umana.
Tramite il Gear VR infatti sarà possibile vivere e scoprire posti che difficilmente saranno presenti in Expo 2015, come la visita di monumenti “nascosti” o luoghi “particolari” legati ai Paesi espositori.

 

Figura 5 - Visore Gear VR

Conclusioni

Lavorando congiuntamente in Expo 2015, Telecom Italia, Cisco e Samsung, stanno valutando tecnologie innovative che permettano di mostrare sempre nuove evoluzioni in termini di connettività e di servizi ad ulteriore dimostrazione di come queste aziende siano guida dell’evoluzione digitale del nostro Paese.

 

comments powered by Disqus