banda-ultra-larga banda-ultra-larga

In Italia il 5G parte da Torino

- + Text size
Stampa

Torino sarà la prima città italiana e tra le prime in Europa ad avere una rete mobile 5G: la firma dell'accordo tra il Comune di Torino e TIM dà l’avvio alla sperimentazione che partirà entro il 2018 e che prevede entro il 2020 di estendere gradualmente la nuova infrastruttura a banda ultralarga mobile su tutta la città.

Torino e il 5G

Ma per i cittadini, le aziende e la Pubblica Amministrazione, cosa significa concretamente ?
Una serie di servizi di nuova generazione che vanno nella direzione della Smart City: pubblica sicurezza, gestione delle flotte di mezzi pubblici con servizi informativi connessi, ma anche soluzioni di telesorveglianza in alcune zone della città, realtà virtuale per il turismo, e nuovi servizi per sviluppare l’industria 4.0, grazie all’uso di tecnologie 5G nei processi produttivi dell’industria manifatturiera.
Per citare qualche numero anche sull’impegno a livello operativo:
- nell’area del centro verranno implementate oltre 100 small cell ( piccole antenne intelligenti)
- per la copertura radio verranno attivati  200 siti ultrabraodband mobile
- massimo 3.000 utenze saranno coinvolte

Per Torino, significa entrare a far parte della prima rete paneuropea di città interconnesse 5G, nell’ambito del 5G European Action Plan, promosso dalla Commissione Europea.
L’obiettivo di questo piano è quello di accelerare lo sviluppo del 5G avviando delle sperimentazioni che partiranno da una città per ogni paese europeo, sperimentazioni che verranno seguite dall’uso corrente della nuova tecnologia e dei nuovi servizi.

Guardiamo avanti

A dimostrazione dell’impatto positivo del 5G, uno studio realizzato per la Commissione Europea (*) stima che la diffusione del 5G in Europa potrebbe attivare 2,3 milioni di posti di lavoro, a fronte di un investimento di 56,5 miliardi di euro.
Per l’Italia l’investimento per il 5G sarebbe di circa 7 miliardi di euro e potrebbe generare 187mila posti di lavoro.

Perchè Torino

Per TIM la città di Torino è da sempre il punto dove nascono, vengono cullate e crescono le novità per l’innovazione sul fronte del mobile: nel 1999 lanciavamo la prima videochiamata su UMTS, seguita nel 2012 dalla prima offerta commerciale sul 4G.
Ha sede a Torino, inoltre, il centro di ricerca e di innovazione TIM, dove nel 2016 è stato messo a punto il primo laboratorio sulle onde millimetriche - una delle innovazioni importanti del 5G - che è in grado di effettuare test su apparati 5G. 

5G, onori e oneri

Il 5G rende possibili nuovi scenari di vita e di business che cambieranno il nostro modo di lavorare, comunicare, vivere. 
Ecco alcune delle caratteristiche che la rendono una tecnologia attuale e vincente:
- la velocità, fino a 20 volte superiore all’LTE, con cui potremo fruire di video Ultra HD o servizi di Cloud Computing;
- il tempo di latenza (**) che è 10 volte inferiore al 4G, basilare per i droni e le self driving car;
- la capacità di gestire moltissimi oggetti e sensori, connettendo milioni di dispositivi per Km2 (Internet delle Cose urbano);
- la riduzione dell’inquinamento elettromagnetico, perché lavora con bassissima potenza, a frequenze radio che finora non potevano essere usate;
- l’affidabilità e la sicurezza
Ma fare una rete 5G significa creare una piattaforma innovativa e aperta per abilitare nuovi ecosistemi con i partner industriali, superando i limiti e le frammentazioni di oggi e lavorando negli enti di standardizzazione come, ad esempio, il consorzio 3GPP, incaricato dall’ITU (International Telecommunications Union) della messa a punto delle soluzioni mondiali sul 5G.
Oggi il 5G può rappresentare la chiave di volta per l’avvento delle Smart Cities e della digital life presente e futura, poiché permette di connettere più oggetti, device, persone, cose in contemporanea. In questo modo crea un ambiente connesso dove tutto e tutti sono “always on”, con livelli elevati di qualità e sicurezza.

(*) Identification and quantification of key socio-economic data to support strategic planning for the introduction of 5G in Europe – 2016

(**) La latenza è l’intervallo di tempo tra il momento in cui un pacchetto viene trasmesso dalla rete e ricevuto dal device o viceversa.