Nasce Jiffy, il bonifico immediato via smartphone Nasce Jiffy, il bonifico immediato via smartphone

Nasce Jiffy, il bonifico immediato via smartphone

E’ italiana l’idea che rivoluzionerà il modo di pagare in mobilità

- + Text size
Stampa

Si potranno effettuare pagamenti verso i numeri telefonici presenti in rubrica. In Italia hanno già aderito 9 gruppi bancari.

L'idea

Lo smartphone, l’oggetto multifunzione che ha soppiantato il classico cellulare sovvertendo le logiche sociali di gran parte della popolazione mondiale, è di diritto uno degli strumenti alla base delle abitudini moderne. Anche nel settore payment, grazie alle novità che vengono costantemente introdotte sul mercato, si stanno bruciando le tappe: aumentano i servizi disponibili per gli utilizzatori, con una vasta gamma di opzioni tra cui scegliere.

Pochi mesi fa si assisteva all’introduzione delle tecnologie per i pagamenti in mobilità grazie alla NFC (Near Field Communication) Technology, oggi la società milnanese Sia lancia un’innovativa applicazione che consente di effettuare i bonifici selezionando il beneficiario dalla rubrica telefonica. Una procedura semplificata e disegnata seguendo logiche analoghe a quelle del mondo della messaggistica istantanea, come succede per il Social Messaging WhatsApp.

Come funziona

Jiffy, così è stata denominata l’applicazione, permette di trasferire in modo immediato il denaro utilizzando il semplice numero di telefono salvato sullo smartphone, al quale viene associato, automaticamente dal sistema, l’Iban di riferimento. Il meccanismo è semplice: tutti i titolari di un conto corrente o di una carta prepagata abilitata a ricevere bonifici, in una delle 9 banche che al momento hanno aderito all’iniziativa, potranno fornire il numero della propria utenza Mobile che verrà salvato all’interno della base dati, e fungerà da chiave univoca verso cui effettuare il pagamento.

In questo modo il numero di cellulare sarà utilizzato come identificativo, proprio come succede per il codice bancario a 27 cifre, e permetterà di inviare, in pochi secondi, il denaro verso il destinatario scelto. Inoltre, a differenza di ciò che avviene per il tradizionale bonifico Sepa, in cui il pagamento e la conseguente convalida vengono differiti di uno o più giorni, con Jiffy, l’importo bonificato viene trasmesso istantaneamente ai server interbancari. In questo modo la somma, in addebito e in accredito, è registrata immediatamente dal sistema di mobile banking, ed entra subito nella disponibilità del ricevente.

La piattaforma, personalizzabile da ogni gruppo bancario in termini di limiti di utilizzo e costi di commissione, è già disponibile per i sistemi operativi iOS, Android e Windows Phone. Ubi Banca dovrebbe fare da apripista al nuovo sistema e sarà il primo istituto a lanciare ufficialmente Jiffy sul mercato.