Menu

Sostenibilità

05/11/2014 - 11:30

- + Text size
Stampa


1. Cosa si intende per SRI?

2. Qual è la strategia di Telecom Italia per l’Ambiente?

3. Qual è la posizione di Telecom Italia nei confronti della sostenibilità?

 

1. Cosa si intende per SRI?

Il Socially Responsible Investing (SRI) è una strategia d’investimento finanziario seguita da investitori che privilegiano nelle loro scelte aziende attente agli aspetti etici, sociali ed ambientali, senza tralasciare gli aspetti economico-finanziari.

La funzione di Investor Relations e la funzione Group Sustainability dedicano agli investitori SRI specifici road show.


2. Qual è la strategia di Telecom Italia per l’Ambiente?

La strategia ambientale delle società del Gruppo è fondata sui seguenti principi:

  • ottimizzare l’utilizzo delle fonti energetiche e delle risorse naturali,
  • minimizzare gli impatti ambientali negativi e massimizzare quelli positivi,
  • perseguire il miglioramento delle performance ambientali,
  • adottare politiche di acquisto sensibili alle tematiche ambientali;
  • diffondere la cultura di un corretto approccio alle tematiche ambientali


3. Qual è la posizione di Telecom Italia nei confronti della sostenibilità?

Il processo d'introduzione della Sostenibilità nel Gruppo Telecom Italia inizia nel 1997, con la pubblicazione del primo rapporto "Socio-Ambientale", e prosegue nel corso degli anni con la pubblicazione dei Codici etici, degli altri Codici comportamentali e delle Carte dei Servizi. La performance di Sostenibilità è misurata da indicatori specifici (Key Performance Indicators), divisi in macro-aree, in accordo con gli 8 stakeholder prescelti: Clienti, Fornitori, Concorrenti, Istituzioni, Ambiente, Comunità, Risorse Umane, Azionisti. A dimostrazione dell’importanza che Telecom Italia attribuisce alla sostenibilità, le informazioni relative alle attività svolte nei confronti degli stakeholder già dal 2003 sono riportati in sintesi nella Relazione sulla Gestione, confermando la volontà del gruppo di integrare i propri dati finanziari con quelli non finanziari.

Il Gruppo procede alla redazione e pubblicazione annuale di un report dedicato interamente alle tematiche di Sostenibilità che, dal 2009 in poi, adotta i principi dell’AA1000 AccountAbility Principles Standard (inclusività, materialità, rispondenza).

Nel 2002 Telecom Italia ha sottoscritto i principi del Global Compact, il principale riferimento a livello mondiale lanciato nel 2000 dall'ONU per promuovere la tutela dell'ambiente, il rispetto dei diritti umani e degli standard di lavoro nelle aziende, le pratiche anti-corruzione. Il Sistema di gestione della sostenibilità della sostenibilità tiene conto delle convenzioni, normative e dei principi standard internazionali.

L'11 settembre 2014 Telecom Italia si è confermata per l’undicesimo anno consecutivo nei Dow Jones Sustainability Indexes World (DJSI World) e Europe (DJSI Europe) ed ha ottenuto il riconoscimento di “best in class” nel settore delle telecomunicazioni, con un punteggio di 91/100. Si tratta di un riconoscimento importante che conferma l’impegno del Gruppo in campo ambientale e sociale, nell’innovazione tecnologica e nella trasparenza verso gli stakeholder.

Inoltre, il 5 novembre 2014, Telecom Italia è entrata nell'indice di sostenibilità CDP Italy 100 Climate Disclosure Leadership Index (CDLI Italy), diretta emanazione del Carbon Disclosure Project, organizzazione no-profit tra le più importanti a livello internazionale impegnata nella valutazione della trasparenza nella diffusione di informazioni da parte delle aziende in tema di climate change.
Il CDLI Italy seleziona, tra le società quotate sugli indici FTSE MIB, FTSE Italia Small e Mid Cap, quelle che hanno dimostrato un approccio particolarmente proattivo verso la disclosure di informazioni riguardanti il cambiamento climatico. 
Con uno score complessivo di 93 su 100, Telecom Italia è stata inserita così tra le 11 imprese leader dell’innovazione sostenibile per il 2014.

Si rimanda all’area Sostenibilità del sito per reperire tutte le informazioni sulle performance socio-ambientali del Gruppo, i report annuali e la presenza negli indici di sostenibilità.


Torna all'inizio

Data ultima modifica 5 novembre 2014