Droni, al via il primo corso universitario Droni, al via il primo corso universitario

Droni, al via il primo corso universitario

L’Università Link Campus di Roma, dopo aver ricevuto certificazione da parte dell’ENAC, farà partire i primi corsi in Italia sull’addestramento teorico e pratico per pilotare i droni.

- + Text size
Stampa

Dal prossimo maggio nelle aule dell’Università romana sarà possibile frequentare le lezioni di pilotaggio remoto e aerofotogrammetria per i mini Sapr con massa inferiore ai 25 chilogrammi

L’Università Link Campus è una delle realtà didattiche italiane maggiormente impegnate nel rinnovare la proposta formativa con corsi sempre più in linea con le reali esigenze del mercato e le innovazioni che lo regolano. Dopo aver ricevuto certificazione da parte dell’ENAC, Link Campus è ora pronta a dare il via, dal prossimo maggio, ai primi corsi in Italia dedicati all’addestramento per il pilotaggio dei droni di massa al decollo inferiore a 25 kg. Tutti i corsi saranno realizzati in collaborazione con FlyTop, la startup italiana che ha lanciato sul mercato il primo drone antiterrorismo.

I principali corsi

L’abilitazione concessa dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile permetterà all’Università di programmare percorsi qualificati finalizzati alla completa formazione per l’utilizzo professionale dei Sapr. Tra i principali corsi che verranno erogati nei prossimi mesi spicca quello studiato ad hoc per la definizione di esperti e specialisti di aerofotogrammetria con Sapr, una delle figure più ricercate dalle aziende operanti nel settore industriale ed impegnate nei rilievi topografici. La ragione principale che ha spinto Link Campus a mettere in atto la nuova branca didattica dedicata al tema droni è da ricercare nella volontà di fornire forti competenze agli studenti, che favoriscano lo sviluppo dell’autoimprenditorialità in un settore in rapida crescita, in grado di offrire importanti potenzialità di business. L’intero programma formativo, che prevede una durata complessiva di 150 ore di corso, verterà principalmente sulla dottrina legata alle strategie per la creazione d’impresa e alla teoria aeronautica, indirizzata verso la specializzazione delle modalità di conduzione dei Sapr e delle normative Enac che regolano il settore.

Dalla teoria alla pratica

Una volta esaurito il lavoro in aula, ci si concentrerà sulla pratica, dapprima con l’ausilio del simulatore e quindi a cielo aperto, con esercizi di decollo e atterraggio, e di pilotaggio complessivo. Prima dell’acquisizione del titolo per l’abilitazione all’utilizzo professionale dei Sapr, è stata prevista una sessione di 4 giorni full time per l’acquisizione delle conoscenze di base legate agli strumenti digitali per la restituzione e georeferenziazione, così da sviluppare competenze pratiche finalizzate alla costruzione e al trattamento di dati geografici grazie all’utilizzo di Gis opensource.