Internet of Things e la battaglia degli standard Internet of Things e la battaglia degli standard

Internet of Things e la battaglia degli standard

- + Text size
Stampa

Nel mondo sono già 5 miliardi le persone connesse alla rete mobile e 3 miliardi quelle che utilizzano Internet, ma è già cominciata una rivoluzione che moltiplicherà per dieci il numero di connessioni nei prossimi 5 o 6 anni: è l “Internet of Things” (IoT).

Con questa definizione si intende la trasformazione di diversi settori, industrie e stili di vita, dovuta per prima cosa alla interconnessione di molteplici oggetti, processi e sistemi. Cose quindi interconnesse in una rete, collegate da sistemi informatici di gestione e controllo che staranno in rete, nel cloud; cose che dialogheranno, in qualche modo, anche con gli esseri umani.

Questi sistemi e oggetti connessi genereranno una notevole quantità di dati che se opportunamente utilizzati e analizzati permetteranno di cambiare la dinamica di molti settori economici: quando si parla di questo fenomeno si parla di BigData.  

Guardate l'immagine sotto: è  un esempio della varietà di oggetti che saranno prossimamente “connessi” e modificheranno le nostre abitudini di vita (fonte Ericsson).

Per capire quanto complesso sia prevedere adesso quali e quanti mutamenti porterà IoT  nella nostra vita, pensiamo come solo vent'anni fa, non potesse essere facilmente prevedebile quanto e come la telefonia mobile ed Internet avrebbero modificato il modo in  cui oggi comunichiamo, interagiamo con le persone ed i contenuti, ci scambiamo messaggi o foto o video.