Oltre Expo 2015: RECfusion

In linea con il paradigma di co-progettazione e co-sviluppo della Open Innovation, nasce RECfusion frutto della collaborazione tra il Joint Open Lab WAVE e l’Università degli Studi di Catania. La proliferazione di smart device connessi, la crescente diffusione del 4G LTE e l’utilizzo dei social media hanno modificato il paradigma comunicativo definendo nuovi modelli di interazione, socializzazione e diffusione delle informazioni. La peculiarità di questi modelli consiste nel fatto che gli stessi fruitori di informazioni assumono un ruolo attivo nella loro produzione e diffusione. In eventi di massa quali concerti, manifestazioni sportive, feste popolari, grosse fiere commerciali o simili, le persone presenti producono un’enorme quantità di dati multimediali (video, immagini,…), che documentano l’intera manifestazione.
In questi contesti, le scene più riprese rappresentano gli “hot topics” di maggiore interesse.
RECfusion è quindi in grado di elaborare in maniera automatica i flussi video provenienti da device mobili differenti (smartphone, tablet, fotocamere connesse), estraendone una semantica legata alle immagini ed identificando, mediante innovativi algoritmi di scene understanding, le scene chiave (scene salienti) che riguardano i soggetti e/o le performance più interessanti nell’ambito di quella manifestazione. Abilitando una regia automatica di tipo crowdsourced, capace di identificare i contenuti video di maggiore popolarità, sarà possibile poi diffondere tali video tramite piattaforme di broadcasting, in modo da catturare e riproporre il vero “mood” video della manifestazione.

 

Torna all'articolo