I meccanismi dietro a social e motori di ricerca I meccanismi dietro a social e motori di ricerca

FunkyPrize 2016

Un premio per chi innova

- + Text size
Stampa

Torna, per il terzo anno consecutivo, il FunkyPrize. Un concorso in memoria di Marco Zamperini, a.k.a. Funky Professor, un personaggio chiave nella storia della Rete e dell’informatica italiana: un profilo che oggi verrebbe descritto come influencer, una persona capace di trasmettere il suo entusiasmo ai più giovani, e le opportunità imprenditoriali ai più navigati. Marco era un grande comunicatore, dote rodata in una centinaia di eventi in cui figurava come uno degli ospiti più richiesti, grazie alla sua simpatia, intelligenza ed energia. Incoraggiava gli innovatori a mettere in gioco le proprie idee, prefigurava nuove start-up, condividendo il suo entusiasmo.

Il concorso è rivolto agli innovatori digitali e prevede 15.000 euro per il primo premio (erogato anche grazie alla collaborazione di organizzazioni e aziende come Cisco, Conad del Tirreno, H-Farm, NTT Data, Fondazione P&R, Vodafone) e un riconoscimento aggiuntivo di 3.000 euro su iniziativa di Rete del dono, destinato alle non-profit che hanno condotto una raccolta fondi di successo attraverso la piattaforma di crowdfunding www.retedeldono.it.

Il Manifesto del Funky Prize

C’è tempo fino al 15 settembre 2016 per presentare un progetto.

Nella valutazione delle candidature, saranno considerati la correlazione con il tema Rete (e il suo sviluppo in Italia), la continuità dell’impatto sul target e, da un punto di vista complessivo, gli aspetti innovativi dei progetti.

Gli ambiti coinvolti possono essere, a titolo puramente esemplificativo, la salute, l’educazione, l’inclusione sociale, i diritti e i doveri della cittadinanza digitale.

L’importante è rispettare il “Manifesto” del Funky Prize:

  • Il digitale deve migliorare la vita delle persone
  • Il digitale è connessione, scambio e cooperazione
  • Scambio e cooperazione generano innovazione
  • Innovazione è uso creativo di ciò che esiste già
  • Il digitale è qui e ora.

La Giuria valuterà le candidature presentate sulla base della loro coerenza con i requisiti espressi e identificherà al massimo 20 finalisti, il cui nominativo verrà pubblicato sul sito http://www.funkyprize.org/ a partire dal 13 ottobre.

Il concorso è organizzato dal Comitato Premio Marco Zamperini, ente no-profit costituito allo scopo e presieduto da sua moglie Paola, e dagli amici di Marco, persone del mondo produttivo, accademico e culturale nazionale.

Il bando e il regolamento si trovano sul sito http://www.funkyprize.org/