A SMAU trionfa l’Internet of Things A SMAU trionfa l’Internet of Things

A SMAU trionfa l’Internet of Things

Si chiude oggi l’evento organizzato da Fiera Milano, punto di riferimento da anni per le imprese e gli enti locali operanti nei settori dell’Innovazione e del Digitale

- + Text size
Stampa

Centinaia di nuovi prodotti, software e applicazioni di ultima generazione per l’industria e il commercio sono andati in scena nell’edizione 2015 di uno degli eventi must della tecnologia. Elemento comune l’innovazione IoT-oriented

Si chiude oggi una delle manifestazioni internazionali più importanti in tema di innovazione tecnologica, lo SMAU di Milano. L’edizione 2015, rispetto al passato, ha visto una escalation assoluta del tema dell’Internet of Things, indiscusso protagonista dei padiglioni della Fiera meneghina. La piena consacrazione dell’IoT è testimoniata anche dai numerosi workshop dedicati che sono andati in scena e che chiuderanno la tre giorni milanese: tra start-up che presentano innovazioni e big company come Google che puntano diritto alla conquista di questa vasto mercato, le soluzioni presentate sono state innumerevoli. Alcuni esempi: il progetto Jacquard, ovvero l’idea di un tessuto in grado di dialogare con lo smartphone, o Brillo, il nuovo sistema operativo che dovrebbero utilizzare gli oggetti per comunicare, entrambi firmati dal colosso di Mountain View.

L’IoT alla base dell’idea di smart society

Gli interventi attorno al tema dell’IoT, come detto, sono stati numerosissimi. Tra questi molto significato lo speach del consulente ICT Gennaro Persano che, durante il meeting “Internet of things: toccare con mano il futuro”, ha spiegato come queste nuove tecnologie stiano letteralmente cambiando il modo di percepire l’innovation da parte delle imprese e dei cittadini. Le applicazioni nella quotidianità, inoltre, si stanno moltiplicando e permettono di facilitare non solo la vita dei privati, ma anche le attività operative delle imprese. Si va dal software che, una volta appoggiato lo smartphone sul comodino nelle ore serali, disattiva le funzionalità e punta in automatico la sveglia, al programma in grado di controllare gli accessi e le presenze in azienda: un vantaggio trasversale che delinea la strada alla smart society del futuro.

Sinergie con altre tecnologie per il successo innovativo

L’Internet delle Cose non solo è un segmento che può contare su grandissime prospettive di sviluppo per il futuro, ma rappresenta un traino per tutte le altre tecnologie innovative internet oriented che le girano attorno e che integrano in modo sostanziale le funzionalità disponibili. I numeri, in questo senso, parlano chiaro: ormai solo poco più del 38% del traffico web è generato da esseri umani reali, in resto è opera di sistemi che sfruttano tecnologie legate all’IoT. Dalla NFC al Bluetooth, parlare di IoT significa aprire una finestra sul futuro, sempre più tech, sempre più digital.