Secure-k Secure-k

Gli incredibili tetti solari di Elon Musk

Stampa
- + Text size

Quando il fondatore e CEO di Solar City, Elon Musk (fondatore anche di PayPal, Tesla e SpaceX), ha affermato che i suoi “tetti solari” sarebbero stati anche più belli di quelli normali non stava scherzando: le tegole con all'interno il pannello fotovoltaico presentate a Los Angeles a fine ottobre rappresentano un salto avanti notevole, soprattutto se confrontate con i pannelli solari da applicare sulle case che sono in commercio oggi.

Le tegole –  che sono trasparenti se viste dall'alto (lasciando intravedere il pannello presente all'interno), ma viste dalla strada appaiono come tegole comuni, perfettamente opache – si potranno comprare in quattro stili diversi, tutti studiati per ricordare il più possibile il materiale delle classiche “mattonelle”.

Piccoli sacrifici

In verità, le tegole di Solar City causano un sacrificio dal punto di vista dell'efficienza energetica, visto che c'è una dispersione del 2% rispetto ai tradizionali pannelli. Elon Musk ha però già annunciato di star lavorando con la società specializzata 3M su nuovi rivestimenti che dovrebbero essere in grado di aumentare notevolmente l'efficienza energetica.

Queste tegole avrebbero inoltre un ciclo di vita fino a tre volte superiore rispetto alle tegole normali, grazie a una maggiore resistenza alle intemperie che le renderebbe più resistenti di quelle tradizionali, andando ad ammortizzare ulteriormente il costo.

L'aspetto del prezzo, tra l'altro, potrebbe essere decisivo: rivestire un tetto con le tegole di Solar City, e approfittare quindi del risparmio in bolletta, dovrebbe costare meno di quanto costi oggi rifare un tetto tradizionale e poi dover spendere per l'energia elettrica. Si tratta, però, solo di indicazioni di massima, visto che ancora non sono stati forniti i prezzi ufficiali.

Aspetti controversi

Ci sono però alcuni aspetti che hanno provocato non poco scetticismo tra gli addetti ai lavori: il mercato delle tegole solari sta incontrando molte difficoltà e ha già provocato alcune vittime; Dow Chemical, per esempio, ha smesso da poco di produrre la sua linea di tegole solari a causa delle vendite insoddisfacenti. Altri segnalano che installare dei classici pannelli solari, a parità di energia raccolta, costi meno della metà di quanto non si spenda per rivestire con tegole di questo tipo i tetti delle case, rendendola un'opzione molto più sostenibile dal punto di vista economico.

Il CEO di Tesla, società che sta per concludere l'acquisizione di Solar City, vuole però dare vita a un sistema domestico integrato: assieme alle tegole, è stata presentata anche la nuova batteria Powerwall 2, che al costo di circa 6mila euro assicurerà energia pulita anche in assenza di fonte solare durante le ore notturne o in caso di bassa esposizione. Producendo energia solare grazie alle tegole e accumulandola con la batteria, sarà possibile alimentare in maniera pulita non solo la casa, ma, eventualmente, anche le auto elettriche “di famiglia”. Che Elon Musk, ovviamente, spera che siano Tesla.